Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Copertina di 'Il minorenne fonte di prova nel processo penale'

Ingrandisci immagine


Il minorenne fonte di prova nel processo penale

(Centro studi e ricerche giustizia minor.)

 

Normalmente disponibile in 7/8 giorni lavorativi
In promozione
Allegati: Indice

DETTAGLI DI «Il minorenne fonte di prova nel processo penale»

Tipo Libro
Titolo Il minorenne fonte di prova nel processo penale
A cura di Cesari C.
Editore

Giuffrè


EAN 9788814143113
Pagine XV-278
Data 2008
Collana Centro studi e ricerche giustizia minor.

INDICE DI «Il minorenne fonte di prova nel processo penale»

Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

INDICE-SOMMARIO



pag.
CLAUDIA CESARI, Prefazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . IX
ADONELLA PRESUTTI, Introduzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . XI




SILVIA BUZZELLI
IL PANORAMA DELLE GARANZIE A PROTEZIONE DELLA
'FONTE FRAGILE': IL CONTESTO EUROPEO
1. Minorenni e giustizia penale in Europa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1
2. Gli strumenti per disegnare il panorama normativo europeo . . . . . . . 4
3. Segue: disincanto e mainstreaming . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8
4. I presupposti: contraddittorio, fonte di prova personale e categorie
vulnerabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9
5. I principi: interesse preminente e protezione speciale assicurata al minore. 12
6. Buone prassi: regole probatorie e livello di equità del processo . . . . . . 16

LINA CARACENI
ASSUNZIONE DI DICHIARAZIONI DALLA FONTE DI PROVA
MINORENNE E ATTIVITÀ INVESTIGATIVA DELLA PUBBLICA ACCUSA
1. Accertamento dei fatti e tutela della personalità: un binomio inscindibile
nell'individuazione delle regole di ascolto del minorenne fonte di pro-
va . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 21
2. L'attuale quadro normativo: la mancanza di ogni regolamentazione dell'at-
tività di indagine che coinvolge il testimone minore di età . . . . . . . . . 26
3. Le garanzie previste in dibattimento e la loro operatività nella fase
investigativa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 32
4. Segue: l'art. 609 decies c.p. Un modello esportabile' . . . . . . . . . . . . 39
5. Minimo comune denominatore per l'audizione del minore nell'indagine
preliminare in una prospettiva de iure condendo . . . . . . . . . . . . . . . 47
6. Ambito di incidenza dell'audizione investigativa garantita . . . . . . . . . 55
7. I soggetti legittimati nelle indagini ad acquisire i saperi del minorenne e le
forme dell'ascolto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 59
8. Rimedi processuali alla violazione di norme poste a protezione del testi-
mone fragile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 65
VI Indice-sommario

FABRIZIO SIRACUSANO
INDAGINI DIFENSIVE E 'PERSONA INFORMATA' DI MINORE ETÀ
1. Premessa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 69
2. Il minorenne quale possibile fonte di conoscenza nel processo penale . . 71
3. La tendenziale 'uidità delle forme della fase investigativa . . . . . . . . . 78
4. La mediazione giurisprudenziale: una soluzione esaustiva' . . . . . . . . . 82
5. Il divario teleologico fra l'indagine pubblica e quella privata . . . . . . . . 85
6. L'investigazione difensiva: l'approdo ad un percorso ritualizzato e il pos-
sibile ritorno alla 'canalizzazione' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 88
7. Alla ricerca di un 'modello' plausibile di compulsazione del minorenne da
parte dell'uf'cio difensivo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 91
8. Le cadenze di un possibile percorso: la fase preambolare . . . . . . . . . . 94
9. Segue: un surplus di garanzie per il minorenne coimputato o coindagato . 98
10. Segue: gli avvertimenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 101
11. La facoltà di non rispondere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 104
12. Le necessarie veri'che 'preliminari' nell'approccio con il minorenne
informato dei fatti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 106
13. Segue: il colloquio non documentato con il minorenne fonte del sapere
investigativo. Tra evidenti bene'ci . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 107
14. Segue: 'e possibili costi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 109
15. L'attività da documentare: i termini di una plausibile alternativa e il
necessario rispetto di una precisa 'tecnica' di indagine . . . . . . . . . . . 112
16. Considerazioni conclusive: verso un'inevitabile incentivazione del ricorso
alle forme dell'incidente probatorio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 117

