Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Copertina di 'L' interferenza del terzo nei rapporti contrattuali'

Ingrandisci immagine


L' interferenza del terzo nei rapporti contrattuali

(Univ.Piemonte orient.-Mem. fac. giur.)


di

Gardella Tedeschi Bianca

 

Normalmente disponibile in 20/21 giorni lavorativi
In promozione
Allegati: Indice

DETTAGLI DI «L' interferenza del terzo nei rapporti contrattuali»

Tipo Libro
Titolo L' interferenza del terzo nei rapporti contrattuali
Autore
Editore

Giuffrè


EAN 9788814141423
Pagine XII-394
Data 2008
Peso 600 grammi
Collana Univ.Piemonte orient.-Mem. fac. giur.

INDICE DI «L' interferenza del terzo nei rapporti contrattuali»

Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

INDICE


CAPITOLO I
INTRODUZIONE
1. Interferenza nel contratto, violazione del contratto e induzione
all'inadempimento .................................................................................... 1
2. Un problema preliminare: l'estensione della categoria 'contratto'.......... 3
3. La scelta di una ricostruzione storica .................................................... 5


CAPITOLO II
LE ORIGINI STORICHE DEL 'TORT OF INDUCING BREACH OF
CONTRACT' E DEL 'TORT OF INTERFERENCE WITH CONTRACT'
1. Una prima ricognizione ........................................................................... 8
1.1. L'interferenza del terzo nel contratto: terminologia e significati..... 8
1.2. La geografia dell'illecito: differenze tra Inghilterra e Stati Uniti ...... 9
2. Dall'azione per loss of service alla responsabilità del terzo che
provoca l'inadempimento ....................................................................... 10
2.1. La scansione storica: la centralità di Lumley v. Gye .................. 10
2.2. La protezione contro l'interferenza del terzo nel contratto
prima di Lumley v. Gye.................................................................. 11
2.2.1. L'enticement nella relazione master-servant........................ 11
2.2.2. La nozione di servant........................................................ 15
2.2.3. Altre forme di tutela........................................................ 18
2.3. La nascita della responsabilità del terzo che induce
all'inadempimento........................................................................ 20
2.4. Dall'enticement alla malicious interference......................................... 25
2.5. I primi commenti alla nuova responsabilità ............................ 29
2.6. L'affermazione dell'illecito ......................................................... 30
2.7. Induzione, interferenza e malice ................................................. 32
2.8. L'induzione all'inadempimento e la conspiracy.......................... 36
2.9. Dalla parte del terzo: la libertà di concorrenza ....................... 37
2.10. Gli interventi più risalenti delle corti inglesi in tema di
concorrenza................................................................................... 39
2.11. La concorrenza e l'interferenza con il contratto negli Stati Uniti.... 41
2.12. Alcune prime conclusioni ........................................................... 45
3. La volontà del terzo interferente: il dibattito sul dolo dell'inizio
del XIX secolo .......................................................................................... 46
3.1. I riferimenti giurisprudenziali..................................................... 47
3.1.1. Il significato del dolo nella giurisprudenza.................... 47
3.1.2. Malice come conoscenza ................................................. 48
VIII L'interferenza del terzo nei rapporti contrattuali


3.1.3. Il dolo negli altri torts tipici ............................................ 49
3.2. La terminologia della dottrina ................................................... 50
3.3. Oliver Wendell Holmes: il privilege ed i prima facie torts........... 51
3.4. Il dibattito degli autori statunitensi........................................... 55
3.5. La sconfitta di Sir Frederick Pollock in Inghilterra ............... 60
3.6. Altri autori inglesi ........................................................................ 62
3.7. Considerazioni conclusive sulla volontà del terzo ................. 63
4. La separazione tra Inghilterra e Stati Uniti: la vita autonoma del
tort of interference negli Stati Uniti............................................................. 64
4.1. L'incerta sorte della responsabilità del terzo negli Stati Uniti ...... 64
4.2. Il tort of interference quale strumento di lotta antisindacale ...... 65
4.3. Il ruolo del tort of interference nella repressione della concorrenza
sleale ............................................................................................... 69
4.4. La letteratura statunitense tra il 1900 e il 1939 ....................... 74
4.5. Il Restatement First of Torts............................................................ 77
4.6. Il Restatement 2d of Torts................................................................ 80
5. Conclusioni della parte storica............................................................... 83


