Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Copertina di 'Giusto processo e riti speciali'

Ingrandisci immagine


Giusto processo e riti speciali

 

Disponibilità immediata
In promozione
Spedizione gratuita (dettagli)
Allegati: Indice

DETTAGLI DI «Giusto processo e riti speciali»

Tipo Libro
Titolo Giusto processo e riti speciali
Editore

Giuffrè


EAN 9788814149634
Pagine XI-538
Data giugno 2009

INDICE DI «Giusto processo e riti speciali»

Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

INDICE


Capitolo I
IL GIUSTO PROCESSO REGOLATO DALLA LEGGE
(G. Vignera)

Sezione I
LA GARANZIA DEL GIUSTO PROCESSO

1. Premessa: l'art. 111, 1o e 2o comma, Cost. quale norma vecchia nel con-
tenuto e nuova nella funzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1
2. Le interpretazioni minimalista e massimalista della clausola del giusto
processo: esame critico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6
3. La nozione di giusto processo nella dottrina . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8
4. (Segue). Nostra opinione: la giustezza del processo quale conformita dello `
stesso ai valori di civilta giuridica espressi o condivisi dalla collettivita . . . .
` ` 11
5. La funzione della clausola del giusto processo: norma di apertura del si-
stema delle garanzie costituzionali della giurisdizione . . . . . . . . . . . . . . 12
6. Esemplificazioni applicative della clausola del giusto processo: il princi-
pio del doppio grado di giurisdizione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15
7. (Segue). Il principio della pubblicita dei giudizi . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 19


Sezione II
LA RISERVA DI LEGGE IN MATERIA PROCESSUALE
1. Il principio di legalita quale fondamento primario della riserva di legge
`
ex art. 111, 1o comma Cost. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 25
2. Orientamento postulante il carattere assoluto della riserva di legge in
questione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29
3. Esame critico dell'orientamento suindicato: carattere relativo della ri-
serva di legge in discorso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 32
4. Conclusioni. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37


Sezione III
LA GARANZIA DELLA RAGIONEVOLE
DURATA DEL PROCESSO
1. La garanzia della ragionevole durata del processo quale componente del
diritto alla tutela giurisdizionale ex art. 24, 1o comma, Cost. . . . . . . . . . 42
VI Indice

2. La mortificazione della garanzia della ragionevole durata del processo
nella precedente giurisprudenza costituzionale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 45
3. La ragionevole durata del processo ex art. 111 Cost. quale garanzia di
natura oggettiva . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 48
4. Il canone della ragionevole durata del processo quale norma-parametro
nel giudizio di costituzionalita delle leggi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 50
5. La ragionevole durata del processo quale criterio di bilanciamento di al-
tri valori costituzionali inerenti alla giurisdizione. Esemplificazione ap-
plicativa relativa al procedimento monitorio: rinvio . . . . . . . . . . . . . . . . 53
6. La ragionevole durata del processo quale criterio di interpretazione adegua-
trice di norme ed istituti processuali: esemplificazione relativa all'art. 34 c.p.c.. 54
7. (Segue). Esemplificazione relativa alla sospensione c.d. facoltativa del
processo ed all'art. 42 c.p.c. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 58
8. (Segue). Esame panoramico di recenti indirizzi giurisprudenziali in su-
biecta materia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 61


Capitolo II
IL GIUSTO PROCESSO D'INGIUNZIONE
(G. Vignera)

