Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Copertina di 'Il mercato unico dei servizi'

Ingrandisci immagine


Il mercato unico dei servizi

(Contratti e commercio internazionale)

 

Normalmente disponibile in 20/21 giorni lavorativi
In promozione
Allegati: Indice

DETTAGLI DI «Il mercato unico dei servizi»

Tipo Libro
Titolo Il mercato unico dei servizi
A cura di Bestagno F., Radicati Di Brozolo L. G.
Editore

Giuffrè


EAN 9788814136450
Pagine XIV-290
Data 2007
Collana Contratti e commercio internazionale

INDICE DI «Il mercato unico dei servizi»

Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

INDICE-SOMMARIO


Elenco delle principali abbreviazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . XI
Premessa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . XIII
Introduzione di Riccardo Luzzatto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . XV




ROBERTO MASTROIANNI
LA LIBERTÀ DI PRESTAZIONE DEI SERVIZI
NELLA GIURISPRUDENZA COMUNITARIA:
I PRINCIPI GENERALI

1. Premessa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1
2. L'incidenza della giurisprudenza della Corte di giustizia nella regola-
mentazione comunitaria dei servizi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2
3. L'evoluzione dell'ambito di applicazione materiale della libera presta-
zione dei servizi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4
4. Segue: la nozione di servizio e i rapporti con le altre libertà economiche
fondamentali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6
5. Segue: i servizi prestati senza alcuno spostamento 'sico dei soggetti
coinvolti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8
6. Le deroghe alla libera circolazione dei servizi: l'ampliamento del novero
delle esigenze imperative connesse all'interesse generale e l'impatto del-
la direttiva 'servizi' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11
7. Il principio del mutuo riconoscimento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15
8. Libera circolazione dei servizi e protezione dei diritti fondamentali . . . 16
9. La questione delle c.d. fattispecie meramente interne . . . . . . . . . . . 18
10. Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23



GUIDO BERARDIS
LA DIRETTIVA GENERALE IN MATERIA DI SERVIZI

1. Genesi e 'nalità della proposta di Direttiva della Commissione . . . . . 27
2. I punti critici nel dibattito in seno al Parlamento e al Consiglio . . . . . 30
3. Il problema del principio del Paese d'origine . . . . . . . . . . . . . . . . 35
VI INDICE-SOMMARIO




4. Segue: eccezioni e esigenze imperative . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37
5. Osservazioni conclusive. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 39



BRUNO NASCIMBENE
LE ECCEZIONI AI PRINCIPI.
INTERESSI GENERALI E ORDINE PUBBLICO

1. Principi generali del diritto di stabilimento e libera prestazione di servi-
zi: le eccezioni o deroghe e l'orientamento della Corte di giustizia. . . . 42
1.1. Le restrizioni non giusti'cate e quelle giusti'cate . . . . . . . . . 43
1.2. Il test di valutazione della legittimità delle restrizioni. I criteri
elaborati dalla giurisprudenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 45
1.3. I motivi imperativi di interesse pubblico e i motivi di ordine
pubblico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46
1.4. Le misure « distintamente » e « indistintamente » applicabili. Le
cause giusti'catrici (ordine pubblico ed esigenze imperative) . . 47
2. La direttiva « servizi nel mercato interno » . . . . . . . . . . . . . . . . . 50
2.1. La realizzazione di un mercato unico dei servizi e la ricerca di un
equilibrio fra una pluralità di elementi . . . . . . . . . . . . . . . . 50
2.2. Finalità, oggetto e campo di applicazione: a) i servizi esclusi; b) i
servizi disciplinati da altre norme; c) i settori speci'ci e le ipotesi
di con'itto fra la direttiva e le norme comunitarie speci'che
(prevalenza di queste ultime) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51
3. La direttiva sullo stabilimento e sulla prestazione di servizi . . . . . . . 53
3.1. Lo stabilimento. Le autorizzazioni che gli Stati possono prescri-
vere (condizioni per il rilascio); i requisiti vietati ovvero consen-
titi in quanto oggetto di valutazione speci'ca . . . . . . . . . . . . 54
3.2. La prestazione di servizi: a) i requisiti (consentiti) che possono
essere imposti dallo Stato (deroga generale) e le ipotesi in cui è
esclusa l'applicabilità della libera prestazione (deroghe speci'che
od « ulteriori »); b) i requisiti vietati e i requisiti nei confronti dei
destinatari di servizi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 55
3.3. La qualità dei servizi, le ragioni di interesse pubblico e le possibili
restrizioni: a) le comunicazioni commerciali; b) le restrizioni al-
l'esercizio di attività multidisciplinari e le regole di deontologia . 58
3.4. Altri casi in cui sono rilevanti le ragioni di interesse pubblico:
a) le attività connesse con l'esercizio di pubblici poteri (il caso
dei notai e dei servizi privati di sicurezza); b) le attività in cui vi è
una spiccata rilevanza dei motivi di interesse pubblico (i giochi
d'azzardo). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 60
4. I motivi imperativi di interesse generale e l'ordine pubblico . . . . . . . 63
4.1. I riferimenti ai motivi imperativi nel diritto di stabilimento. . . . 66
4.2. I riferimenti all'ordine pubblico nella libera prestazione di servizi. 67
INDICE-SOMMARIO VII




ANDREA BIONDI
ALLA CACCIA DEI LIMITI ESTERNI
DELLA LIBERA CIRCOLAZIONE DEI SERVIZI

1. Breve favola moderna: la volpe e il mercato . . . . . . . . . . . . . . . . . 71
2. Il limite della « situazione puramente interna » . . . . . . . . . . . . . . . 75
3. Keck e libera circolazione dei servizi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 79
4. Libera circolazione e de minimis . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 85
5. Alcune brevi conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 87