CAPITOLO III
IL TORT OF INTERFERENCE NEGLI STATI UNITI
1. Alcune premesse ...................................................................................... 86
1.1. La mancanza di una regola esatta ............................................. 86
1.2. Una rassegna della casistica........................................................ 87
1.3. Uno sguardo in prospettiva ....................................................... 92
2. Il tort of interference nelle tassonomie della responsabilità civile.......... 94
2.1. Business ed economic torts................................................................ 94
2.2. Carattere sussidiario del tort of interference.................................. 95
3. La struttura del tort................................................................................... 96
3.1. La giurisprudenza e gli autori .................................................... 96
3.2. Il Restatement.................................................................................. 98
4. Elemento soggettivo ............................................................................... 100
4.1. Intent, malice e fraud ....................................................................... 100
4.2. La conoscenza dell'esistenza del contratto ............................. 106
4.3. L'elemento soggettivo secondo il Restatement.......................... 108
4.4. L'elemento soggettivo e l'onere della prova ........................... 110
4.5. L'interferenza colposa ................................................................ 111
4.5.1. Il tort of interference e i danni economici ......................... 111
4.5.2. L'indirizzo restrittivo...................................................... 115
4.5.3. Le aperture alla risarcibilità dei danni meramente
economici ......................................................................... 118
4.5.4. La perdurante resistenza alla risarcibilità di tali danni...... 122
4.5.5. Alcune osservazioni conclusive sui rapporti tra tort
of interference e pure economic losses ..................................... 124
4.6. Considerazioni conclusive sull'elemento soggettivo ............. 126
5. L'interferenza 'improper'......................................................................... 127
5.1. La condotta dell'agente............................................................... 129
5.1.1. La persuasione e l'intimidazione .................................. 129
5.1.2. L'iniziativa del terzo nello scioglimento del contratto:
la 'active solicitation'........................................................... 131
5.1.3. Altri tipi di condotta del terzo ...................................... 134
5.1.4. Le affermazioni malevole del terzo.............................. 135
Indice IX


5.1.5. L'interferenza attuata attraverso il rifiuto di concludere
un contratto (interference by refusal to deal)........................... 139
5.1.6. L'atto del terzo di per sé unlawful: la giurisprudenza
dello Stato della California ............................................. 140
5.1.7. La violazione di codici professionali ............................ 143
5.2. Motivo ed interesse nell'azione del terzo................................. 144
5.2.1. Il motivo 'misto' ............................................................ 146
5.2.2. La valutazione degli interessi coinvolti ........................ 147
5.3. La relazione tra le parti................................................................ 149
5.3.1. I rapporti tra società del medesimo gruppo................ 151
5.3.2. Il dirigente e la società .................................................... 152
5.3.3. Il terzo che ha compiti di supervisione o controllo... 154
5.4. Alcune ipotesi particolari già accolte nel Restatement .............. 154
5.4.1. Il terzo che persegue un proprio interesse di natura
finanziaria.......................................................................... 155
5.4.2. Il terzo che è responsabile del 'benessere' di uno
dei contraenti.................................................................... 156
5.4.3. Il terzo che vuole influenzare le decisioni economiche
altrui.................................................................................... 157
5.4.4. Il consiglio e le informazioni del terzo ........................ 158
5.4.5. Il terzo che fa valere un proprio diritto ....................... 159
5.5. La concorrenza e il tort of interference........................................... 159
5.5.1. Gli approcci della giurisprudenza ................................. 159
5.5.2. La concorrenza e l'improper interference nel Restatement 2d of
Torts..................................................................................... 164
5.5.3. Il Restatement 3d of Unfair Competition ............................. 165
5.6. La responsabilità del terzo e la libertà di espressione ............ 166
6. Il contratto con cui il terzo interferisce ................................................ 167
6.1. I contratti nulli ed annullabili ..................................................... 168
6.2. I contratti terminable at will........................................................... 170
6.3. La sottrazione di dipendenti e collaboratori e la violazione del
patto di non concorrenza.............................................................. 172
7. Il ruolo della volontà del contraente nella valutazione del nesso di
causalità ...................................................................................................... 177
8. L'aspetto rimediale ................................................................................... 179
8.1. Il rimedio inibitorio e l'adempimento in forma specifica...... 181
8.2. I danni compensativi ................................................................... 182
8.2.1. I danni generali................................................................. 183
8.2.2. I danni consequenziali .................................................... 184
8.2.3. I danni da stress emotivo ............................................... 187
8.2.4. I danni punitivi................................................................. 188
8.3. Le restituzioni ............................................................................... 189
9. Il punto di vista degli interpreti............................................................. 191


