Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Copertina di 'Amministrazioni nazionali in funzione comunitaria'

Ingrandisci immagine


Amministrazioni nazionali in funzione comunitaria

(Saggi di diritto amministrativo)


di

Saltari Lorenzo

 

Normalmente disponibile in 20/21 giorni lavorativi
In promozione
Allegati: Indice

DETTAGLI DI «Amministrazioni nazionali in funzione comunitaria»

Tipo Libro
Titolo Amministrazioni nazionali in funzione comunitaria
Autore
Editore

Giuffrè


EAN 9788814140204
Pagine X-350
Data 2008
Collana Saggi di diritto amministrativo

INDICE DI «Amministrazioni nazionali in funzione comunitaria»

Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

INDICE

INTRODUZIONE
1. L'integrazione amministrativa europea e la dialettica tra gli interessi . . . 1
2. La de-nazionalizzazione d'alcuni problemi amministrativi e la comunione
delle funzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5
3. 'Concentrazione' attorno ad un potere pubblico nuovo'. . . . . . . . . . 8
4. Signi'cati della locuzione 'amministrazioni nazionali in funzione
comunitaria'. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9
5. Oltre l'amministrazione indiretta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13
6. Divisione e ricomposizione del 'lavoro amministrativo' nell'ordinamento
europeo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16
7. Il metodo e la delimitazione dell'indagine . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17


CAPITOLO PRIMO
LE FUNZIONI AMMINISTRATIVE COMUNI IN EUROPA
1. La 'comunione' delle funzioni amministrative . . . . . . . . . . . . . . . . 23
2. Il controllo sulle intese restrittive della concorrenza e sugli abusi di
posizione dominante . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26
3. La regolazione delle comunicazioni elettroniche . . . . . . . . . . . . . . . 32
4. La vigilanza sui mercati degli strumenti 'nanziari . . . . . . . . . . . . . . 37
5. Il 'nanziamento delle misure comunitarie a sostegno dell'agricoltura . . 42
6. Il controllo sulla circolazione di alimenti sani e sicuri per la salute . . . . 45
7. Il sistema europeo di scambio delle quote di emissione dei gas ad effetto
serra . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51
8. La funzione monetaria nell'area dell'euro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 57
9. La tutela dell'ordine pubblico in ambito Europol . . . . . . . . . . . . . . 63
10. I caratteri della comunione delle funzioni amministrative in Europa . . . 67


CAPITOLO SECONDO
I TITOLARI NAZIONALI DELLE FUNZIONI COMUNI.
L'INFLUENZA COMUNITARIA SUL DISEGNO ORGANIZZATIVO
1. Titolari nazionali delle funzioni comuni. Amministrazioni 'necessarie' non
'autosuf'cienti' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 71
2. Le autorità nazionali garanti della concorrenza . . . . . . . . . . . . . . . . 72
3. Le autorità nazionali di regolazione delle comunicazioni elettroniche . . . 77
4. Le autorità nazionali di vigilanza sui mercati degli strumenti 'nanziari . . 81
VIII INDICE



5. Gli organi nazionali d'intervento nel sistema di 'nanziamento della Pac . 84
6. L'organo nazionale di contatto nella tutela della sicurezza alimentare . . 92
7. Gli organi nazionali per la gestione del sistema di scambio delle quote di
emissione dei gas a effetto serra . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 96
8. Le banche centrali nazionali. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 99
9. L'unità nazionale Europol . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 102
10. Un'in'uenza sovranazionale debole' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 104



CAPITOLO TERZO
IL COORDINAMENTO E LA COOPERAZIONE AMMINISTRATIVA
IN EUROPA. PROCEDURE E ORGANI D'INTEGRAZIONE
1. L'attività amministrativa comune . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 110
2. Il controllo sulle intese restrittive della concorrenza e sugli abusi di
posizione dominante . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 112
2.1. Il coordinamento nella ripartizione delle competenze . . . . . . . . . 115
2.2. Lo scambio d'informazioni 'nalizzato al coordinamento . . . . . . . 117
2.3. La sospensione e la chiusura di un procedimento effetto del
coordinamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 118
2.4. Gli effetti di un procedimento diretto . . . . . . . . . . . . . . . . . 119
2.5. Le procedure di cooperazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 121
2.6. Il Comitato 'intese e abusi' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 122
3. La regolazione delle comunicazioni elettroniche . . . . . . . . . . . . . . . 124
3.1. La formazione di uno standard comune per la regolazione . . . . . 124
3.2. Il coordinamento attraverso una procedura comune di partecipa-
zione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 126
3.3. Il coordinamento verticale per i rimedi atipici nell'accesso e
interconnessione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 130
3.4. La cooperazione e il coordinamento nella risoluzione delle contro-
versie transnazionali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 131
3.5. La cooperazione orizzontale e verticale nella circolazione delle
informazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 132
3.6. Il Gruppo dei regolatori europei e il Comitato per le comunicazioni. 133
4. La vigilanza sui mercati degli strumenti 'nanziari . . . . . . . . . . . . . . 139
4.1. Il vincolo generale alla cooperazione e allo scambio d'informazioni . 139
4.2. La cooperazione precedente al rilascio delle autorizzazioni . . . . . . 142
4.3. Il ri'uto di collaborare e la sospensione del 'home country control'. 143
4.4. L'European Securities Committee e il Committee of European Securities
Regulators . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 145
5. Il 'nanziamento degli interventi della Pac. . . . . . . . . . . . . . . . . . . 149
5.1. Il coordinamento attraverso un procedimento composto per l'eroga-
zione delle risorse . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 149
5.2. Il Comitato di gestione del Feaga . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 152
6. La tutela della sicurezza alimentare . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 153
6.1. Il coordinamento e la cooperazione nella valutazione del rischio. . . 153
6.2. (segue) nel sistema di allarme rapido . . . . . . . . . . . . . . . . . . 158
6.3. (segue) nella gestione delle crisi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 160
INDICE IX



