Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Copertina di 'Guida al mandato d'arresto europeo'

Ingrandisci immagine


Guida al mandato d'arresto europeo

(Quaderni di Cassazione penale)


di

De Amicis Gaetano, Iuzzolino Gabriele

 

Normalmente disponibile in 30/31 giorni lavorativi
In promozione
Allegati: Indice

DETTAGLI DI «Guida al mandato d'arresto europeo»

Tipo Libro
Titolo Guida al mandato d'arresto europeo
Autori
Editore

Giuffrè


EAN 9788814142550
Pagine XVI-202
Data 2008
Collana Quaderni di Cassazione penale

INDICE DI «Guida al mandato d'arresto europeo»

Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

INDICE

Prefazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . VII



CAPITOLO I
DALL'ESTRADIZIONE AL MANDATO D'ARRESTO EUROPEO
1. Fenomenologia della consegna nei rapporti di cooperazione giudiziaria tra
gli Stati membri dell'U.E. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1
2. Il mutuo riconoscimento delle decisioni penali come ordine categoriale
della cooperazione giudiziaria europea . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3
3. Mandato d'arresto europeo e estradizione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7
4. Mandato d'arresto europeo e decisione quadro. Il principio di interpreta-
zione conforme. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8
5. Mandato d'arresto europeo e principi costituzionali. La doppia
incriminazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12
6. La decisione quadro sul mandato d'arresto europeo: genesi e finalità . . . 14
7. L'attuazione del mandato d'arresto europeo nell'ordinamento italiano: la
legge 22 aprile 2005, n. 69 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16
8. Segue. La legislazione di attuazione. Le disposizioni di principio. . . . . . . 18
9. Segue. Il ruolo dell'autorità centrale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23


CAPITOLO II
L'ESECUZIONE DEL MANDATO D'ARRESTO EUROPEO

Parte I
1. La procedura passiva di consegna. Il regime della competenza . . . . . . . . 25
2. Il mandato passivo. Autenticità e regime linguistico . . . . . . . . . . . . . . 27
3. Il contenuto del mandato passivo. Gli elementi costitutivi. . . . . . . . . . . 29
3.1. Segue. Gli altri elementi del mandato passivo. Le allegazioni . . . . 30
3.2. Segue. La relazione sui fatti addebitati alla persona . . . . . . . . . 31
3.3. L'integrazione del mandato passivo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33
3.4. Il contenuto del mandato passivo alla luce del principio del mutuo
riconoscimento. Gli orientamenti della giurisprudenza . . . . . . . . 35
4. Gli atti di impulso della procedura passiva di consegna: la trasmissione
diretta del mandato d'arresto europeo e la diffusione delle ricerche . . . . 38
5. L'arresto di polizia giudiziaria. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 39
5.1. Segue. La convalida dell'arresto. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40
6. L'applicazione della misura coercitiva nella procedura passiva di consegna.
Il pericolo di fuga . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 42
XIV INDICE


6.1. Segue. La competenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 45
6.2. Segue. La durata della misura coercitiva. La perdita di efficacia . . 47
6.3. Segue. L'impugnazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 49
7. La decisione sulla consegna. Il procedimento camerale . . . . . . . . . . . . 51
7.1. Segue. I termini . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 52
8. La procedura consensuale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 54
8.1. Segue. L'acquisizione del consenso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 56