CAPITOLO IV
INGHILTERRA: IL TORT OF INDUCING BREACH OF CONTRACT
1. La sistematica inglese............................................................................... 199
1.1. La continuità storica del diritto inglese .................................... 199
1.2. Il tort of inducing breach of contract è parte degli economic torts...... 202
1.3. La ricategorizzazione degli economic torts: il tort of unlawful
interference with trade, o causing loss with unlawful means................ 207
X L'interferenza del terzo nei rapporti contrattuali


1.4. Le intepretazioni estensive del tort of inducing breach of contract..... 210
1.5. Il 'tort of inducing breach of contract', il 'tort of unlawful interference
with trade' ed il 'tort of interference with contract' .............................. 213
1.6. Gli 'unlawful means' ..................................................................... 218
1.7. Gli economic torts, il tort of inducing breach of contract e le lotte
sindacali......................................................................................... 221
2. La struttura del tort of inducing breach of contract...................................... 223
3. L'azione del terzo..................................................................................... 224
3.1. 'Inducement' e 'interference'.......................................................... 224
3.2. L'induzione diretta all'inadempimento (direct inducement) ...... 227
3.2.1. L'amministratore della società ...................................... 228
3.2.2. Il consiglio del terzo ....................................................... 229
3.2.3. La conclusione di un contratto incompatibile
(Inconsistent transaction) ..................................................... 230
3.2.4. Un'ipotesi particolare: i contratti di trasferimento
della proprietà.................................................................. 233
3.3. Altri comportamenti diretti del terzo (Other direct intervention)....... 234
3.4. L'azione del terzo che indirettamente provoca l'inadempimento
del contratto (Indirect procurement) ................................................... 235
4. L'elemento soggettivo nella condotta del terzo.................................. 236
5. I diritti e gli interessi di cui il terzo induce l'inadempimento ........... 240
5.1. Il contratto e le fattispecie affini ............................................... 240
5.2. Statutory duty, equitable obligation, trust e fiduciary duties ............. 242
5.3. Breach of confidence .......................................................................... 246
6. Gli esiti dell'azione del terzo.................................................................. 247
6.1. L'interferenza senza inadempimento ....................................... 247
6.2. L'inadempimento rilevante per fondare la responsabilità
del terzo ........................................................................................ 249
7. Le cause di esonero da responsabilità .................................................. 251
8. I rimedi ...................................................................................................... 254
9. Conclusioni ............................................................................................... 257


CAPITOLO V
IL QUADRO ITALIANO: DALLA VIOLAZIONE DEL CONTRATTO
AD OPERA DEL TERZO ALLA LESIONE DEL DIRITTO DI
CREDITO
1. Cenni introduttivi..................................................................................... 260
2. Dal 1865 al 1942: la responsabilità del terzo tra repressione della
concorrenza sleale e principio del neminem laedere.......................... 261
2.1. Le prime riflessioni degli autori ................................................ 261
2.2. L'apporto della giurisprudenza e le ricostruzioni sistematiche.... 264
2.3. La violazione del contratto e la concorrenza sleale ............... 267
2.4. I riferimenti degli autori italiani: la dottrina e la giurisprudenza
francesi........................................................................................... 270
2.5. La responsabilità del terzo che viola il contratto nel quadro
della responsabilità extracontrattuale ....................................... 275
2.6. Alcune prime conclusioni .......................................................... 281
3. La transizione dal neminem laedere alla irrisarcibilità della lesione del
diritto di credito e della violazione del contratto ad opera di un terzo .... 284
3.1. Il codice del 1942......................................................................... 284
3.2. Le prime interpretazioni del danno ingiusto........................... 286
Indice XI


