Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Copertina di 'Sistema penale e sicurezza pubblica. Le riforme del 2009'

Ingrandisci immagine


Sistema penale e sicurezza pubblica. Le riforme del 2009


di

Corbetta Stefano, Della Bella Angela, Gatta G. Luigi

 

Normalmente disponibile in 7/8 giorni lavorativi
In promozione

DETTAGLI DI «Sistema penale e sicurezza pubblica. Le riforme del 2009»

Tipo Libro
Titolo Sistema penale e sicurezza pubblica. Le riforme del 2009
Autori
Editore

Ipsoa


EAN 9788821730924
Pagine 576
Data ottobre 2009
Peso 702 grammi

INDICE DI «Sistema penale e sicurezza pubblica. Le riforme del 2009»

Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

Sommario




SOMMARIO


INTRODUZIONE

di Emilio Dolcini e Giorgio Marinucci

1. ............................................................................................................................ XXI


PARTE I
MODIFICHE IN MATERIA DI DIRITTO PENALE


SEZIONE I
MODIFICHE AL CODICE PENALE
A) DISPOSIZIONI DI PARTE GENERALE
Capitolo 1
Circostanze aggravanti comuni

Gian Luigi Gatta

1.1 Aggravante della 'minorata difesa': espresso rilievo alla vulnerabilità
della vittima in ragione dell'età....................................................................... 5
1.2 Aggravante della 'clandestinità': non più riferibile agli stranieri comunitari .. 7
1.3 Nuova aggravante per i delitti contro la persona commessi a danno di mi-
nori all'interno o nelle adiacenze di istituti di istruzione o di formazione ....... 11
1.4 Nuova aggravante per il caso di concorso nel reato con minori o se-
minfermi di mente ........................................................................................... 15


Capitolo 2
Disciplina delle pene pecuniarie

Angela Della Bella

2.1 La ridefinizione dei limiti minimi e massimi delle pene pecuniarie.......... 19
2.2 I nuovi criteri di ragguaglio tra pena detentiva e pena pecuniaria ............ 20
2.3 Il mancato aggiornamento del criterio di ragguaglio per la conversione
delle pene pecuniarie ....................................................................................... 21

V
Sommario




Capitolo 3
Espulsione ed allontanamento dello straniero dallo Stato
Gian Luigi Gatta
3.1 Esecuzione delle misure di sicurezza dell'espulsione e
dell'allontanamento dello straniero dallo Stato: disciplina trasferita nel
codice di rito..................................................................................................... 25
3.2 Esecuzione della misura di sicurezza dell'espulsione del cittadino di
uno Stato non appartenente all'Unione europea e dell'apolide................ 26
3.3 Esecuzione della misura di sicurezza dell'allontanamento del cittadino
di uno Stato membro dell'Unione europea ................................................. 26
3.3.1 (Segue) Criteri in conformità dei quali deve avvenire
l'allontanamento dallo Stato dello straniero comunitario ............. 27
3.4 Ambito di applicazione dei nuovi artt. 183-bis e 183-ter disp. att. c.p.p. . 28


B) DISPOSIZIONI DI PARTE SPECIALE
DELITTI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Capitolo 4
Reintroduzione del delitto di oltraggio a pubblico ufficiale
Roberto Pasella
4.1 Il nuovo art. 341-bis c.p............................................................................. 31
4.1.1 Premessa.......................................................................................... 31
4.1.2 I beni giuridici tutelati ................................................................... 33
4.1.3 La pubblicità dell'offesa ................................................................ 34
4.1.3.1 Luogo pubblico o aperto al pubblico ........................ 34
4.1.3.2 Presenza di più persone ............................................... 35
4.1.3.3 La pubblicità dell'offesa come oggetto del dolo ...... 36
4.1.4 La contestualità dell'offesa al compimento di un atto
d'ufficio ........................................................................................... 36
4.1.4.1 Atto d'ufficio ................................................................. 37
4.1.5 L'offesa recata al pubblico ufficiale 'a causa o nell'esercizio
delle sue funzioni' ......................................................................... 38
4.1.6 La presenza dell'offeso come requisito inespresso della fatti-
specie ............................................................................................... 39
4.1.6.1 Il concetto di presenza dell'offeso ............................. 40
4.1.7 Le modalità della condotta: l'offesa recata mediante violenza
o minaccia ....................................................................................... 40
4.1.8 L'applicabilità dell'esimente della reazione agli atti arbitrari.... 41
4.1.9 L'aggravante dell'attribuzione di un fatto determinato e la
prova liberatoria ............................................................................. 42

