Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Copertina di 'Il danno biologico nel sistema previdenziale'

Ingrandisci immagine


Il danno biologico nel sistema previdenziale

(Fatto & diritto)


di

Federici Antonio

 

Normalmente disponibile in 30/31 giorni lavorativi
In promozione
Allegati: Indice

DETTAGLI DI «Il danno biologico nel sistema previdenziale»

Tipo Libro
Titolo Il danno biologico nel sistema previdenziale
Autore
Editore

Giuffrè


EAN 9788814147647
Pagine XVI-338
Data 2009
Collana Fatto & diritto

INDICE DI «Il danno biologico nel sistema previdenziale»

Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

INDICE SOMMARIO


Prefazione. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . XI
Elenco delle principali abbreviazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . XV
Introduzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1


Capitolo I
IL DANNO BIOLOGICO NEL RAPPORTO DI LAVORO: PROFILI GENERALI

1.1. Nozione ed inquadramento dogmatico . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11
1.2. La tutela risarcitoria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 18
1.3. v
Il criterio di imputazione della responsabilita nel diritto penale e nel
diritto civile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 21
1.4. La rilevanza della colpa del lavoratore . . . . . . . . . . . . . . . . . . 27
1.5. La tutela previdenziale. Rinvio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 30
Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33


Capitolo II
ALLE ORIGINI DEL PROBLEMA: L'ANTEFATTO

2.1. Premessa. Dalla tutela risarcitoria alla tutela previdenziale . . . . . 35
2.2. I termini generali del problema prima dell'art. 13 d.lg. n. 38/2000 . 36
2.3. L'ordinanza 30 maggio 1990 del Pretore di Torino . . . . . . . . . . . 40
2.4. Dal caso concreto alle proposizioni lemmatiche del problema . . . . 44
Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 48


Capitolo III
LA TRILOGIA DELLE SENTENZE DELLA CORTE COSTITUZIONALE DEL 1991

3.1. Premessa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 49
3.2. La socializzazione del danno biologico: la sentenza della Corte co-
stituzionale 15 febbraio 1991, n. 87 ed il rinvio al legislatore . . . . . 50
3.3. Le sentenze della Corte costituzionale 18 luglio 1991, n. 356 e 27
dicembre 1991, n. 485 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 64
3.4. La sentenza della Corte costituzionale 17 febbraio 1994, n. 37 e
l'estensione del medesimo principio al danno morale . . . . . . . . . 75
Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 79

VII
Indice sommario

Capitolo IV
LA GIURISPRUDENZA DI LEGITTIMITA E LA GIURISPRUDENZA DI MERITO
v

4.1. Premessa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 81
4.2. L'orientamento della Cassazione prima delle sentenze della Corte
costituzionale n. 87, 356 e 485 del 1991 . . . . . . . . . . . . . . . . . . 83
4.3. Il mutamento di indirizzo della Cassazione dopo le sentenze n, 87,
356 e 485 della Corte costituzionale: la tesi della c.d. cumulabilita . ` 89
4.4. La giurisprudenza di merito e l'ortodossia costituzionale: la soluzione
combinatoria e la tesi della sovrapposizione . . . . . . . . . . . . . . . 100
4.5. Il tentativo della dottrina di riportare specularmente il problema
della rivalsa nell'assicurazione invalidita, vecchiaia e superstiti gestita
`
dall'Inps. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 103
Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 107

Capitolo V
LE COMMISSIONI DI STUDIO ISTITUITE DALL'INAIL: L'ANARCHIA DEI PRINCIPI
O UNA COERENTE SISTEMAZIONE DELLA MATERIA'

5.1. Premessa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 109
5.2. La prima Commissione per lo studio del danno biologico istituita con
delibera n. 59 del 5 novembre 1991 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 111
5.3. La seconda Commissione per lo studio del danno biologico istituita
con delibera del 30 ottobre 1995 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 122
5.4. La prima Commissione per la revisione dell'assicurazione sociale
istituita con delibere del 12 e del 30 settembre 1994: il primo schema
di progetto delega . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 123
5.5. La seconda e la terza Commissione per la revisione dell'assicurazione
sociale istituite in data 26 luglio 1996 e in data 08 aprile 1997: la
relazione conclusiva del 21 febbraio 1997 e lo schema di disegno di
legge delega del 27 maggio 1997 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 125
5.6. Quadro di sintesi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 127
Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 129

Capitolo VI
IL LEGISLATORE: DAI DISEGNI DI LEGGE ALLA LEGGE DELEGA

6.1. Premessa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 131
6.2. Il disegno di legge n. 810 del 27 novembre 1992 . . . . . . . . . . . . 132
6.3. La XII legislatura: il disegno di legge n. 1276 del 10 gennaio 1995 ed
il disegno di legge n. 1480 del 7 marzo 1995 . . . . . . . . . . . . . . . 135
6.4. Il disegno di legge n. 3555 del 1° ottobre 1998. . . . . . . . . . . . . . 138
6.5. Il disegno di legge n. 3593 del 20 ottobre 1998 e la parabola della
regolamentazione legislativa del danno biologico di origine profes-
sionale: la legge delega n. 144 del 1999. . . . . . . . . . . . . . . . . . . 140
Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 147

