Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Copertina di 'Accordi OMC norme comunitarie e tutela giurisdizionale'

Ingrandisci immagine


Accordi OMC norme comunitarie e tutela giurisdizionale

(Univ.Milano Bicocca-Fac. giurisprudenza)


di

Boni Delfina

 

Normalmente disponibile in 20/21 giorni lavorativi
In promozione
Spedizione gratuita (dettagli)
Allegati: Indice

DETTAGLI DI «Accordi OMC norme comunitarie e tutela giurisdizionale»

Tipo Libro
Titolo Accordi OMC norme comunitarie e tutela giurisdizionale
Autore
Editore

Giuffrè


EAN 9788814142598
Pagine XVI-466
Data 2008
Collana Univ.Milano Bicocca-Fac. giurisprudenza

INDICE DI «Accordi OMC norme comunitarie e tutela giurisdizionale»

Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

DICE


Abbreviazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . xiii

Capitolo Primo
PROFILI INTRODUTTIVI

1. La personalita internazionale della Comunita europea e/o dell'Unione
` `
europea e le sue manifestazioni. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1
2. Alcune considerazioni introduttive sull'ordinamento dell'Organizza-
zione mondiale del commercio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12
3. L'adesione della Comunita europea all'OMC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 19
4. La natura mista dell'Accordo OMC nell'ordinamento comunitario . . . 25
5. Le principali caratteristiche del sistema di soluzione delle controversie
istituito nell'ambito dell'OMC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 45
6. La posizione della Comunita europea nell'ambito del sistema di solu-
`
zione delle controversie dell'OMC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 67
7. Il ruolo della Corte di giustizia quale istituzione di garanzia rispetto
al controllo di legittimita sugli atti comunitari interni e sugli atti di
`
gestione delle relazioni esterne . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 71

Capitolo Secondo
GLI EFFETTI DELLE NORME DI DIRITTO INTERNAZIONALE
NELL'ORDINAMENTO GIURIDICO COMUNITARIO

1. Premessa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 99
2. Gli effetti degli accordi internazionali conclusi dalla Comunita euro- `
pea nell'ordinamento comunitario. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 102
3. Gli effetti del diritto internazionale consuetudinario sul diritto comu-
nitario . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 111
4. I limiti posti dalla Corte di giustizia alla rilevanza degli accordi inter-
nazionali: il rispetto dell'autonomia e delle peculiarita dell'ordinamen- `
to comunitario . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 114
5. I limiti posti dalla Corte di giustizia alla rilevanza delle norme di di-
ritto internazionale consuetudinario nell'ordinamento comunitario. . . . 126
6. L'idoneita delle norme di diritto internazionale ad essere applicate dal
`
giudice comunitario quale parametro di legittimita degli atti comunitari ` 132
7. La competenza della Corte di giustizia a interpretare le disposizioni
di un accordo internazionale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 141
x Indice


8. La portata della competenza giurisdizionale della Corte di giustizia in
tema di accordi misti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 145
9. L'utilizzo delle norme di diritto internazionale quale parametro di va-
lidita degli atti delle istituzioni comunitarie. L'esigenza che la norma-
`
parametro sia produttiva di effetti diretti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 163
10. I criteri, sviluppati dalla Corte di giustizia, cui e subordinato il rico- `
noscimento dell'effetto diretto: l'attenzione, in una prima fase, all'ido-
neita dell'accordo internazionale a produrre effetti diretti . . . . . . . . . . .
` 170
11. (segue): L'attenzione, in una seconda fase, all'attitudine della disposi-
zione pattizia invocata a produrre effetti diretti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 176
12. L'invocabilita delle norme consuetudinarie quale parametro di legitti-
`
mita degli atti delle istituzioni comunitarie: l'irrilevanza dell'indagine
`
sugli effetti diretti della norma-parametro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 178
13. Considerazioni conclusive. La concezione di principio cui si ispirano
le istituzioni comunitarie circa la natura dei rapporti tra ordinamento
internazionale e ordinamento comunitario: visione monista o prospet-
tiva dualista'. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 185


Capitolo Terzo
L'APPLICAZIONE GIUDIZIARIA DELLE NORME OMC
QUALE PARAMETRO DI LEGITTIMITA ´
DEL DIRITTO COMUNITARIO DERIVATO