VI
Sommario




4.1.10 Il risarcimento del danno come causa estintiva del reato ......... 43


DELITTI CONTRO L'AMMINISTRAZIONE DELLA GIUSTIZIA

Capitolo 5
Ritrattazione: estensione al delitto di favoreggiamento personale
Guido Piffer
5.1 Estensione della ritrattazione al reato di favoreggiamento personale...... 49
5.2 Il favoreggiamento personale mediante mendacio alla polizia giudiziaria . 49
5.3 Il favoreggiamento dichiarativo nelle sentenze della Corte costituzionale 51
5.4 La scelta operata dal legislatore del 2009...................................................... 52


Capitolo 6
Mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice:
modifica della fattispecie
Ilio Mannucci Pacini
6.1 Premessa............................................................................................................ 57
6.2 La modifica della fattispecie di cui all'art. 388, comma 1, c.p. relativa al
presupposto del reato...................................................................................... 57
6.3 La modifica della fattispecie di cui all'art. 388, comma 1, c.p. relativa
alla natura degli obblighi cui l'elusione è diretta.......................................... 60
6.4 La modifica della fattispecie di cui all'art. 388, comma 2, c.p. ................. 62
6.5 Conclusioni ....................................................................................................... 64


Capitolo 7
Nuovo delitto di 'agevolazione' ai detenuti in '41-bis'
Angela Della Bella
Rinvio alla Parte III, Capitolo 3.. ......................................................................... 65


Capitolo 8
Reazione agli atti arbitrari del pubblico ufficiale
o dell'incaricato di pubblico servizio
Roberto Pasella
8.1 Introduzione dell'art. 393-bis c.p. .................................................................. 69



VII
Sommario




DELITTI CONTRO L'ORDINE PUBBLICO

Capitolo 9
Associazione per delinquere: nuova aggravante
Guido Piffer
9.1 L'associazione per delinquere finalizzata alla commissione del delitto
di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina aggravato................... 73
9.2 Natura giuridica e ambito di applicazione ................................................... 74
9.3 Profili processuali ............................................................................................ 76


DELITTI CONTRO LA MORALITÀ PUBBLICA E IL BUON COSTUME

Capitolo 10
Atti osceni: nuova aggravante
Gian Luigi Gatta
10.1 Nuova aggravante per i fatti commessi all'interno o nelle immediate
vicinanze di luoghi abitualmente frequentati da minori ............................ 79


DELITTI CONTRO LA FAMIGLIA

Capitolo 11
Nuovo delitto di sottrazione e trattenimento di minore all'estero
Marco Scoletta
11.1 Inquadramento politico-criminale e oggettività giuridica......................... 85
11.2 La struttura del fatto tipico........................................................................... 87
11.3 La sottrazione 'consensuale' del minore all'estero .................................. 89
11.4 La sanzione principale e la pena accessoria................................................ 90
11.5 La clausola di riserva e il concorso di reati................................................. 91
11.6 Profili di diritto intertemporale .................................................................... 93


DELITTI CONTRO LA PERSONA

Capitolo 12
Omicidio doloso: nuove aggravanti
Luca Pistorelli
12.1 Nuova aggravante per i fatti compiuti in occasione della commissione
di reati in materia sessuale .............................................................................. 97

VIII
Sommario




12.2 Nuova aggravante per il fatto commesso dall'autore del delitto di
stalking (rinvio).................................................................................................. 99


Capitolo 13
Omicidio preterintenzionale, lesioni personali dolose e mutilazioni
genitali femminili: aggravanti ex art. 585 c.p.
Sara Turchetti