6.4. Il Foro consultivo, il Comitato per la catena alimentare e l'unità di
crisi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 163
7. Il sistema europeo di emissions trading . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 170
7.1. Il coordinamento attraverso un procedimento composto nella piani-
'cazione nazionale delle emissioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 170
7.2. Il comitato sul controllo delle emissioni di CO2 e di altri gas ad effetto
serra . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 175
8. La funzione monetaria nell'Eurosistema . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 177
8.1. Il coordinamento e la cooperazione nell'attuazione delle decisioni
monetarie . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 177
8.2. Il Consiglio direttivo e i comitati dell'Eurosistema . . . . . . . . . . . 182
9. La tutela dell'ordine pubblico in ambito Europol . . . . . . . . . . . . . . 186
9.1. La cooperazione attraverso gli uf'ciali di collegamento e il sistema
comune d'informazioni. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 186
9.2. Il Consiglio di amministrazione di Europol e l'organo di raccordo tra
le unità nazionali di collegamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 189
10. Gli strumenti e le tecniche dell'integrazione funzionale in Europa. . . . . 191


CAPITOLO QUARTO
LA FENOMENOLOGIA DELL'INTEGRAZIONE FUNZIONALE
E IL REGIME D'IMPUTAZIONE DEGLI ATTI E DELL'ATTIVITÀ
1. Fenomenologia disgiuntiva, congiuntiva ed istituzionale dell'integrazione
funzionale. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 197
2. L'integrazione funzionale disgiuntiva . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 202
2.1. Nel controllo sulle intese restrittive della concorrenza e degli abusi di
posizione dominante . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 202
2.2. Nella tutela della sicurezza alimentare . . . . . . . . . . . . . . . . . . 210
2.3. Nella vigilanza dei mercati degli strumenti 'nanziari . . . . . . . . . 218
3. L'integrazione funzionale congiuntiva . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 220
3.1. Nella regolazione delle comunicazioni elettroniche. . . . . . . . . . . 220
3.2. Nel 'nanziamento della politica agricola comune . . . . . . . . . . . 229
3.3. Nel sistema europeo di emissions trading . . . . . . . . . . . . . . . . 233
4. L'integrazione istituzionale-organica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 236
4.1. Nella funzione monetaria (forte) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 236
4.2. Nella cooperazione di polizia in ambito Europol (debole) . . . . . . 239
5. Organizzazioni di soggetti e atti' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 242


CAPITOLO QUINTO
I SISTEMI AMMINISTRATIVI COMUNI IN EUROPA
1. Funzioni comuni e dimensione degli interessi. . . . . . . . . . . . . . . . . 249
1.1. L'emersione dei sistemi amministrativi comuni . . . . . . . . . . . . . 255
1.2. Conseguenze della de-nazionalizzazione di funzioni amministrative in
Europa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 258
2. L'in'uenza comunitaria sull'assetto organizzativo nazionale. Una selezione
sovranazionale degli interessi da tutelare' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 263
X INDICE



3. Dualità degli interessi e modelli concettuali . . . . . . . . . . . . . . . . . . 272
4. Gli effetti delle connessioni funzionali verticali e laterali . . . . . . . . . . 277
4.1. Il coordinamento direttivo e la cooperazione operativa . . . . . . . . 279
4.2. Le implicazioni operative . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 291
5. Gli elementi costitutivi dei sistemi comuni . . . . . . . . . . . . . . . . . . 303
6. Modelli d'integrazione, 'gure d'interazione ed equilibrio degli interessi . 313
7. Accountability delle amministrazioni nazionali incluse nei sistemi comuni. 317
8. La complessità burocratica e l'ef'cacia dei sistemi comuni. Ri'essi sulla
loro legittimazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 329
9. Centro e periferie: peculiarità del diritto amministrativo europeo . . . . . 335
10. 'Dispersione' funzionale, 'concentrazione' relazionale . . . . . . . . . . . 338


Indice degli autori citati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 345

COMMENTI DEI LETTORI A «Amministrazioni nazionali in funzione comunitaria»

Non ci sono commenti per questo volume.

LIBRI AFFINI A «Amministrazioni nazionali in funzione comunitaria»

ALTRI LIBRI DI «Saltari Lorenzo»

REPARTI IN CUI È CONTENUTO «Amministrazioni nazionali in funzione comunitaria»