1. Premessa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 67
2. Ratio del procedimento monitorio. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 68
3. Modalita introduttive del procedimento monitorio . . . . . . . . . . . . . . . .
` 69
4. La (apparente) autonomia del procedimento monitorio . . . . . . . . . . . . . 72
5. La (parziale) decisorieta del procedimento monitorio . . . . . . . . . . . . . .
` 73
6. La preordinazione de iure condito del procedimento monitorio alla
(sola) tutela di condanna . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 75
7. Le limitazioni probatorie del procedimento monitorio: natura esclusiva-
mente documentale delle prove utilizzabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 77
8. La non necessarieta del procedimento monitorio . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 81
9. La sommarieta del procedimento monitorio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 81
10. L'unilateralita del procedimento monitorio. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 84
11. (Segue). Tentativi di ridimensionamento di tale unilateralita . . . . . . . . . .
` 85
12. (Segue). Rilievi critici di natura metodologica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 86
13. (Segue). Rilievi critici di natura sostanziale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 88
14. (Segue). Conclusioni. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 90
15. La recente opinione sull'incostituzionalita del procedimento monitorio
`
desunta dalla garanzia del contraddittorio ex art. 111 Cost. . . . . . . . . . . 91
16. (Segue). Esame critico di tale opinione. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 94
17. (Segue). Conclusioni: compatibilita ''condizionata'' del procedimento
`
monitorio con la garanzia costituzionale del contraddittorio. . . . . . . . . . 96
18. Caratteri essenziali del giudizio di opposizione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 97
19. (Segue). In particolare, la strumentalita del giudizio di opposizione ri-
`
spetto alla precedente ingiunzione. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 99
20. La relazione funzionale intercorrente tra il giudizio di opposizione e la
precedente fase monitoria. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 102
Indice VII



21. La continuita procedimentale tra la fase monitoria ed il giudizio di op-
`
posizione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 103
22. Il falso problema di costituzionalita relativo alla (inesistente) eccessiva
`
brevita del termine di costituzione previsto per l'opponente: posizione
`
del problema . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 110
23. (Segue). L'ordinanza di rimessione Trib. Reggio Emilia 28 dicembre
2005 e la soluzione data da Corte cost. 8 febbraio 2008, n. 18. . . . . . . . 111
24. (Segue). Nostra opinione: il problema de quo quale conseguenza di un
errore di impostazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 116
25. (Segue). Il falso problema dell'incompatibilita funzionale del giudice
`
della fase monitoria e del giudice dell'opposizione . . . . . . . . . . . . . . . . 119
26. Giusto processo e stabilita del decreto ingiuntivo in funzione delle vi-
`
cende estintive del giudizio di opposizione. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 125
27. Giusto processo e provvisoria esecutivita dell'opposto decreto. I presup-
`
posti della clausola ex art. 648 c.p.c. nella dottrina e nella giurisprudenza . 127
28. (Segue). In particolare: sulla piena prova del credito quale presupposto
positivo del potere ex art. 648 c.p.c. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 131
29. (Segue). La natura di condanna con riserva della provvisoria esecutivita `
del decreto ingiuntivo desunta dai suoi specifici effetti . . . . . . . . . . . . . 133
30. (Segue). Sull'irrilevanza del periculum in mora . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 137
31. (Segue). Conclusioni. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 139
32. (Segue). In particolare: sulla sentenza di accoglimento totale dell'opposi-
zione quale causa di immediata caducazione dell'opposto decreto . . . . . 143
33. (Segue). In particolare: sulla sentenza di accoglimento totale dell'opposi-
zione quale causa di immediata caducazione dell'ipoteca giudiziale
iscritta ex art. 655 c.p.c. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 150
34. Giusto processo ed irrevocabilita dell'ordinanza ex art. 648 c.p.c. . . . . .
` 154
35. Incostituzionalita dell'irrevocabilita dell'esecutorieta invalidamente con-
` ` `
cessa al decreto ingiuntivo a norma dell'art. 642 c.p.c. . . . . . . . . . . . . . 160
36. (Segue). L'irrevocabilita de qua nella giurisprudenza costituzionale.
`
Esame critico di Corte cost. 17 giugno 1996, n. 200 . . . . . . . . . . . . . . . 162
37. (Segue). L'irrevocabilita de qua nella giurisprudenza costituzionale suc-
`
cessiva alla modifica dell'art. 111 Cost. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 166
38. (Segue). Interpretazione ''adeguatrice'' dell'art. 649 c.p.c. . . . . . . . . . . . 168