13.1 Previgente formulazione dell'art. 585 c.p.................................................... 103
13.2 Estensione delle aggravanti ex art. 585 c.p. ai reati di 'pratiche di mu-
tilazione degli organi genitali femminili'...................................................... 103
13.2.1 Ambito di applicabilità ........................................................................ 103
13.2.2 Situazioni aggravanti il reato............................................................... 104
13.2.3 Rapporti con altre circostanze............................................................ 105
13.2.4 Concorso apparente di circostanze ................................................... 106
13.3 Circostanze aggravanti del fatto commesso da persona travisata o da
più persone riunite ........................................................................................... 107
13.3.1 Ambito di applicabilità ed effetti delle circostanze aggravanti ..... 107
13.4 Fatto commesso 'da persona travisata' ..................................................... 108
13.4.1 Imputazione soggettiva dell'aggravante ........................................... 108
13.5 Fatto commesso 'da più persone riunite' ................................................. 109
13.5.1 Situazione aggravante il reato ............................................................ 109
13.5.2 Rapporti con il concorso di persone nel reato................................ 110


Capitolo 14
Delitti contro la personalità individuale: attenuante della collaborazione
e nuove pene accessorie
Marco Scoletta

14.1 La nuova attenuante di collaborazione per i delitti contro la persona-
lità individuale .................................................................................................. 113
14.1.1 Il campo di applicazione dell'attenuante........................................... 114
14.1.2 La struttura dell'attenuante ................................................................ 115
14.1.3 I rapporti con le altre circostanza dell'art. 600-sexies c.p. ............ 117
14.2 Le nuove pene accessorie previste dall'art. 602-bis c.p............................. 118
14.2.1 Contenuto e ambito di applicazione ................................................ 118
14.2.2 I problemi di coordinamento e la reale porta innovativa dell'art.
602-bis c.p............................................................................................. 119

IX
Sommario




Capitolo 15
Nuovo delitto di impiego di minori nell'accattonaggio
Marco Scoletta
15.1 Le ragioni della riformulazione del reato e il nuovo oggetto della tute-
la. La comunicazione al tribunale dei minorenni prevista dall'art. 609-
decies c.p. ............................................................................................................ 123
15.2 Gli elementi di novità nella struttura tipica del delitto............................. 124
15.3 La nuova pena detentiva e la mancata previsione della pena accessoria.. 127
15.4 La clausola di riserva e il concorso di reati ............................................... 128
15.4.1 Riduzione o mantenimento in schiavitù........................................... 128
15.4.2 Violenza privata ................................................................................... 129
15.4.3 Maltrattamenti in famiglia o verso fanciulli ..................................... 129
15.5 Profili di diritto intertemporale.................................................................... 131


Capitolo 16
Sequestro di persona: nuove circostanze aggravanti e attenuanti
Marco Scoletta
16.1 Le nuove circostanze aggravanti per il 'sequestro di minori' ............... 135
16.1.1 (segue) La morte come conseguenza voluta dal colpevole............ 137
16.1.2 In particolare: la morte come conseguenza non voluta o voluta
solo da uno dei concorrenti .............................................................. 138
16.2 L'attenuante premiale della collaborazione post delictum nel sequestro
di minori ................................................................................................................. 139
16.2.1 Il beneficiario dell'attenuante e le singole condotte di ravvedi-
mento ................................................................................................... 139
16.2.2 La determinazione della diminuzione di pena................................. 142


Capitolo 17
Violenza sessuale: nuova aggravante
Gian Luigi Gatta
17.1 Nuova aggravante per i fatti commessi all'interno o nelle immediate vici-
nanze di istituto di istruzione o di formazione frequentato dalla persona offesa.. 147


Capitolo 18
Nuovo delitto di 'atti persecutori' (cd. stalking)
Luca Pistorelli
18.1 Lo stalking come problema sociale............................................................... 153

X
Sommario




18.2 L'introduzione nel codice penale del delitto di 'Atti persecutori'......... 156
18.3 La condotta tipica........................................................................................... 158
18.4 L'evento ........................................................................................................... 163
18.5 L'elemento soggettivo ................................................................................... 168
18.6 L'interesse tutelato e la clausola di sussidiarietà ....................................... 169
18.7 Le circostanze aggravanti previste dall'art. 612-bis c.p. ........................... 171
18.8 Procedibilità .................................................................................................... 172
18.9 La procedura di ammonimento e la circostanza aggravante connessa... 173
18.10 L'omicidio aggravato dagli atti persecutori .............................................. 176
18.11 Problemi di diritto intertemporale ............................................................. 178


