Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Copertina di 'De eo quod certo loco. Studi sul luogo convenzionale dell'adempimento nel diritto romano'

Ingrandisci immagine


De eo quod certo loco. Studi sul luogo convenzionale dell'adempimento nel diritto romano

(Univ.Milano-Fac. giur. Ist. dir. rom.)


di

Pulitanò Francesca

 

Disponibile in 5/6 giorni lavorativi
In promozione
Allegati: Indice

DETTAGLI DI «De eo quod certo loco. Studi sul luogo convenzionale dell'adempimento nel diritto romano»

Tipo Libro
Titolo De eo quod certo loco. Studi sul luogo convenzionale dell'adempimento nel diritto romano
Autore
Editore

Giuffrè


EAN 9788814144561
Pagine VIII-360
Data ottobre 2009
Collana Univ.Milano-Fac. giur. Ist. dir. rom.

INDICE DI «De eo quod certo loco. Studi sul luogo convenzionale dell'adempimento nel diritto romano»

Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

INDICE


PREMESSE GENERALI

1. 1. Oggetto dell'indagine . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1
2. Il contributo della dottrina tedesca . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5
3. L'avvio del Novecento: la ricostruzione di Dumas . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11
4. Biondi e Arangio-Ruiz: una dialettica costante . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14
5. Lo studio di Amarelli sul luogo dell'adempimento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17
6. Prospettive recenti e suddivisione del lavoro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19


CAPITOLO 1
I PRESUPPOSTI DELL'EDITTO E IL PLUS PETERE LOCO

1. La stipulatio certo loco dari e le due testimonianze gaiane sull'origine
dell'editto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23
2. Locus solutionis e locus petitionis: il nesso tra la determinazione conven-
zionale del luogo dell'adempimento e la competenza per l'azione . . . . . . . . . 27
3. Precisazioni sul locus petitionis convenzionale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 30
4. Gai. 4.53c): 'Loco plus petitur ... qui pure intendat' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 41
5. Sul ruolo del magistrato nella concessione dell'azione cum commemoratio-
ne loci . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44
6. Considerazioni finali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 47


CAPITOLO 2
ALCUNI ASPETTI DELLA RELAZIONE TRA IL LOCUS E IL TEMPUS

1. Ea, quae insunt stipulationibus: tempus e locus solutionis. . . . . . . . . . . . . 49
2. Ulp. 27 ad ed. D.13.4.2.6: locus solutionis e termine implicito . . . . . . . . . . . 50
3. L'inerenza del tempo alla promessa 'Ephesi dari'': Ven. 1 stip.
D.45.1.137.2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 53
4. Altre fonti in tema di termine implicito . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 59
5. La pattuizione sul tempus e sul locus e la aestimatio litis: Gai. 9 ad ed.
prov. D.13.3.4 e Iul. 4 ex Min. D.12.1.22 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 68
6. La relazione tra le fonti in tema di tempus e l'actio de eo quod certo loco 75
VI Indice



CAPITOLO 3
SULLA FORMULA DELL'ACTIO DE EO QUOD CERTO LOCO:
LA MODIFICAZIONE DELL'INTENTIO

1. Le principali ricostruzioni della formula . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 77
2. L'intentio con inserzione del locus solutionis: l'uniformita di vedute della `
dottrina . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 81
3. Un esempio particolare di adattamento dell'intentio: Ulpiano e l'alterna-
tio mixta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 84
3.1. I diversi tipi di alternatio secondo Scevola . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 87
3.2. Ancora sul pensiero di Ulpiano in D.13.4.2.2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 92
3.3. L'azione 'a prestazioni invertite' e il 'terzo luogo'. . . . . . . . . . . . . . . . 97
3.4. Rilievi conclusivi in tema di alternatio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 99
4. 'Ephesi et Capuae': la suddivisione della lite . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 102
5. Osservazioni di sintesi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 106


CAPITOLO 4
UTILITAS PROMISSORIS E RATIO ACTORIS

1. La condemnatio commisurata all'interesse dei contraenti: D.13.4.2.8 . . . . . 109
2. Sull'utilitas promissoris: un'interpretazione unilaterale. . . . . . . . . . . . . . . . . 112
3. La ratio actoris tra diritto classico e innovazione giustinianea . . . . . . . . . . 116
4. L'interpretazione di D.13.4.2.8 come espressione di istanze classiche . . . . . 126


CAPITOLO 5
LA FORMULAZIONE DELLA CONDEMNATIO
E LA VALUTAZIONE DEL GIUDICE TRA «KAUFKRAFTUNTERSCHIED»
E INTERESSE SOGGETTIVO

