Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Copertina di 'I provvedimenti cautelari nei giudizi contabili'

Ingrandisci immagine


I provvedimenti cautelari nei giudizi contabili

(Teoria e pratica del diritto.IV)


di

Novelli Paolo

 

Disponibile in 30/31 gg. Disponibilità incerta a causa dell'emergenza sanitaria
In promozione
Spedizione gratuita (dettagli)
Allegati: Indice

DETTAGLI DI «I provvedimenti cautelari nei giudizi contabili»

Tipo Libro
Titolo I provvedimenti cautelari nei giudizi contabili
Autore
Editore

Giuffrè


EAN 9788814149887
Pagine XVI-624
Data giugno 2009
Collana Teoria e pratica del diritto.IV

INDICE DI «I provvedimenti cautelari nei giudizi contabili»

Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

INDICE SOMMARIO


Presentazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . XIII




Parte Prima
TUTELA CAUTELARE E GIURISDIZIONE CONTABILE

CAPITOLO I
L'INQUADRAMENTO DELLA TUTELA CAUTELARE NELL'AMBITO
DEI GIUDIZI INNANZI ALLA CORTE DEI CONTI

1. Cenni sulla tutela cautelare nell'ambito del processo civile . . . . . 3
2. La definizione del ruolo della tutela cautelare nell'ambito della
giurisdizione contabile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9
3. Le pronunce della Corte costituzionale ed i riflessi sulla tutela
cautelare nell'ambito delle giurisdizioni speciali . . . . . . . . . . . 17
4. I provvedimenti cautelari nella dottrina e nella giurisprudenza del
giudice contabile. Il rilievo del sequestro conservativo come 'pro-
cesso cautelare tipo' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 22
5. La tutela cautelare atipica nei giudizi contabili . . . . . . . . . . . . 26

CAPITOLO II
LE AZIONI ESERCITABILI DAL P.M. CONTABILE A TUTELA
DELLE RAGIONI DEL CREDITORE (ERARIALE)

1. Le azioni esercitabili dal p.m. contabile a tutela delle ragioni del
creditore (erariale). Le novità introdotte dall'art. 1, 174° co. della
legge 23 dicembre 2005 n. 266. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 31
2. La delimitazione dell'ambito oggettivo e l'individuazione del giu-
dice 'competente': la pronuncia della Corte di cassazione e le
osservazioni della dottrina . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33
3. Segue: una diversa proposta ricostruttiva. . . . . . . . . . . . . . . . 45
4. Segue: le azioni esercitabili dal p.m. contabile secondo il criterio
della 'strumentalità' alla luce del diritto vigente . . . . . . . . . . . 60
VI INDICE SOMMARIO



5. Il caso particolare dell'azione esecutiva: le ragioni che escludono la
sua attribuzione alla cognizione del giudice contabile . . . . . . . . 67

CAPITOLO III
IL RUOLO DEL P.M. CONTABILE
NEI GIUDIZI DI RESPONSABILITÀ

1. L'attribuzione esclusiva della legittimazione ad agire del p.m. con-
tabile. Dalla sostituzione processuale alla sostituzione 'sostanziale' . 81
2. La definizione del ruolo del p.m. contabile e le conseguenze nel
rapporto con le altre giurisdizioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 88