MARIA GRAZIA COPPETTA
IL CONTRIBUTO DICHIARATIVO DEL MINORENNE
NELL'INCIDENTE PROBATORIO
1. L'audizione del minore in incidente probatorio . . . . . . . . . . . . . . . 121
2. L'incidente probatorio 'speciale': ratio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 123
3. Ambito di operatività dell'incidente probatorio speciale. Limiti soggettivi
ed oggettivi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 125
4. Ulteriori limiti oggettivi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 132
5. L'esame dibattimentale del minore escusso in incidente probatorio . . . . 137
6. Pro'li processuali: deposito degli atti di indagine . . . . . . . . . . . . . . 140
7. Segue: forme di svolgimento dell'udienza incidentale (audizione protetta). 144
8. Le tecniche di documentazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 154
9. Come razionalizzare lo strumento incidentale' . . . . . . . . . . . . . . . . 157

VANIA PATANÉ
INDAGINE PERSONOLOGICA E 'INCHIESTA SOCIALE'
SULL'IMPUTATO MINORENNE
1. L'interazione tra categorie psico-sociali e categorie giuridiche nel sistema
di giustizia minorile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 167
Indice-sommario VII


2. Organi richiedenti e soggetti destinatari degli accertamenti ex art. 9 d.P.R.
n. 448/1988 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 171
3. Oggetto e 'nalità degli accertamenti sulla personalità del minore . . . . . 177
4. Acquisizione e utilizzazione dei risultati dell'indagine . . . . . . . . . . . . 181

OLIVIERO MAZZA
L'INTERROGATORIO E L'ESAME DELL'IMPUTATO MINORENNE
1. Nemo tenetur se detegere e modello di responsabilità . . . . . . . . . . . . 187
2. Gli avvertimenti preliminari all'interrogatorio investigativo . . . . . . . . . 193
3. Segue: la problematica compatibilità degli ulteriori avvertimenti con l'in-
terrogatorio minorile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 200
4. La contestazione del fatto e le 'tecniche' investigative . . . . . . . . . . . 205
5. L'esame nell'udienza dibattimentale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 209

CLAUDIA CESARI
LA 'CAMPANA DI VETRO': PROTEZIONE DELLA PERSONALITÀ
E RISPETTO DEL CONTRADDITTORIO
NELL'ESAME DIBATTIMENTALE DEL TESTE MINORENNE
1. Tra maieutica dibattimentale e protezione del teste fragile: il dilemma
posto dall'escussione dei minori in giudizio . . . . . . . . . . . . . . . . . . 219
2. Il contraddittorio 'attutito' nella testimonianza dei minorenni. . . . . . . 226
3. Le 'gure 'ausiliarie': la scelta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 231
4. Segue: i compiti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 239
5. Presupposti e limiti dell'esame 'protetto' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 250
6. L'ausilio della tecnologia nell'esame 'schermato' . . . . . . . . . . . . . . 259
7. Deroghe al contraddittorio e forzature giurisprudenziali, ovvero: l'arte di
evitare la deposizione del minore in giudizio . . . . . . . . . . . . . . . . . 266
Abbreviazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 273
Gli autori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 279

COMMENTI DEI LETTORI A «Il minorenne fonte di prova nel processo penale»

Non ci sono commenti per questo volume.

LIBRI AFFINI A «Il minorenne fonte di prova nel processo penale»

ALTRI SUGGERIMENTI

REPARTI IN CUI È CONTENUTO «Il minorenne fonte di prova nel processo penale»