Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Copertina di 'Teoria e prassi della prova. Profili processual-filosofici'

Ingrandisci immagine


Teoria e prassi della prova. Profili processual-filosofici

(Universitaria)


di

Bargi Alfredo, Gaito Alfredo, Sagnotti Simona C.

 

Normalmente disponibile in 7/8 giorni lavorativi
In promozione

DETTAGLI DI «Teoria e prassi della prova. Profili processual-filosofici»

Tipo Libro
Titolo Teoria e prassi della prova. Profili processual-filosofici
Autori
Editore

UTET Giuridica


EAN 9788859803843
Pagine 152
Data 2009
Collana Universitaria

INDICE DI «Teoria e prassi della prova. Profili processual-filosofici»

Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

DICE SOMMARIO




Prefazione (AL F R E D O GA I T O ) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Pag. IX
Premessa (SI M O N A CA R L O T T A SA G N O T T I ) . . . . . . . . . . . . . . . ╗ XI


CAPITOLO I

Prova, diritto, verita
di SI M O N A CA R L O T T A SA G N O T T I
1. Premessa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 1
2. Provando e riprovando . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 2
3. Caratteri intrinseci o essenziali della prova . . . . . . . . . . . . . ╗ 4
4. ┴
Logicita della prova . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 5
4.1. La prova peritale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 6
4.2. La prova testimoniale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 7
4.3. Una prima conclusione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 9
5. Provare con indizi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 11
6. Rilevanza probatoria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 12
7. Il contraddittorio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 14
8. ┴ ┴
Probita e probabilita della prova . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 17


CAPITOLO II
Cultura del processo e concezione della prova
di AL F R E D O BA R G I
1. ``Processo'' e ``procedimento'' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 19
2. Diritto sostanziale e diritto processuale penale . . . . . . . . . . . ╗ 22


Sezione I
L'influenza dei principali mutamenti istituzionali, dal
diritto comune al codice del 1930, sul modello del pro-
cesso penale e sul sistema delle prove

1. L'ordo iudiciarius e l'ordine isonomico della conoscenza, quali archetipi
del sistema accusatorio del diritto comune . . . . . . . . . . . . . ╗ 25
2. L'erosione del modello accusatorio e l'avvento dell'ordine asimmetrico
della conoscenza nel modello processuale romano-canonico (secolo
XII), in concomitanza con la concezione assolutistica dello stato . . . ╗ 28
VI Indice sommario


3. I mutamenti del modello processuale nell'era della codificazione (secoli
XVII-XVIII): la teoria scientifica della prova . . . . . . . . . . . . . Pag. 29
4. Il sistema processuale misto del codice napoleonico del 1808 . . . . ╗ 31
5. Il codice di procedura penale del 1930: a) l'influenza sul sistema proba-

torio della teoria della difesa sociale e la ricerca della verita materiale
come scopo del processo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 33
┴ ┴
5.1. Segue: b) l'indirizzo tecnico giuridico: neutralita ed apoliticita del
diritto e teorizzazione inquisitoria del processo e del sistema proba-
torio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 34
5.2. Segue: c) il potenziamento del ruolo del pubblico ministero nella ri-
costruzione del fatto e la declinazione del libero convincimento del
giudice come libera interpretazione delle regole probatorie . . . ╗ 36


Sezione II
Le nuove linee assiologiche dello ``Stato costituzionale''
e le evoluzioni delle teorie della conoscenza e dell'argo-
mentazione

1. Il riconoscimento dei diritti fondamentali della persona ed il nuovo
concetto di giustizia nel diritto internazionale, quali criteri ermeneutici
del nuovo paradigma di argomentazione giuridica . . . . . . . . . ╗ 39
2. La nuova concezione della dogmatica giuridica. L'incidenza della pre-

comprensione nella teoria della conoscenza della verita e nell'ermeneu-
tica giuridica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 41
3. ┴
Il rinnovato statuto della epistemologia come ricerca della verita proba-
bile. La riscoperta della filosofia pratica e la formazione della prova in

contraddittorio funzionale alla razionalita della decisione come corri-
spondenza al vero . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 44
4. La verificazione e falsificazione dell'ipotesi accusatoria nella teoria del
``cognitivismo processuale'' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 47
5. Il modello costituzionale del processo verso la ``giusta decisione'' pri-

ma della riforma dell'art. 111 Cost.: a) la circolarita dei principi costitu-
zionali a tutela dei diritti processuali dell'imputato . . . . . . . . . ╗ 48
5.1. Segue: b) le linee guida del modello processuale accusatorio nella

l. 16.2.1987, n. 81: la centralita del contraddittorio nel sistema pro-
batorio ed il mutamento del rapporto tra ``dialettica probatoria
esterna'' e ``dialettica probatoria interna'' . . . . . . . . . . . . ╗ 53