Capitolo 19
Violazione di domicilio: aumento del minimo edittale e arresto
facoltativo in flagranza
Gian Luigi Gatta
19.1 Aumento da quindici giorni a sei mesi del minimo edittale della reclusione.. 183
19.2 Previsione dell'arresto facoltativo in flagranza .......................................... 183


DELITTI CONTRO IL PATRIMONIO

Capitolo 20
Furto: nuove aggravanti
Sara Turchetti
20.1 Fatto 'commesso all'interno di mezzi di pubblico trasporto'................ 187
20.1.1 Natura ed effetti dell'aggravante ........................................................ 187
20.1.2 Situazione aggravante il reato e nozione di 'pubblico trasporto'
................................................................................................................ 188
20.1.3 Concorso di circostanze...................................................................... 189
20.1.4 Rapporto con le altre circostanze di cui all'art. 625 c.p.................. 189
20.1.5 Rapporto con le circostanze comuni di cui all'art. 61 c.p. ............. 190
20.1.6 Imputazione soggettiva dell'aggravante ............................................ 191
20.2 Fatto 'commesso nei confronti di persona che si trovi nell'atto di
fruire ovvero che abbia appena fruito dei servizi di istituti di credi-
to, uffici postali o sportelli automatici adibiti al prelievo di denaro' . 191
20.2.1 Natura ed effetti dell'aggravante ........................................................ 192
20.2.2 Situazioni aggravanti il reato............................................................... 192
20.2.2.1 Persona che si trovi 'nell'atto di fruire.............................. 192
20.2.2.2 Persona che abbia 'appena fruito' .................................... 193

XI
Sommario




20.2.2.3 'Servizi' oggetto della fruizione ........................................ 194
20.2.2.4 Fonti del servizio.................................................................. 194
20.2.2.5 Nozione di 'istituto di credito' ......................................... 194
20.2.3 Concorso di circostanze...................................................................... 194
20.2.4 Rapporto con le altre circostanze di cui all'art. 625 c.p. ................ 195
20.2.5 Rapporto con le circostanze comuni di cui all'art. 61 c.p.............. 195
20.2.6 Imputazione soggettiva dell'aggravante............................................ 195


Capitolo 21
Rapina: nuove aggravanti
Sara Turchetti

21.1 Fatto commesso 'nei luoghi di cui all'art. 624-bis c.p.' ........................... 199
21.1.1 Natura ed effetti dell'aggravante........................................................ 200
21.1.2 Situazione aggravante il reato............................................................. 200
21.1.3 Rapporto con le altre circostanze di cui all'art. 628 c.p. ................ 201
21.1.4 Deroga al regime di bilanciamento delle circostanze ai sensi
dell'art. 69 c.p....................................................................................... 201
21.1.5 Imputazione soggettiva dell'aggravante............................................ 202
21.2 Fatto commesso 'all'interno di mezzi di pubblico trasporto' ............... 202
21.2.1 Natura ed effetti dell'aggravante........................................................ 202
21.2.2 Situazione aggravante il reato............................................................. 203
21.2.3 Rapporto con le altre circostanze di cui all'art. 628 c.p. ................ 203
21.2.4 Deroga al regime di bilanciamento delle circostanze ai sensi
dell'art. 69 c.p....................................................................................... 203
21.2.5 Imputazione soggettiva dell'aggravante............................................ 203
21.3 Fatto commesso 'nei confronti di persona che si trovi nell'atto di
fruire ovvero che abbia appena fruito dei servizi di istituti di credito,
uffici postali o sportelli automatici adibiti al prelievo di denaro' ............ 204
21.3.1 Natura ed effetti dell'aggravante........................................................ 204
21.3.2 Situazioni aggravanti il reato .............................................................. 204
21.3.3 Rapporto con le altre circostanze di cui all'art. 628 c.p. ................ 204
21.3.4 Deroga al regime di bilanciamento delle circostanze ai sensi
dell'art. 69 c.p....................................................................................... 205
21.3.5 Imputazione soggettiva dell'aggravante............................................ 205
21.4 Il nuovo comma 4 dell'art. 628 c.p.: estromissione di alcune aggra-
vanti dal regime di bilanciamento delle circostanze.......................................... 205
21.4.1 Disciplina .............................................................................................. 206
21.4.2 Circostanze sottratte al regime di bilanciamento ............................ 207