1. Le diverse ipotesi della dottrina sulla formulazione della condemnatio . . . 131
2. Iav. 2 epist. D.16.2.15: un possibile avallo alla condanna all'id quod inte-
rest . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 136
3. L'arbitrium iudicis in Gai. 9 ad ed. prov. D.13.4.3 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 140
4. 'Arbitrium' e 'interesse': l'interpretazione in chiave soggettiva . . . . . . . . . . 147
5. Ulp. 27 ad. ed. D.13.4.4 pr.: la rilevanza dell'interesse anche nel locus so-
lutionis e qualche ulteriore considerazione sull'utilitas temporis . . . . . . . . 154
6. Il collegamento con le condictiones: l'idea di una condemnatio non tipica . 164


CAPITOLO 6
... CUM SIT ARBITRARIA ... I POTERI DISCREZIONALI DEL GIUDICE
E L'IMPOSIZIONE DELLA CAUTIO

1. Il collegamento tra actio 'arbitraria' e 'arbitrium iudicis' . . . . . . . . . . . . . . 169
2. Ancora sulla qualifica di 'arbitraria': l'ipotesi della clausola restitutoria
(esegesi di Ulp. 27 ad ed. D.13.4.4.1) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 175
Indice VII




3. Conclusioni: la possibile presenza della clausola 'arbitrio tuo' nella formu-
la dell'actio de eo quod certo loco. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 190


CAPITOLO 7
IL CERTO LOCO DARI IN ALCUNI ESEMPI DI
RAPPORTI COINVOLGENTI UN TERZO SOGGETTO

1. La 'verifica' della formula: actio de eo quod certo loco e stipulatio . . . . . . 195
2. Ulp. 27 ad ed. D.13.4.2.7: il caso del pagamento alibi all'adiectus solutio-
nis causa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 197
2.1. La teoria delle diversae res e la relazione di essa con l'adiectio so-
lutionis causa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 201
2.2. L'opinione di Marcello: il paragone con la prestazione di insulam
fieri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 207
2.3. La chiusa ulpianea di D.13.4.2.7 e la versione dei Basilici. . . . . . . . . 210
2.4. Un'altra ipotesi di impiego dell'azione arbitraria nel locus solutio-
nis . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 214
3. La garanzia personale alla promessa di certo loco dari e i rapporti tra de-
bitore principale e fideiussore. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 217
3.1. La «cruz Centum Capuae» . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 218
3.2. D.13.4.10: un'ipotesi di fideiussione nelle Quaestiones di Paolo . . . . 230
4. Una regola 'generale': la necessita del consenso del creditore all'adempi-
`
mento alibi in Ulp. 47 ad Sab. D.13.4.9 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 239
5. Testimonianze dalle Quaestiones di Papiniano: il rapporto tra fideiussione
e termine implicito e il caso dei condebitori solidali ex diversis locis . . . . . 246


CAPITOLO 8
LA PATTUIZIONE SUL LOCUS SOLUTIONIS NELLA
STIPULATIO DI INSULAM FIERI

1. Si locum non adiciat, non valet stipulatio: Ulpiano e Marcello. . . . . . . . . . 253
2. Scadenza del termine per l'adempimento e azionabilita quocumque loco: `
Pomponio e Papiniano. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 255
3. La ratio temporum locorumve secondo Venuleio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 259
4. Costruzione alibi e id quod interest: la dialettica tra Marcello e Ulpiano . 262
5. Osservazioni di sintesi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 263


CAPITOLO 9
LE VARIE APPLICAZIONI DELL'ACTIO DE EO QUOD CERTO LOCO

1. La sequenza di Paul. 28 ad edictum (D.12.6.27-D.13.4.5-D.13.4.7) . . . . . . . . 267
2. La solutio indebiti con erronea convinzione sul locus solutionis . . . . . . . . . 267
3. Il legatum per damnationem con l'indicazione del locus solutionis . . . . . . 270
4. I giudizi di buona fede in Paul. 28 ad ed. D.13.4.7: questioni interpolazio-
nistiche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 276
VIII Indice



4.1. La funzione della stipulatio certo loco tradere nel contesto del con-
tratto di compravendita consensuale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 283
4.2. Novazione e concorso elettivo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 292
4.3. Conclusioni su Paul. 28 ad ed. D.13.4.7 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 302
5. Pomp. 22 ad Sab. D.13.4.6: la restituzione certo loco della mutua pecunia 305
6. L'azione ad exemplum arbitrariae nella fattispecie della pecunia consti-
tuta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 312
7. Ulp. 28 ad. ed. D.13.6.5: una breve testimonianza in tema di comodato . . . 326


CONCLUSIONI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 335


Indice degli autori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 351
Indice delle fonti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 357

COMMENTI DEI LETTORI A «De eo quod certo loco. Studi sul luogo convenzionale dell'adempimento nel diritto romano»

Non ci sono commenti per questo volume.

LIBRI AFFINI A «De eo quod certo loco. Studi sul luogo convenzionale dell'adempimento nel diritto romano»

REPARTI IN CUI È CONTENUTO «De eo quod certo loco. Studi sul luogo convenzionale dell'adempimento nel diritto romano»