Sezione III
Le situazioni soggettive e il diritto delle prove nel co-
dice del 1988

1. ┴
La priorita logica ed assiologica assegnata alla funzione giurisdizionale.
Il ruolo di parte del pubblico ministero. La separazione tra fase ``proce-
Indice sommario VII


dimentale'' e fase ``processuale'' in funzione della concezione dialettica
della prova . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Pag. 55
2. La nuova configurazione della situazione soggettiva dell'imputato: il
potere dispositivo sulla prova e la valorizzazione del suo consenso nel-
l'ambito del procedimento probatorio. La contestuale introduzione della
``colpa processuale'' e dell'onere di collaborazione . . . . . . . . . ╗ 59
3. ┴
La concezione dialettica della prova: a) il principio di oralita quale co-
rollario del principio del contraddittorio . . . . . . . . . . . . . . ╗ 64
3.1. Segue: b) il diritto alla prova ed il ``residuale'' potere di iniziativa

probatoria del giudice. L'inutilizzabilita del risultato probatorio

nella concezione relativistica della prova: la centralita dell'art. 526
c.p.p. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 65
3.2. Segue: c) la presunzione di non colpevolezza come regola di giudi-
zio e la struttura normativa della motivazione . . . . . . . . . ╗ 67
4. La svolta inquisitoria degli anni '90: a) il ritorno della giurisprudenza
costituzionale del 1992 alla cultura del codice del 1930, ed il declas-

samento del principio di oralita . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 68
4.1. Segue: b) il revirement normativo nella l. 7.8.1992, n. 356 . . . . . ╗ 71
4.2. Segue: c) l'espansione dei poteri di iniziativa probatoria del giudice
nella singolare interpretazione dell'art. 507 c.p.p. nella giurispru-

denza di legittimita e costituzionale . . . . . . . . . . . . . . ╗ 73

4.3. Segue: d) la dilatazione di casi di applicabilita dell'incidente proba-
torio, esteso anche all'udienza preliminare. Lo spostamento del ba-
ricentro dell'accertamento processuale dal dibattimento alla fase
delle indagini preliminari o dell'udienza preliminare . . . . . . ╗ 74
4.4. Segue: e) la contraddittoria oscillazione del legislatore tra cultura in-
quisitoria ed accusatoria nella l. 16.12.1999, n. 479 . . . . . . . ╗ 76
5. Il modello del ``giusto processo'' delineato dall'art. 111 Cost.: l'elevazio-
ne al rango costituzionale del contraddittorio e del diritto dell'imputato
a difendersi provando . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 79
6. Le modifiche introdotte dalla l. 1.3.2001, n. 63: a) le immediate resisten-
ze per il nuovo modello processuale . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 81
6.1. Segue: b) l'ostinata difesa dei criteri tradizionali di valutazione della
prova cautelare . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 85
6.2. Segue: c) l'eterogenesi dei fini: la ``destrutturazione'' del sistema
processuale come conseguenza dell'accentuato potere dispositivo
sulla prova e sulla scelta del rito assegnato all'imputato . . . . . ╗ 86
6.3. Segue: d) la ``decodificazione'' giurisprudenziale, fonte di una pro-
cedura penale ``invisibile'' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 87

6.4. Segue: e) le incertezze assiologiche della comunita dei giuristi e la
progressiva evanescenza della cultura del giusto processo . . . . ╗ 91
VIII Indice sommario


CAPITOLO III

Il procedimento probatorio (tra vischiosita della tradi-
zione e prospettive europee)
di AL F R E D O GA I T O
1. Prova e ``giusto processo'' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Pag. 95
2. Tipologia processuale e individuazione del thema probandum . . . . ╗ 96
3. ┴
Effettivita del contraddittorio e diritto alla prova. . . . . . . . . . . ╗ 100
4. ``Diritto alla prova'' e ``onere della prova''. . . . . . . . . . . . . . ╗ 106
5. L'incidente probatorio e la prova per rogatoria . . . . . . . . . . . ╗ 111
6. La prova indiziaria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 113
7. ┴ ┴
Dalla ``tassativita'' alla ``atipicita'' della prova . . . . . . . . . . . ╗ 116
8. La prova illecita . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 117
9. I criteri di valutazione della prova . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 122
10. La parabola del c.d. ``libero convincimento'' e la motivazione come

strumento di controllo e garanzia per l'effettivita del diritto alla prova ╗ 126
11. La rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale . . . . . . . . . . . ╗ 128
12. La prova nuova nella revisione . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 133
13. Verso nuovi equilibri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ╗ 135

COMMENTI DEI LETTORI A «Teoria e prassi della prova. Profili processual-filosofici»

Non ci sono commenti per questo volume.

LIBRI AFFINI A «Teoria e prassi della prova. Profili processual-filosofici»

REPARTI IN CUI È CONTENUTO «Teoria e prassi della prova. Profili processual-filosofici»