VIII
Indice sommario

Capitolo VII
L'ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI ED IL
RACCORDO CON LA NORMATIVA COMUNITARIA

7.1. Premessa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 149
7.2. La procedura d'informativa dell'Antitrust del 9 febbraio 1999 . . . . 150
7.3. L'ordinanza del Tribunale di Vicenza 25 maggio 2000 . . . . . . . . . 156
7.4. La sentenza della Corte di giustizia CE 22 gennaio 2002: scopo
sociale e principio di solidarieta nel regime assicurativo . . . . . . . .
` 159
Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 162


Capitolo VIII
L'ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA

8.1. Premessa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 163
8.2. La disciplina introdotta con il decreto legislativo n. 38 del 2000: la
nozione di danno biologico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 166
8.3. L'art. 13 e la disciplina del danno biologico . . . . . . . . . . . . . . . 167
8.4. Il problema del rapporto tra l'art. 13 d.lg. n. 38 del 2000 e l'art. 74
d.p.r. n. 1124 del 1965 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 170
8.5. L'applicabilita del regime di esonero della responsabilita: condizioni
` `
e limiti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 177
8.6. Lo stato della giurisprudenza dopo il d.lg. n. 38/2000. . . . . . . . . . 182
8.7. Considerazioni 'nali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 185
Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 192


Capitolo IX
DANNO BIOLOGICO, RISARCIMENTO DEL DANNO E
BISOGNO SOCIALE DOPO IL D.LGS. N. 38/2000

9.1. Danno biologico e liberazione dallo stato di bisogno. . . . . . . . . . 193
9.2. Dall'art. 32 Cost. all'art. 38 Cost.: l'avvio del processo di socializza-
zione del danno biologico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 195
9.3. Danno differenziale, esonero di responsabilita e pregiudiziale pena-
`
le . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 196
9.4. La giurisprudenza dopo il d.lg. n. 38 del 2000 e la nuova area
operativa del danno differenziale. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 205
9.5.1. La soluzione nella sentenza della Corte costituzionale n. 426 del
2006 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 211
9.5.2. Segue. I primi orientamenti della giurisprudenza di legittimita . . . . ` 218
9.6. Considerazioni 'nali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 232
Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 237



IX
Indice sommario

Capitolo X
IL DANNO BIOLOGICO E LA SUA STRUTTURA UNIDIMENSIONALE
NEL SISTEMA DI SICUREZZA SOCIALE

10.1. Dalla dicotomia assistenza-previdenza al sistema mononucleare della
sicurezza sociale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 239
10.2. Danno biologico e tutela previdenziale nella causalita di servizio: un
`
modello a margine di sicurezza sociale . . . . . . . . . . . . . . . . . . 243
10.3. Le prestazioni di assistenza per le persone non autosuf'cienti. Le
indennita di accompagnamento. L'art. 3 legge n. 335 del 1995 e la
`
legge n. 104 del 1992: il danno biologico dal sistema delle incapacita `
al modello della disabilita globale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 245
10.4. Il sistema di indennizzo nella legge 210 del 1992: le implicazioni
nell'art. 38 Cost. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 259
10.5. Tentando un consuntivo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 260
Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 265


Capitolo XI
LE PRESTAZIONI DI SICUREZZA SOCIALE E LA RILEVANZA
DEI BISOGNI ESISTENZIALI

11.1. Il problema formulato in nuovi termini . . . . . . . . . . . . . . . . . . 267
11.2. La sentenza della Corte Costituzionale 18 aprile 1996, n. 118. Una
nuova chiave di lettura del danno biologico: dal sistema previdenziale
a quello della sicurezza sociale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 270
11.3. Le prestazioni di sicurezza sociale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 277
11.4. La tutela per i danni irreversibili da vaccinazioni, trasfusioni e
somministrazione di emoderivati e la questione della natura dell'in-
dennizzo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 281
11.5. La legge n. 210/1992 nel sistema della sicurezza sociale . . . . . . . . 285
11.6. La rilevazione dei bisogni tra solidarieta sociale e uguaglianza so-
`
stanziale: la riquali'cazione della nozione di bisogno nell'art. 38 Cost.
La socializzazione del danno biologico e la rilevanza del bisogno
immateriale nel sistema costitutivo della sicurezza sociale. . . . . . . 288
11.7.1 Dalla socializzazione del danno biologico alla codi'cazione dei biso-
gni esistenziale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 292
11.7.2 Danno e bisogno. La unitaria categoria del danno non patrimoniale
e la persistente utilita della disgiunta categoria del bisogno esisten-
`
ziale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 303
11.8. Considerazioni 'nali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 314
Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 320

Indice bibliogra'co . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 321
Indice analitico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 333




X

COMMENTI DEI LETTORI A «Il danno biologico nel sistema previdenziale»

Non ci sono commenti per questo volume.

LIBRI AFFINI A «Il danno biologico nel sistema previdenziale»

ALTRI SUGGERIMENTI

REPARTI IN CUI È CONTENUTO «Il danno biologico nel sistema previdenziale»