XII
Sommario




Capitolo 22
Danneggiamento, deturpazione e imbrattamento di cose altrui
Luca Pistorelli
22.1 L'estensione dell'aggravante di cui all'art. 635, comma 2, n.3) c.p. ........ 211
22.2 La subordinazione della sospensione condizionale della pena in caso
di condanna per il reato di danneggiamento................................................ 213
22.3 La riconfigurazione delle aggravanti del delitto di cui all'art. 639 c.p. ... 214


Capitolo 23
Truffa: nuova aggravante
Sara Turchetti
23.1 Truffa aggravata dall'aver 'profittato di circostanze di tempo, di luo-
go o di persona, anche in riferimento all'età, tali da ostacolare la pub-
blica o privata difesa' ...................................................................................... 219
23.1.1 Natura ed effetti dell'aggravante ........................................................ 220
23.1.2 Situazione aggravante il reato. (Rinvio)............................................. 220
23.1.3 Rapporto con le altre circostanze di cui all'art. 640, comma 2, c.p.... 220
23.1.4 Imputazione soggettiva dell'aggravante ............................................ 220


SEZIONE II
MODIFICHE A LEGGI PENALI COMPLEMENTARI

A)DISPOSIZIONI PENALI DEL T.U. IMMIGRAZIONE

Capitolo 1
Utilizzazione di documenti di soggiorno contraffatti
Giorgio Barbuto
1.1 La falsificazione del titolo di ingresso e di soggiorno ................................. 223
1.2 Le nuove ipotesi delittuose dell'utilizzo di uno di tali documenti con-
traffatti od alterati ............................................................................................ 225


Capitolo 2
Inottemperanza all'ordine di esibizione di documenti
di identificazione e del permesso di soggiorno
Giorgio Barbuto
2.1 L'obbligo di esibizione dei documenti di viaggio e soggiorno a richie-
sta degli organi di pubblica sicurezza............................................................ 229

XIII
Sommario




2.2 Le modifiche introdotte al reato: alcune precisazioni sulla condotta e
l'inasprimento della pena................................................................................ 231


Capitolo 3
Nuovi reati di ingresso e di soggiorno illegale
dello straniero nello Stato
Angelo Caputo

3.1 Profili generali................................................................................................... 235
3.2 L'ingresso illegale............................................................................................. 237
3.3 Il soggiorno illegale.......................................................................................... 239
3.3.1 La situazione tipica: la permanenza illegale nel territorio dello
Stato ...................................................................................................... 240
3.3.2 L'omissione dell'azione prescritta: la mancata previsione della
clausola 'senza giustificato motivo' e del termine per
l'ottemperanza ..................................................................................... 243
3.4 La disciplina sanzionatoria ............................................................................. 247
3.5 L'esclusione del nulla osta all'espulsione e le diverse tipologie di sen-
tenza di non luogo a procedere ..................................................................... 252
3.6 Considerazioni conclusive e (ulteriori) profili di illegittimità costituzionale. 254


Capitolo 4
Disposizioni contro le immigrazioni clandestine
Luca Pistorelli

4.1 La modifica delle fattispecie ........................................................................... 259


Capitolo 5
Cessione a titolo oneroso di immobile allo straniero clandestino
Giorgio Barbuto

5.1 Premessa............................................................................................................ 265
5.2 Il delitto di cessione a titolo oneroso di un immobile allo straniero
clandestino: la versione originaria ................................................................. 267
5.3 Le modifiche introdotte con la novella del 2009: l'irrilevanza della so-
pravvenuta carenza del titolo di soggiorno.................................................. 268