Parte Seconda
I PROVVEDIMENTI CAUTELARI NEI GIUDIZI CONTABILI

CAPITOLO IV
IL SEQUESTRO CONSERVATIVO

1. Le norme speciali in materia di sequestro conservativo ed il rinvio
'dinamico' a quelle del c.p.c. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 98
2. Le ragioni delle deroghe alla disciplina del c.p.c. . . . . . . . . . . . 106
3. L'assoggettabilità del p.m. alla cauzione, alla responsabilità aggra-
vata ex art. 96 c.p.c. ed alla condanna alle spese . . . . . . . . . . . 110
4. La proposizione dell'istanza di sequestro . . . . . . . . . . . . . . . 112
5. I requisiti di concessione della misura: il fumus boni iuris. . . . . . 112
6. Segue: il periculum in mora . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 114
7. La determinazione del periculum in caso di debitori tenuti in via
solidale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 119
8. Segue: 'e nel caso di obbligati tenuti in via sussidiaria . . . . . . . 121
9. Il caso di più soggetti tenuti in via parziaria. . . . . . . . . . . . . . 126
10. L'individuazione preventiva dei beni e crediti suscettibili di seque-
stro da parte del p.m. contabile. Il problema delle indagini patrimo-
niali e bancarie. L'accesso alle banche dati . . . . . . . . . . . . . . 128
11. L'indicazione dei beni nell'istanza di sequestro . . . . . . . . . . . . 131
12. La concessione del sequestro con decreto ante causam . . . . . . . 134
13. I termini di decorrenza. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 137
14. Segue: i termini di decorrenza in caso di reclamo. . . . . . . . . . . 139
15. L'inefficacia prevista dall'art. 675 c.p.c. . . . . . . . . . . . . . . . . 141
16. Mancato accoglimento dell'istanza da parte del Presidente della
Sezione giurisdizionale. Il provvedimento di rigetto e le sue
conseguenze . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 145
INDICE SOMMARIO VII



17. Accoglimento parziale dell'istanza di sequestro. . . . . . . . . . . . 150
18. I rapporti tra la procedura cautelare, l'invito a dedurre ed il giudizio
di merito. La notificazione della citazione presso il difensore domi-
ciliatario della fase cautelare . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 152
19. Il problema dell'esecuzione e dell'attuazione delle misure cautelari. 159
20. L'attuazione e l'esecuzione dei provvedimenti d'urgenza e degli altri
provvedimenti cautelari alla luce della disciplina dettata dal nuovo
rito civile. I riflessi nel procedimento contabile . . . . . . . . . . . . 162
21. Segue: l'attuazione del sequestro conservativo. . . . . . . . . . . . . 169
22. Segue: il rilievo dell'impignorabilità dei beni . . . . . . . . . . . . . 179
23. L'attuazione del sequestro nei giudizi di responsabilità amministra-
tiva davanti alla Corte dei conti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 186
24. Istanza di sequestro ed invito a dedurre . . . . . . . . . . . . . . . . 199
25. L'individuazione del giudice designato. Il rapporto tra la 'compe-
tenza' del giudice designato e quella del Collegio . . . . . . . . . . 202
26. Le caratteristiche del credito tutelabile con il sequestro conserva-
tivo. I crediti incerti, illiquidi, futuri e condizionali . . . . . . . . . . 209
27. I beni sequestrabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 212
28. Somme dovute in ragione del rapporto di lavoro o di impiego, o di
trattamenti di fine rapporto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 214
29. Segue: l'indennità integrativa speciale delle retribuzioni . . . . . . . 218
30. Segue: i crediti alimentari . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 219
31. Segue: sussidi, indennizzi ed indennità . . . . . . . . . . . . . . . . . 222
32. Segue: le pensioni dei dipendenti pubblici e privati. . . . . . . . . . 225
33. Segue: l'indennità integrativa speciale delle pensioni . . . . . . . . . 230
34. Segue: le somme già liquidate provenienti da retribuzioni o da
pensioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 231
35. Segue: forme integrative di previdenza, assicurazioni sulla vita . . . 232
36. I crediti oggetto di sequestro o pignoramento: i crediti illiquidi,
condizionati, eventuali, e le 'prestazioni periodiche' (crediti da
lavoro, crediti pensionistici) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 239
37. Titoli di credito, azioni, ed altri valori mobiliari. Le modalità d'im-
posizione dei vincoli . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 246
38. Gli strumenti finanziari dematerializzati . . . . . . . . . . . . . . . 258
39. Segue: i fondi comuni. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 269
40. Il c.d. 'sequestro in mani proprie' ed il sequestro dei crediti vantati
per retribuzioni, emolumenti, indennità od aventi oggetto somme
comunque dovute dalla medesima amministrazione danneggiata in
dipendenza del rapporto di impiego o di servizio. . . . . . . . . . . 274
41. Il procedimento di sequestro presso terzi . . . . . . . . . . . . . . . 277
42. Le dichiarazioni dei terzi. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 281
43. La mancata comparizione del terzo; le dichiarazioni negative o
contestate. Il giudizio per l'accertamento dell'obbligo del terzo . . 286
VIII INDICE SOMMARIO