ENZO MOAVERO MILANESI
I SERVIZI D'INTERESSE GENERALE
E D'INTERESSE ECONOMICO GENERALE

1. La nozione comunitaria di servizio d'interesse economico generale e le
sue fonti normative . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 89
2. Elementi base desumibili dalla giurisprudenza . . . . . . . . . . . . . . . 95
3. Le chiari'cazioni apportate dalla Commissione e le sue iniziative . . . . 98
4. La questione della compensazione di un pubblico servizio . . . . . . . . 101
5. Esempi di iniziative e normative per la liberalizzazione dei SIEG nel-
l'Unione europea: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 106
a) Telecomunicazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 107
b) Servizi postali. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 110
c) Energia. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 112
6. Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 115



MASSIMO MEROLA
IL 'PACCHETTO' NORMATIVO SUL FINANZIAMENTO
DEI SERVIZI D'INTERESSE ECONOMICO GENERALE
ALLA LUCE DELL'EVOLUZIONE GIURISPRUDENZIALE

1. Introduzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 117
2. Il dibattito sulla quali'cazione giuridica del 'nanziamento dei servizi
d'interesse economico generale in diritto comunitario . . . . . . . . . . . 119
3. La sentenza Altmark: nuovo spartiacque del dibattito e punto d'avvio
dell'elaborazione normativa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 129
4. Caratteristiche e contenuti del nuovo insieme normativo . . . . . . . . . 135
5. Considerazioni 'nali. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 142
a) Concessione di diritti speciali o esclusivi . . . . . . . . . . . . . . . . . 145
b) Compensazione 'nanziaria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 148
c) Sistema misto (diritto speciale o esclusivo, integrato da una compen-
sazione 'nanziaria) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 149
VIII INDICE-SOMMARIO




MAURIZIO MARESCA
REGOLE DEL MERCATO E SERVIZI DI INTERESSE GENERALE

I. I servizi di interesse generale fra regole di governo del mercato e politi-
che allocative dell'Unione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 151
II. L'attuazione nell'ordinamento italiano delle regole comunitarie di libe-
ralizzazione nel caso dei servizi di interesse generale . . . . . . . . . . . 155
II.1. Regole per un modello nel caso dei servizi di interesse generale su base
nazionale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 156
II.2. La promozione dei servizi pubblici locali . . . . . . . . . . . . . . . . . . 157



ALBERTO MALATESTA
PRINCIPIO DELLO STATO DI ORIGINE E NORME DI CONFLITTO
ALLA LUCE DELLA DIRETTIVA
SUI SERVIZI NEL MERCATO INTERNO

1. La direttiva sui servizi e l'abbandono della concezione del principio
dello Stato di origine alla stregua di un metodo con'ittuale . . . . . . . 165
2. Le norme di diritto internazionale privato e la loro limitata attenzione
agli obiettivi della realizzazione del mercato interno . . . . . . . . . . . . 169
3. Il principio dello Stato di origine nel diritto primario e il dibattito sulla
sua incidenza sulle norme di con'itto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 172
4. La concezione di restrizione alla libertà di prestazione dei servizi alla
luce della giurisprudenza comunitaria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 175
5. Le norme sulla responsabilità civile: esclusione della loro natura di
restrizione e conseguente assenza di vincoli per il futuro regolamento
Roma II . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 178
6. Le norme sulle obbligazioni contrattuali: i casi in cui si può escludere la
loro rilevanza come restrizioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 180
7. Segue: le norme di applicazione necessarie come fonte di possibili restri-
zioni e l'irrilevanza del principio dello Stato di origine come strumento
per la soluzioni di tali con'itti di leggi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 183
8. Segue: i contratti conclusi con i consumatori: un ritorno allo Stato di
origine' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 185



FRANCESCO BESTAGNO
AI CONFINI DEL MERCATO UNICO DEI SERVIZI:
IL TRATTAMENTO DEI PRESTATORI NON COMUNITARI

1. Oggetto dell'indagine: il grado di apertura del mercato comunitario agli
scambi internazionali di servizi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 189
INDICE-SOMMARIO IX




2. La sfera di applicazione « soggettiva » delle norme comunitarie sulla
libertà di prestazione dei servizi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 192
3. L'irrilevanza del controllo straniero e la costituzione di società « comu-
nitarie » da parte di soggetti di Paesi terzi . . . . . . . . . . . . . . . . . . 197
4. Il trattamento delle varie forme di presenza commerciale di imprese di
Paesi terzi nel territorio comunitario . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 203
5. Portata e effetti del regime giuridico applicabile alle persone giuridiche
che prestano servizi nella CE. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 207
6. L'accesso al mercato comunitario nel quadro degli obblighi internazio-
nali della CE: l'esiguo numero di accordi preferenziali comunitari in
materia di servizi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 210
7. Gli altri accordi esterni comunitari e gli scarsi risultati nella liberalizza-
zione dei servizi sul piano bilaterale e regionale . . . . . . . . . . . . . . 215
8. La « frammentazione » degli impegni comunitari nel GATS come ri'es-
so esterno delle lacune nel mercato unico dei servizi. . . . . . . . . . . . 220
9. I limitati impegni comunitari negli ambiti « sensibili »: spostamento del-
le persone 'siche e servizi pubblici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 224
10. Osservazioni 'nali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 229



APPENDICE

Direttiva 2006/123/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 12 dicem-
bre 2006 relativa ai servizi nel mercato interno . . . . . . . . . . . . . . . . . . 235

COMMENTI DEI LETTORI A «Il mercato unico dei servizi»

Non ci sono commenti per questo volume.

ALTRI SUGGERIMENTI