XIV
Sommario




Capitolo 6
Ingiustificata inosservanza
dell'ordine di allontanamento del Questore
Angelo Caputo
6.1 Premessa ............................................................................................................ 273
6.2 Le modifiche all'art. 14, comma 5-ter, t.u. imm........................................... 276
6.3 Le altre modifiche all'art. 14........................................................................... 278


B) DISPOSIZIONI PENALI DEL CODICE DELLA STRADA

Capitolo 7
Guida in stato di ebbrezza e sotto l'effetto di stupefacenti: nuova
aggravante e sanzioni amministrative accessorie
Ilio Mannucci Pacini
7.1 Le modifiche alle fattispecie di reato del codice della strada:
l'aggravante dell'ora notturna......................................................................... 285
7.2 Le altre modifiche al codice della strada penalmente rilevanti:
l'aumento della durata della sanzione amministrativa accessoria ............. 288
7.3 (segue) Ritiro, sospensione e revoca della patente in caso di violazioni
commesse alla guida di veicoli per i quali non è richiesta la patente........ 289


C) DISPOSIZIONI PENALI IN MATERIA DI ARMI

Capitolo 8
Modifiche alla disciplina penale in materia di armi
Marco Alma
8.1 Aggravante per il porto d'armi (da guerra o comuni da sparo) in luogo
pubblico o aperto al pubblico ........................................................................ 293
8.1.1 La nuova natura della circostanza aggravante.................................... 295
8.1.2 La clausola di riserva.............................................................................. 296
8.1.3 Le situazioni aggravanti il reato............................................................ 298
8.1.4 I problemi di diritto intertemporale .................................................... 303
8.2 Aggravanti per il porto di armi od oggetti atti ad offendere ..................... 304
8.2.1 Ambito di applicabilità .......................................................................... 304
8.2.2 Le nuove situazioni aggravanti il reato................................................ 305
8.2.3 La clausola di riserva.............................................................................. 306
8.3 Gli strumenti di autodifesa ............................................................................. 307
8.4 Modifiche in materia di misure di prevenzione........................................... 308

XV
Sommario




8.4.1 L'opposizione al provvedimento......................................................... 309
8.4.2 I nuovi beni introdotti nell'elenco....................................................... 310


D) DISPOSIZIONI PENALI A TUTELA DEI SOGGETTI DISABILI

Capitolo 9
Aggravanti per i reati commessi ai danni dei disabili
Sara Turchetti

9.1 Introduzione: l'art. 36 della l. 5 febbraio 1992, n. 104 .............................. 315
9.1.1 La novella ad opera della l. n. 94/2009 .............................................. 315
9.1.2 Natura ed effetti dell'aggravante ........................................................ 315
9.1.3 Ambito di applicazione......................................................................... 316
9.1.4 Soggetti passivi del reato ...................................................................... 316
9.1.5 Concorso di circostanze ....................................................................... 317
9.1.6 Imputazione soggettiva dell'aggravante ............................................. 318


E) MISURE DI PREVENZIONE

Capitolo 10
Modifiche alla disciplina delle misure di prevenzione
Maria Francesca Cortesi

10.1 Premessa.......................................................................................................... 321
10.2 Il nuovo titolo della l. 31 maggio 1965, n. 575.......................................... 325
10.3 Ancora nuovi destinatari delle misure di prevenzione 'antimafia'........ 326
10.4 I ritocchi al sistema applicativo delle misure di prevenzione 'antimafia' .. 330
10.5 (segue) I criteri applicativi delle misure di prevenzione personali e pa-
trimoniali........................................................................................................... 337
10.6 Il registro delle notizie di prevenzione ....................................................... 345
10.7 Le modalità esecutive del sequestro di cui alla l. n. 575/1965 ................ 347
10.8 L'amministratore giudiziario ........................................................................ 350
10.9 La modifica della disciplina in tema di spese di conservazione di beni
sequestrati ......................................................................................................... 354
10.10 Il regime di destinazione dei beni oggetto di confisca di prevenzione 355
10.11 Le modifiche all'applicazione della confisca ex art. 12-sexies d.l. 8 giu-
gno 1992, convertito, con modificazioni, dalla l. 7 agosto 1992, n. 356.... 357