3.3. Il caso Superga come fonte autoritativa del principio della
irrisarcibilità della lesione del credito........................................ 288
3.4. La doppia personalità del nostro sistema giuridico: la
(ir)risarcibilità del danno recato tramite lesione del diritto
di credito e la violazione del contratto ad opera del terzo .... 291
3.5. La mancata disaggregazione della responsabilità del terzo
che interferisce con il contratto dalla teorica della
irrisarcibilità della lesione del diritto di credito ....................... 295
3.6 Alcuni argomenti formalistici contro la responsabilità del
terzo che viola il contratto.......................................................... 298
3.6.1. Il contratto ha forza di legge tra le parti ...................... 298
3.6.2. Le previsioni legislative che non hanno finalità
risarcitoria: gli artt. 2901, 1259, 1155 e 1380 c.c......... 301
4. Il superamento della declamazione della irrisarcibilità della lesione
del diritto di credito.................................................................................. 302
4.1. Il problema dell'ingiustizia del danno....................................... 302
4.2. Una nuova dottrina sulla lesione del credito da parte di
terzi fonda una nuova teorica dell'interferenza del terzo nel
contratto ........................................................................................ 304
4.3. La Cassazione e l'ingiustizia del danno. ................................... 305
4.4. Gli ulteriori passi della giurisprudenza sulla responsabilità
del terzo che interferisce con un contratto.............................. 308
4.5. Nasce il 'diritto all'integrità patrimoniale' .............................. 309
4.6 La lesione dolosa come danno ingiusto per sé........................ 310
4.7. Intermezzo. Critica al risarcimento dei danni da uccisione
del congiunto come precedente circa la lesione del credito..... 312
5. La ricostruzione della responsabilità del terzo che interferisce con
il contratto ................................................................................................. 314
5.1. La tassonomia del danno da lesione del diritto di credito..... 314
5.2. La prima letteratura sulla 'tutela aquiliana' del contratto
ed i suoi riferimenti...................................................................... 316
5.3. La responsabilità del terzo rispetto alla categoria del danno
da lesione del diritto di credito .................................................. 318
5.4. Le teoriche della responsabilità del terzo che interferisce
con il contratto ............................................................................. 320
5.5. L'interferenza del terzo nel contratto come danno al
patrimonio..................................................................................... 322
5.6. Un nuovo ruolo per il 'dolo del terzo' ................................... 323
6. La responsabilità del terzo nella casistica contemporanea................. 324
6.1. Note lessicali e tassonomiche sulla condotta del terzo.......... 324
6.2. Le singole ipotesi.......................................................................... 328
6.2.1. Gli illeciti di dolo ............................................................. 328
6.2.2. La doppia alienazione immobiliare............................... 330
6.2.3. Il diritto di prelazione e il patto di prelazione............. 333
6.2.4. La tutela dei diritti personali di godimento ................. 333
6.2.5. La responsabilità della società controllante che determina
l'inadempimento contrattuale della società controllata....... 335
6.2.6 Il subcontratto e gli ausiliari del contraente principale..... 337
6.3. Gli illeciti concorrenziali ............................................................. 338
6.3.1. Lo storno di dipendenti e la violazione dell'obbligo
di fedeltà............................................................................ 339
6.3.2. L'induzione alla violazione del patto di non
concorrenza ....................................................................... 343
XII L'interferenza del terzo nei rapporti contrattuali


6.3.3. La violazione del patto di esclusiva e l'interferenza
con la rete di distribuzione selettiva............................. 343
6.3.4. Il boicottaggio.................................................................. 346
7. Conclusioni ............................................................................................... 347


CAPITOLO VI
CONCLUSIONI
1. La responsabilità del terzo ed il processo di definizione della
responsabilità civile.................................................................................. 351
2. La collocazione della responsbilità del terzo all'interno della
struttura dei singoli sistemi..................................................................... 353
3. Le strutture argomentative dei singoli sistemi .................................... 355
4. Al di fuori delle particolarità locali: le dicotomie condivise.............. 358
5. La dinamica delle dicotomie .................................................................. 365


Bibliografia ................................................................................................................. 369

COMMENTI DEI LETTORI A «L' interferenza del terzo nei rapporti contrattuali»

Non ci sono commenti per questo volume.

LIBRI AFFINI A «L' interferenza del terzo nei rapporti contrattuali»

REPARTI IN CUI È CONTENUTO «L' interferenza del terzo nei rapporti contrattuali»