44. Segue: diverse ipotesi ricostruttive . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 296
45. Le opposizioni del terzo al sequestro conservativo contabile che
pregiudichi i suoi diritti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 307
46. Il problema della determinazione dell'oggetto del pignoramento
presso terzi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 310
47. L'esecuzione del sequestro da parte dell'ufficiale giudiziario. La
ricerca dei beni da sequestrare. Le modifiche introdotte dalle leggi
80/2005 e 52/2006. La presenza del creditore all'atto del sequestro. 313
48. Pignoramento presso terzi ed art. 513 terzo comma c.p.c. . . . . . . 322
49. Sequestro conservativo su immobili . . . . . . . . . . . . . . . . . . 324
50. La nomina del custode . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 327
51. Il sequestro di beni indivisi e di quelli ricadenti in comunione legale. 330
52. Segue: il sequestro dei conti correnti bancari cointestati . . . . . . . 345
53. Il sequestro di beni appartenenti a terzi. L'art. 2905 secondo comma
c.c. e le azioni di simulazione e revocatoria . . . . . . . . . . . . . . 360
54. Il reclamo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 365
55. Modifica, revoca ed inefficacia del provvedimento . . . . . . . . . . 377
56. Segue: la modifica o la revoca del sequestro in ragione della dedotta
impignorabilità dei crediti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 383
57. L'inefficacia del sequestro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 390
58. Il sequestro in corso di causa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 398
59. Il sequestro in appello . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 399
60. La conversione del sequestro in pignoramento (rinvio) . . . . . . . 402

CAPITOLO V
LA RITENUTA CAUTELARE
1. Inquadramento normativo dell'istituto . . . . . . . . . . . . . . . . . 403
2. Ambito applicativo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 406
3. Termini di efficacia e 'stabilità' temporale del decreto di ritenuta
cautelare . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 409
4. Il ricorso contro il decreto di ritenuta cautelare . . . . . . . . . . . 415
5. I rimedi 'tardivi' contro la ritenuta cautelare . . . . . . . . . . . . . 419
6. L'efficacia del decreto di ritenuta cautelare nei confronti degli
Istituti previdenziali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 423

CAPITOLO VI
I PROCEDIMENTI DI ISTRUZIONE PREVENTIVA E IL SEQUESTRO
DEI DOCUMENTI
1. Applicabilità dei procedimenti di istruzione preventiva nei giudizi
contabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 425
2. Il procedimento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 427
3. Il sequestro di documenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 431
INDICE SOMMARIO IX



CAPITOLO VII
LA TUTELA CAUTELARE NEI GIUDIZI PENSIONISTICI

1. Giurisdizione pensionistica e tutela cautelare . . . . . . . . . . . . . 435
2. Dalla sospensione del provvedimento impugnato ai provvedimenti
cautelari atipici. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 438
3. Inammissibilità della tutela ante causam . . . . . . . . . . . . . . . . 442
4. I presupposti per la concessione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 444
5. La competenza ed il regime delle impugnazioni . . . . . . . . . . . 445



Parte Terza
L'ESECUZIONE DELLE SENTENZE

CAPITOLO VIII
L'ESECUZIONE DELLE SENTENZE DI CONDANNA AL RISARCI-
MENTO DEL DANNO ALL'ERARIO ED IL RECUPERO DEL CREDITO
DA PARTE DELLE AMMINISTRAZIONI DANNEGGIATE

1. Introduzione. Il quadro normativo: dalla legge generale di contabi-
lità di Stato al d.p.r. 24 giugno 1998 n. 260 . . . . . . . . . . . . . . 456
2. La 'necessità' dell'esecuzione delle sentenze di condanna. I soggetti
legittimati. Le novità introdotte dall'art. 1, comma 174 della legge
266/2005 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 461
3. La disciplina dettata negli articoli 1 e 2 del d.p.r. n. 260/1998. Il
recupero del credito mediante lo strumento delle ritenute dirette . 466
4. La ritenuta disposta nei confronti di enti diversi da quelli titolari del
credito . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 468
5. La distinzione tra ritenuta (o ritenzione) cautelare e ritenuta
diretta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 477
6. Il procedimento di ritenuta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 479
7. Segue: il pagamento dilazionato, criteri e limiti della rateizzazione
concedibile. La valutazione dell'idoneità dello strumento della rite-
nuta rispetto ad altri strumenti esecutivi in caso di crediti di elevato
ammontare. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 483
8. Il concorso dei crediti. Le ipotesi di elevazione delle quote pigno-
rabili previste dall'art. 545 c.p.c. e dall'art. 2 d.p.r. n. 180/1950 . . . 491
9. Segue: il concorso delle cause di credito al di fuori del medesimo
processo esecutivo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 499
10. La coesistenza di vincoli aventi natura espropriativa e di vincoli
aventi natura volontaria. Sequestri, pignoramenti, e cessioni
volontarie . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 502
11. Il concorso della ritenuta diretta con gli altri vincoli . . . . . . . . . 506
X INDICE SOMMARIO