XVI
Sommario




Capitolo 11
Nuova disciplina in materia di 'gruppi
che favoriscono il terrorismo'
Tomaso Emilio Epidendio
11.1 La sospensione dell'attività dei gruppi......................................................... 365
11.2 Il procedimento per la sospensione dell'attività......................................... 367
11.3 Lo scioglimento del gruppo .......................................................................... 368
11.4 I soggetti passivi e la libertà di associazione............................................... 368


F) RESPONSABILITÀ DELLE PERSONE GIURIDICHE

Capitolo 12
Nuove ipotesi di responsabilità amministrativa degli enti
Marco Scoletta
12.1 Il doppio binario sanzionatorio in materia di criminalità organizzata.... 373
12.2 Il catalogo dei nuovi reati-presupposto e le relative sanzioni.................. 373
12.3 I meccanismi moltiplicatori della responsabilità dell'ente........................ 375
12.4 I rapporti sistematici con i reati già presupposto della responsabilità
dell'ente.............................................................................................................. 376
12.5 Gli attriti con il principio di legalità dei reati dell'ente.............................. 378
12.6 I riflessi problematici sulla costruzione dei modelli di organizzazione.. 379


PARTE II
MODIFICHE IN MATERIA
DI DIRITTO PROCESSUALE PENALE

SEZIONE I
MODIFICHE AL CODICE DI PROCEDURA PENALE

Capitolo 1
Indagini di criminalità organizzata, sequestro preventivo,
nuove ipotesi di arresto
Aurelio Barazzetta
1.1 L'inserimento del delitto di cui all'art. 12, comma 3, d.lgs. n. 286/1998
nel catalogo dell'art. 407, comma 2, lett. a), c.p.p. ...................................... 385
1.1.1 La modifica dell'art. 407, comma 2, lett. a), c.p.p.............................. 385
1.1.2 La naturale sedes materiae......................................................................... 386
1.1.3 Il circuito differenziato in cui la norma è inserita.............................. 387

XVII
Sommario




1.2 L'accesso del Procuratore Nazionale Antimafia ai registri di prevenzione... 390
1.2.1 Il quadro generale in cui si innesta la modifica.................................. 391
1.2.2 La questione di utilizzabilità degli atti................................................. 392
1.2.3 La modifica che riguarda il comma 2-bis ........................................... 393
1.3 Nuova regolamentazione di esecuzione del sequestro preventivo........... 394
1.3.1 Brevi cenni sul sequestro preventivo .................................................. 394
1.3.2 L'originario art. 104 disp. att. c.p.p. e i relativi problemi di inter-
pretazione ............................................................................................. 395
1.3.3 La nuova normativa............................................................................... 398
1.4 Nuove ipotesi di arresto obbligatorio e facoltativo .................................... 400
1.4.1 Struttura tipica dell'arresto si innestano le modifiche ...................... 400
1.4.2 La previsione legislativa ha retto alla censura di costituzionalità.... 401
1.4.3 Dove si innestano le modifiche ........................................................... 401


Capitolo 2
Presunzioni e misure cautelari personali
Tomaso Emilio Epidendio
2.1 L'estensione della presunzione di adeguatezza della custodia in carcere 405
2.2 Gli effetti dell'estensione: oneri motivazionali............................................ 407
2.3 Diritto transitorio e aggravamento automatico della misura .................... 409
2.4 Dubbi di costituzionalità ................................................................................ 411


SEZIONE II
MODIFICHE AL RITO DAVANTI AL GIUDICE DI PACE

Capitolo 1
Estensione della competenza, presentazione immediata a giudizio,
espulsione a titolo di sanzione sostitutiva
Simone Luerti
1.1 L'intervento normativo ................................................................................... 415
1.2 L'estensione della competenza per materia. Rinvio.................................... 416
1.3 Il nuovo procedimento speciale davanti al Giudice di pace...................... 417
1.3.1 La presentazione immediata a giudizio............................................... 418
1.3.2 La citazione contestuale ........................................................................ 420
1.3.3 Lo svolgimento del giudizio ................................................................. 423
1.3.4 La sentenza di non luogo a procedere a seguito di espulsione
amministrativa. (Rinvio)..................................................................... 424
1.4 L'espulsione a titolo di sanzione sostitutiva................................................. 424