Capitolo III
LA GIURISDIZIONALIZZAZIONE
DELL'ESECUZIONE PENALE
(F. Fiorentin)

Sezione I
MODELLI PROCEDIMENTALI

1. La giurisdizionalizzazione del rapporto esecutivo penale . . . . . . . . . . .. 173
2. Giurisdizionalizzazione e giusto processo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .. 180
3. Procedimento di esecuzione: il modello procedimentale archetipo, la
sua applicazione estensiva e la conformita al giusto processo. . . . . . . .
` .. 181
VIII Indice

4. Il giusto processo e i procedimenti di sorveglianza . . . . . . . . . . . . . . . . . 190
5. Conclusioni. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 198


Sezione II
IL PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE
1. Il rito de plano . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 205
2. Il procedimento di esecuzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 213
3. Il giudice: arbitro terzo e imparziale' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 216
4. L'ipervitalita del pubblico ministero nella fase esecutiva
` . . . . . . . . . . . . 219
5. Il ruolo della difesa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 222
6. La partecipazione dell'interessato. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 225
7. ...e la sua partecipazione cosciente. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 228
8. L'attivita istruttoria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` . . . . . . . . . . . . 229


Sezione III
IL PROCEDIMENTO DI SORVEGLIANZA
1. Il procedimento di sorveglianza: profili generali . . . . . . . . . . . . . . . . . . 234
2. Terzieta e imparzialita del giudice . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` ` . . . . . . . . 237
3. Parita delle armi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` . . . . . . . . 248
3.1. La giustiziabilita dei provvedimenti anticipatori . . . . . .
` . . . . . . . . 253
3.2. La valutazione dell'inammissibilita dell'istanza . . . . . . .
` . . . . . . . . 256
4. Il contraddittorio: la difesa tecnica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 260
4.1. La partecipazione dell'interessato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 269
5. Istruttoria e contraddittorio nei procedimenti di sorveglianza. . . . . . . . . 273
6. La ragionevole durata del procedimento di sorveglianza . . . . . . . . . . . . 288


Sezione IV
I PROCEDIMENTI DI SORVEGLIANZA SPECIALI
1. I procedimenti di sorveglianza speciali. Cenni introduttivi . . . . . . . . . . . 290
2. Liberazione anticipata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 290
3. Espulsione dello straniero . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 298
4. Procedimenti per la tutela dei diritti del detenuto. . . . . . . . . . . . . . . . . 301
4.1. I reclami avverso i provvedimenti di natura disciplinare (art. 69,
lett. b), O.P.) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 311
4.2. I reclami ''generici'' al magistrato di sorveglianza (art. 35 O.P.). . . 314
5. Il reclamo contro i provvedimenti di controllo della corrispondenza . . . . 315


Capitolo IV
IL GIUSTO PROCESSO TRIBUTARIO
(A. Bodrito, A. Marcheselli)

Premessa generale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 319
Indice IX



Parte Prima
LE FONTI

Sezione I
LE FONTI INTERNAZIONALI
(A. Marcheselli)

1. Premessa . . . . . . . . . . . . . . . . . ................. . . . . . . . . . . . 320
2. Convenzioni stipulate nell'ambito delle Nazioni Unite . . . . . . . . . . . . . . 321
3. Convenzioni stipulate nell'ambito del Consiglio d'Europa . . . . . . . . . . . 322
4. Le fonti comunitarie . . . . . . . . . ................. . . . . . . . . . . . 333


Sezione II
LE FONTI INTERNE
(A. Bodrito) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 339

Parte Seconda
IL GIUSTO PROCESSO TRIBUTARIO

Sezione I
IL PRINCIPIO DEL CONTRADDITTORIO
(A. Marcheselli)