1. La negazione degli effetti diretti del GATT 1947 nell'ordinamento co-
munitario: il caso International Fruit Company . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 191
2. Il contrasto con l'orientamento favorevole dei giudici italiani al rico-
noscimento dell'efficacia diretta del GATT 1947 fino alla meta degli `
anni settanta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 200
3. L'estensione della giurisprudenza della Corte ai ricorsi diretti promos-
si dagli Stati membri per contestare la legittimita di un atto comuni- `
tario alla luce del GATT 1947: il caso Repubblica Federale di Germa-
nia c. Consiglio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 208
4. L'esplicita negazione dell'efficacia diretta degli Accordi OMC nell'or-
dinamento comunitario nel preambolo della decisione del Consiglio n.
94/800/CE. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 214
5. L'esplicita negazione dell'efficacia diretta degli Accordi OMC nell'or-
dinamento comunitario nella giurisprudenza comunitaria: la sentenza
Portogallo c. Consiglio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 219
6. I rilievi critici mossi al mancato riconoscimento delle norme OMC
quali parametro di legittimita degli atti comunitari con esse in contra-
`
sto. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 229
7. Alcune conferme dell'orientamento della Corte di giustizia nella giuri-
sprudenza piu recente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 242
8. La questione dell'incidenza delle raccomandazioni e delle decisioni
del DSB sull'efficacia diretta delle norme OMC: l'apparente apertura
della Corte di giustizia nel caso Biret International . . . . . . . . . . . . . . . . . 248
9. L'esclusione di qualsiasi incidenza delle raccomandazioni e delle deci-
Indice xi


sioni del DSB sull'invocabilita delle norme OMC nei piu recenti svi-
` `
luppi giurisprudenziali: i casi Chiquita Brands International, Le Van ´on
Parys e FIAMM . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 262
10. Una ricostruzione delle diverse tesi riguardanti gli effetti delle deci-
sioni del DSB nell'ordinamento comunitario . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 273


Capitolo Quarto
LE DEROGHE RISPETTO ALLA GENERALE ESCLUSIONE
`
DELL'INVOCABILITA DEGLI ACCORDI OMC

1. Le deroghe rispetto alla generale esclusione dell'invocabilita degli Ac- `
cordi OMC: l'espresso rinvio, in un atto comunitario, a precise dispo-
sizioni dell'Accordo GATT (giurisprudenza Fediol) . . . . . . . . . . . . . . . . 283
2. (segue): L'intenzione di dare esecuzione ad un obbligo particolare as-
sunto nell'ambito dell'Accordo GATT (giurisprudenza Nakajima) . . . . 290
3. L'interpretazione restrittiva dei requisiti di applicabilita della giuri- `
sprudenza Nakajima . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 293
4. L'interpretazione restrittiva della portata della giurisprudenza Nakaji-
ma con riferimento al settore nel quale e stata invocata. L'applicabili-
`
ta nel contesto del contenzioso antidumping. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 301
5. (segue): In particolare, i casi Petrotub e Beuc . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 310
6. La mancata applicazione della giurisprudenza Nakajima con riferi-
mento al regime comunitario di importazione delle banane. . . . . . . . . . 323
7. (segue): L'irrilevanza di una decisione di condanna del DSB con rife-
rimento all'applicabilita dell'eccezione Nakajima: i casi Le
` ´on Van Pa-
rys, Chiquita Brands International e FIAMM. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 330
8. La mancata applicazione della giurisprudenza Nakajima in altri settori 338


Capitolo Quinto
L'APPLICAZIONE GIUDIZIARIA DELLE NORME OMC
´
QUALE PARAMETRO DI LICEITA DEL COMPORTAMENTO
DELLE ISTITUZIONI COMUNITARIE

1. La responsabilita extracontrattuale della Comunita europea in conse-
` `
guenza di un comportamento illecito delle sue istituzioni. Le condi-
zioni costitutive dell'azione di risarcimento dei danni. . . . . . . . . . . . . . . 347
2. La responsabilita extracontrattuale della Comunita europea per viola-
` `
zione delle norme OMC. La questione preliminare dell'invocabilita di `
dette norme. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 359
3. La possibile evoluzione della giurisprudenza comunitaria sulla respon-
sabilita extracontrattuale della Comunita europea per violazione delle
` `
norme OMC. L'irrilevanza della questione preliminare dell'invocabili-
ta di dette norme. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 370
4. (segue): L'affermazione del principio della responsabilita extracontrat- `
tuale della Comunita europea in assenza di un comportamento illecito
`
delle sue istituzioni: il caso FIAMM. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 372
xii Indice


Capitolo Sesto
L'APPLICAZIONE GIUDIZIARIA DELLE NORME OMC
QUALE PARAMETRO INTERPRETATIVO
DEL DIRITTO COMUNITARIO

1. L'obbligo d'interpretazione del diritto nazionale in modo conforme al
diritto comunitario. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 387
2. L'obbligo d'interpretazione del diritto comunitario in modo conforme
al diritto internazionale consuetudinario e pattizio . . . . . . . . . . . . . . . . . 399
3. L'obbligo d'interpretazione del diritto comunitario in modo conforme
alle norme OMC quale alternativa al riconoscimento della loro effica-
cia diretta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 402
4. Considerazioni conclusive. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 408


Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 411
Sentenze della Corte di giustizia e del Tribunale di primo grado citate . . . . . 425
Bibliografia. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 435

COMMENTI DEI LETTORI A «Accordi OMC norme comunitarie e tutela giurisdizionale»

Non ci sono commenti per questo volume.