12. L'eccezione di compensazione del credito soddisfatto da ritenuta
nel processo esecutivo promosso da terzi creditori . . . . . . . . . . 512
13. Il problema del concorso delle cessioni volontarie . . . . . . . . . . 516
14. La distinzione tra crediti 'qualificati' e crediti 'non qualificati' , e la
qualificazione del credito erariale nelle decisioni della Corte
costituzionale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 520
15. Segue: la collocazione dei crediti erariali accertati da sentenze della
Corte dei conti nell'ambito dei crediti previsti dall'art. 2, primo
comma, n. 2, del d.p.r. n. 180/1950 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 523
16. Segue: il privilegio accordato ai crediti erariali per i quali il pubblico
ministero abbia chiesto il sequestro conservativo nel processo pe-
nale (artt. 316 e segg. c.p.p.). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 529
17. La 'compensazione impropria' dei crediti, con particolare riguardo
alla possibilità di superare i limiti di pignorabilità . . . . . . . . . . 532
18. Segue: l'applicazione dei principi della compensazione impropria ai
crediti derivanti da condanne della Corte dei conti per danno
erariale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 543
19. L'esecuzione promossa dall'Amministrazione interessata davanti al
giudice ordinario . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 549
20. Gli impedimenti nella fase esecutiva . . . . . . . . . . . . . . . . . . 555
21. Segue: il mancato rispetto, in presenza di un sequestro conservativo,
dei termini e degli adempimenti previsti dagli artt. 498 e 156 disp.
att. c.p.c. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 556
22. Segue: la mancanza sopravvenuta del titolo esecutivo per effetto
della proposizione dell'appello . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 559
23. Segue: la sentenza provvisoriamente esecutiva e l'ammissibilità della
conversione parziale del sequestro conservativo . . . . . . . . . . . 567
24. La partecipazione dell'Amministrazione danneggiata come seque-
strante all'esecuzione forzata promossa da terzi creditori verso il
presunto responsabile del danno erariale . . . . . . . . . . . . . . . 568
25. La riscossione tramite ruolo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 572
26. L'incompatibilità della riscossione tramite ruolo in caso di sequestro
conservativo disposto nel giudizio di responsabilità . . . . . . . . . 579
27. La vigilanza del p.m. contabile sull'esecuzione . . . . . . . . . . . . 581
28. Il giudizio d'interpretazione delle decisioni del giudice contabile.
Ambito di applicazione. I rapporti con l'esecuzione davanti al
giudice ordinario . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 582


CAPITOLO IX
ESECUTIVITÀ, ESECUZIONE, INTERPRETAZIONE ED OTTEMPE-
RANZA DELLE SENTENZE NEI GIUDIZI PENSIONISTICI

1. La provvisoria esecutività delle sentenze pensionistiche . . . . . . . 593
INDICE SOMMARIO XI



2. Il giudizio di ottemperanza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 595
3. Il giudizio di interpretazione delle sentenze pensionistiche ed il
giudizio di ottemperanza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 600
4. Giudizio di ottemperanza e giurisdizione ordinaria in sede di
cognizione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 604

Bibliografia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 607
Indice analitico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 625

COMMENTI DEI LETTORI A «I provvedimenti cautelari nei giudizi contabili»

Non ci sono commenti per questo volume.

LIBRI AFFINI A «I provvedimenti cautelari nei giudizi contabili»

ALTRI LIBRI DI «Novelli Paolo»

REPARTI IN CUI È CONTENUTO «I provvedimenti cautelari nei giudizi contabili»