1. Le c.d. decisioni a sorpresa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 349
2. Il contraddittorio sulle prove acquisite in altri procedimenti . . . . . . . . . 373
3. Onere di allegazione nel processo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 376
4. Il diritto alla prova e le limitazioni all'oggetto della prova: le presun-
zioni assolute . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 380
5. Il diritto alla prova e le limitazioni ai mezzi di prova. . . . . . . . . . . . . . . 383
6. (Segue). La giurisprudenza della Corte Europea dei diritti dell'Uomo e
della Corte di Giustizia UE in particolare . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 390
7. Il divieto di prova testimoniale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 393
8. Pubblicita dell'udienza e presenza delle parti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 396


Sezione II
` `
TERZIETA E IMPARZIALITA DEL GIUDICE
(A. Bodrito) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 398

Sezione III
`
PARITA DELLE ARMI
(A. Marcheselli)

1. Parita delle armi e c.d. interesse fiscale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 414
X Indice

2. Parita delle armi e presunzioni legali . . . . . . . . . . . . . . . . .
` ......... 419
3. Parita delle armi e esecutorieta delle sentenze . . . . . . . . . .
` ` ......... 420
4. Parita delle armi, costituzione in giudizio ed estinzione del
` processo in
sede di rinvio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ......... 425


Sezione IV
DIFESA TECNICA E RAGIONEVOLE DURATA
NEL PROCESSO TRIBUTARIO
(A. Bodrito)

1. Giusto processo e difesa tecnica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 427
2. La ragionevole durata del processo tributario . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 434


Sezione V
` DEL DIRITTO DI DIFESA
EFFETTIVITA

1. Effettivita della tutela e atti istruttori e cautelari (A. Marcheselli) . . . . . .
` 443
2. Effettivita della tutela e serie procedimentale degli atti impugnabili (A.
`
Marcheselli). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 445
3. Effettivita della tutela: la tutela contro gli atti istruttori (A. Marcheselli) .
` 451
4. (Segue). Spunti critici: la centralita del contraddittorio nel sistema delle
`
garanzie procedimentali (A. Marcheselli) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 453
5. (Segue). Spunti critici: giusto processo e processo tributario (A. Marche-
selli). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 456
6. (Segue). Le ricadute della sentenza Ravon sull'ordinamento interno (A.
Marcheselli). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 459
7. Effettivita del diritto di difesa: la tutela cautelare (A. Bodrito) . . . . . . . .
` 460
8. Effettivita della tutela: le spese processuali (A. Bodrito) . . . . . . . . . . . . .
` 463
9. Effettivita della tutela: la tutela del terzo, il caso pilota delle liti catastali
`
e l'opposizione di terzo nel processo tributario in particolare (A. Mar-
cheselli) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 469


Sezione VI
BUONA FEDE E AFFIDAMENTO DEL CONTRIBUENTE
(A. Marcheselli)

1. Introduzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 481
2. L'affidamento nella buona fede del legislatore tributario. Il ruolo del-
l'art. 53 Cost. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 483
3. (Segue). La buona fede come regola di condotta autonoma . . . . . . . . . . 486
4. Affidamento nella buona fede del legislatore, buon andamento della
P.A. e autonomie locali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 488
5. La dimensione comunitaria. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 489
Indice XI



6. Affidamento e norme interpretative, disciplina del procedimento e del
processo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 491
7. Affidamento nella buona fede della Amministrazione finanziaria . . . . . . 494
8. Disciplina legale e posizione della giurisprudenza . . . . . . . . . . . . . . . . . 496
9. La buona fede come principio cardine del diritto tributario. Un tenta-
tivo di razionalizzazione della disciplina del fenomeno delle obbligazioni
tributarie plurisoggettive . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 499

Indice biliografico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 507

COMMENTI DEI LETTORI A «Giusto processo e riti speciali»

Non ci sono commenti per questo volume.

LIBRI AFFINI A «Giusto processo e riti speciali»

REPARTI IN CUI È CONTENUTO «Giusto processo e riti speciali»