Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Copertina di 'Giustizia materiale nel diritto internazionale privato e comunitario'

Ingrandisci immagine


Giustizia materiale nel diritto internazionale privato e comunitario


di

Romani Mauro, Liakopoulos Dimitris

 

Disponibile in 5/6 giorni lavorativi
In promozione
Allegati: Indice

DETTAGLI DI «Giustizia materiale nel diritto internazionale privato e comunitario»

Tipo Libro
Titolo Giustizia materiale nel diritto internazionale privato e comunitario
Autori
Editore

Giuffrè


EAN 9788814145629
Pagine IX-357
Data luglio 2009

INDICE DI «Giustizia materiale nel diritto internazionale privato e comunitario»

Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

INDICE


Introduzione. Piano d'indagine e di lavoro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1

Parte A
GIUSTIZIA MATERIALE NEL DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA

Capitolo 1
1. Il diritto di famiglia nell'Unione europea . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15
2. (Segue): Le successioni nel diritto comunitario . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 60

Parte B
GIUSTIZIA MATERIALE NEL DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO

Capitolo 1
COORDINAMENTO TRA GLI ORDINAMENTI ED IL METODO DELLE
CONSIDERAZIONI MATERIALI NEL DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO
1. Nozioni generali ed obiettivi del diritto internazionale privato . . . . . . . . . 83
2. Il metodo della localizzazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 90
a) Il metodo tradizionale e le varianti del suo funzionamento. . . . . . . . . . 90
b) La localizzazione diretta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 92
c) La localizzazione condizionata. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 95
d) La localizzazione per autocollegamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 96
3. Il metodo di riferimento all'ordinamento competente. . . . . . . . . . . . . . . 100
4. Il metodo del jurisdictional approach. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 110
5. Il metodo delle considerazioni materiali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 113
a) Considerazioni introduttive sul metodo delle considerazioni materiali . . . 113
b) Modalità di funzionamento del metodo delle considerazioni materiali nel
diritto internazionale privato dei vari Stati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 115

Capitolo 2
LE CONSIDERAZIONI MATERIALI NEL SISTEMA ITALIANO
DI DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO
1. Il nuovo sistema italiano di diritto internazionale privato. . . . . . . . . . . . . 121
2. Considerazioni materiali nel progetto di riforma. . . . . . . . . . . . . . . . . . 126
3. Le considerazioni materiali nella legge 218/95 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 134
VIII INDICE



Capitolo 3
LA FORMA DEGLI ATTI NELLA LEGGE DI RIFORMA . . . . 139

Capitolo 4
NORME DI CONFLITTO ALTERNATIVE E FILIAZIONE
1. Caratteri generali della disciplina della filiazione . . . . . . . . . . . . . . . . . 147
a) Applicazione del metodo della disciplina della filiazione . . . . . . . . . . . 149
b) L'art. 33 della l. 218/95 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 152
c) Il 'problema' della cittadinanza. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 154
d) Ambito di applicazione dell'art. 33 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 156
e) Limite dell'ordine pubblico e norme di applicazione necessaria . . . . . . . 159
2. La legittimazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 160
3. Riconoscimento di figlio naturale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 163
a) Dichiarazione giudiziale di paternità o maternità . . . . . . . . . . . . . . . 165
b) L'incidenza del limite dell'ordine pubblico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 166

Capitolo 5
RESPONSABILITÀ PER FATTO ILLECITO E
RESPONSABILITÀ EXTRACONTRATTUALE PER DANNO DA PRODOTTO
1. Responsabilità non contrattuale nel diritto internazionale privato . . . . . . . 173
a) La disciplina in materia di responsabilità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 173
b) Ragioni ispiratrici delle regole di conflitto dettate per gli articoli 62 e 63
della l. 218/95 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 177
c) L'art. 62 e le facoltà di opzione conferite al danneggiato . . . . . . . . . . . 181
d) Esercizio e rinunciabilità della facoltà di opzione concessa dall'art. 62, 1°
comma al danneggiato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 185
e) Il 'fatto causale' e di 'evento dannoso' impiegate dall'art. 62, 1° comma. 189
f) I fatti avvenuti a bordo di navi o aeromobili oppure in luoghi o spazi nullius. 191
g) La legge della cittadinanza e della residenza comuni dei soggetti coinvolti e
i problemi interpretativi riguardo all'art. 62, 2° comma . . . . . . . . . . . . . . 193
2. La responsabilità per danno da prodotto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 197
a) L'art. 63 della l. 218/95 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 197
3. Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 202

Parte C
AFFIDAMENTO CONDIVISO E DIRITTI DEI MINORI
NEL DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO

Capitolo 1
AFFIDAMENTO CONDIVISO E DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO
1. Articolo 31 della legge 218/1995 e criteri di collegamento . . . . . . . . . . . . 211
2. La Convenzione di Lussemburgo del 1980 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 220
3. La Convenzione dell'Aja del 1980 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 222
4. La Convenzione dell'Aja del 1996 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 225
INDICE IX



5. Il rapporto della Convenzione del 1996 con le altre Convenzioni internazio-
nali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 228
6. (Segue): Il Regolamento CE n. 1347/2000 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 229
7. (Segue): La normativa italiana . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 234
8. L'affidamento condiviso. Profili sostanziali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 239
9. L'affidamento esclusivo e ascolto del minore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 251
10. Gli accordi tra i genitori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 259
11. L'assegnazione della casa familiare . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 264
12. Le relative problematiche con una normativa straniera . . . . . . . . . . . . . . 270

Capitolo 2
AFFIDAMENTO CONDIVISO E DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO
1. L'art. 32 della legge 218/1995 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 275
2. (Segue): Limiti di applicazione. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 277
3. Il Regolamento CE n. 2210/2003 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 279
4. L'interesse superiore del minore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 291
5. Sottrazione di minori e rapporti con le Convenzioni dell'Aja e di Lussemburgo
del 1980 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 294
6. Esecuzione delle decisioni in materia di diritto di visita e di ritorno del minore. 298

Capitolo 3
AFFIDAMENTO CONDIVISO E PROFILI PROCESSUALI
1. Affidamento condiviso e giurisprudenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 303
2. Affidamento e residenza dei genitori in Stati diversi . . . . . . . . . . . . . . . 312
3. Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 320

Bibliografia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 323

COMMENTI DEI LETTORI A «Giustizia materiale nel diritto internazionale privato e comunitario»

Non ci sono commenti per questo volume.

ALTRI LIBRI DI «Romani Mauro, Liakopoulos Dimitris»

ALTRI SUGGERIMENTI