XVIII
Sommario




SEZIONE III
MODIFICHE AL T.U. IN MATERIA DI SPESE DI GIUSTIZIA

Capitolo 1
Nuova ipotesi di gratuito patrocinio per le vittime di reati sessuali
Tomaso Emilio Epidendio
1.1 Vittime di reati sessuali e patrocinio a spese dello Stato............................. 429
1.2 Presupposti........................................................................................................ 430
1.3 Effetti ................................................................................................................. 430


PARTE III
MODIFICHE IN MATERIA DI ORDINAMENTO PENITENZIARIO

Capitolo 1
Accesso ai benefici penitenziari per gli autori di reati sessuali
Angela Della Bella
1.1 Le modifiche apportate all'art. 4-bis ord. penit. con il d.l. n. 11/2009 ..... 437
1.2 Le modifiche introdotte all'art. 4-bis ord. penit. in sede di conversione
del decreto legge............................................................................................... 438
1.3 Il nuovo comma 1-quater per gli autori dei reati sessuali ............................ 440
1.4 L'assenza di disposizioni transitorie .............................................................. 442
1.5 Le ulteriori modifiche all'art. 4-bis apportate dalla l. n. 94/2009 .............. 443


Capitolo 2
Il regime detentivo speciale di cui all'art. 41-bis ord. penit.
Angela Della Bella
2.1 Le ragioni della riforma ................................................................................... 447
2.2 Le modifiche relative ai presupposti applicativi della misura.................... 449
2.3 Le modifiche relative alla durata del decreto applicativo e alla discipli-
na della proroga................................................................................................ 452
2.4 L'abrogazione della revoca ministeriale........................................................ 455
2.5 Gli istituti per l'esecuzione del 41-bis............................................................ 456
2.6 Le modifiche al 'contenuto' del regime ...................................................... 456
2.7 Il reclamo avverso i provvedimenti ministeriali in materia di 41-bis: la
modifica del termine per impugnare e la nuova competenza del tribu-
nale di sorveglianza di Roma.......................................................................... 459

XIX
Sommario




2.8 (segue) Il reclamo avverso i provvedimenti ministeriali in materia di
41-bis: le modifiche inerenti ai poteri del Tribunale e le nuove compe-
tenze delle procure antimafia......................................................................... 464
2.9 La previsione della partecipazione a distanza alle udienze del procedi-
mento di reclamo............................................................................................. 465


Capitolo 3
Nuovo delitto di 'agevolazione' ai detenuti in '41-bis'
Angela Della Bella
3.1 Le ragioni dell'introduzione del nuovo reato............................................... 469
3.2 Gli elementi del reato...................................................................................... 470
3.3 La problematica estensione dell'art. 391-bis c.p. agli internati................... 471
3.4 Il trattamento sanzionatorio........................................................................... 472


APPENDICE
Decreto legge 23 febbraio 2009, n. 11, convertito in legge, con modi-
ficazioni, dall'art. 1, comma 1, L. 23 aprile 2009, n. 38 - Misure urgenti
in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, non-
ché in tema di atti persecutori .............................................................................. 475
Parere CSM sul testo del d.l. 23 febbraio 2009, n. 11 recante: 'Misure
urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessua-
le, nonché in tema di atti persecutori' ............................................................... 483
Legge 15 luglio 2009, n. 94 - Disposizioni in materia di sicurezza pubblica. 491
Lettera del Presidente della Repubblica in occasione della promulga-
zione della l. 15 luglio 2009, n. 94 «Disposizioni in materia di sicurezza
pubblica».................................................................................................................. 527
Parere CSM sul d.d.l. n. 733 del 3 giugno 2008, recante 'Disposizioni
in materia di sicurezza pubblica' ........................................................................ 533




XX

COMMENTI DEI LETTORI A «Sistema penale e sicurezza pubblica. Le riforme del 2009»

Non ci sono commenti per questo volume.

LIBRI AFFINI A «Sistema penale e sicurezza pubblica. Le riforme del 2009»

ALTRI SUGGERIMENTI

REPARTI IN CUI È CONTENUTO «Sistema penale e sicurezza pubblica. Le riforme del 2009»