Parte II
1. La non esecuzione del mandato di arresto europeo. Aspetti generali . . . . 58
1.1. Segue. Rapporti con il modello normativo della decisione quadro . 61
2. Segue. Il processo discriminatorio (art. 18, lett. a), l. n. 69/2005) . . . . . . . 62
3. Segue. Le cause di giustificazione (art. 18, lett. b) e lett. c) e i diritti di libertà
(art. 18, lett. d) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 64
4. Segue. I termini massimi della custodia cautelare nella legge dello Stato
membro di emissione (art. 18, lett e). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 66
4.1. Segue. L'intervento della Corte Costituzionale. . . . . . . . . . . . . 69
4.2. Segue. Il controllo sulla durata della custodia cautelare secondo la
Corte europea dei diritti dell'uomo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 71
5. Segue. Il delitto politico (art. 18, lett. f ) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 72
6. Segue. Il divieto di consegna per violazione dei principi del processo equo
(art. 18, lett. g) e per reati puniti con la pena di morte (art. 18, lett. h) . . 74
7. Segue. La consegna del minorenne (art. 18, lett. i) . . . . . . . . . . . . . . . 76
8. Segue. Il rifiuto della consegna per aministia o prescrizione (art. 18, lett. l ed
n) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 78
9. Segue. Le preclusioni derivanti dal ne bis in idem, dalla litispendenza e dal
non luogo a procedere (art. 18, lett. m, o e q) . . . . . . . . . . . . . . . . . . 79
10. Segue. Il principio di territorialità (art. 18, lett. p) . . . . . . . . . . . . . . . 82
11. Segue. L'esecuzione del m.a.e. nei confronti del cittadino italiano (art. 18,
lett. r) e art. 8, u. c., l. n. 69/2005) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 83
11.1. Segue. La consegna del cittadino italiano a fini processuali (art. 19,
co.1, lett. c) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 88
12. Segue. La consegna della donna incinta o madre (art. 18, lett. s). . . . . . . 89
13. Segue. Provvedimento cautelare privo di motivazione. La sottoscrizione da
parte di un'autorità giurisdizionale (art. 18, lett. t) e art. 1, co. 3, l. n.
69/2005) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 90
14. Segue. Le immunità penali e i principi fondamentali dell'ordinamento
giuridico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 92
15. Segue. I motivi di rifiuto della consegna previsti in altre disposizioni della l.
n. 69/2005 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 93
16. Segue. La sussistenza dei gravi indizi di colpevolezza (art. 17, co. 4, l. n.
69/2005) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 97
16.1. Segue. Gli orientamenti giurisprudenziali . . . . . . . . . . . . . . . . 98
17. Segue. La disciplina della doppia incriminazione . . . . . . . . . . . . . . . . 105
INDICE XV


CAPITOLO III
LA PROCEDURA ATTIVA DI CONSEGNA
1. Il procedimento di emissione: la competenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . 109
2. L'emissione del mandato d'arresto europeo in relazione alle sentenze
'contumaciali' . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 113
3. L'equiparazione tra il mandato d'arresto europeo e la segnalazione nel
S.I.S . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 116
4. Il contenuto del mandato d'arresto nella procedura attiva . . . . . . . . . . 118
5. I criteri per l'emissione del mandato d'arresto europeo: presupposti di legge
e principio di proporzionalità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 121
6. L'emissione del mandato d'arresto europeo basato sull'ordinanza di custo-
dia cautelare . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 123
7. La sopravvenuta inefficacia del mandato attivo nelle procedure cautelari . 126
8. I problemi pratici nella fase di emissione del mandato d'arresto europeo . 128
9. L'emissione del mandato d'arresto europeo nelle procedure esecutive . . . 129
10. L'emissione del mandato d'arresto europeo nei casi in cui l'ordine di
esecuzione costituisce un cumulo di piu' condanne . . . . . . . . . . . . . . . 130
11. I compiti del Ministro della Giustizia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 131
12. Il formulario del mandato d'arresto europeo contenuto nell'Annesso alla
Decisione quadro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 133
13. Natura ed effetti del principio di specialità nella procedura attiva di
consegna. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 135
14. La deducibilità del periodo di custodia cautelare sofferto all'estero. . . . . 139


CAPITOLO IV
LE MISURE REALI
1. La procedura 'attiva'. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 143
2. Presupposti, oggetto e limiti della richiesta di consegna . . . . . . . . . . . . 144
3. La procedura 'passiva'. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 145
4. Il ricorso per cassazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 146
5. I poteri della Corte d'appello . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 147
6. Il concorso di sequestri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 149


CAPITOLO V
LE DISPOSIZIONI FINALI E TRANSITORIE
1. La 'ripartizione' delle spese tra lo Stato emittente e lo Stato di esecuzione
del mandato d'arresto europeo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 151
2. Gli obblighi internazionali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 152
3. L'applicabilità delle disposizioni codicistiche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 154
4. Le disposizioni transitorie . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 155
5. L'ingresso di nuovi Stati nell'Unione Europea: riflessi sulla disciplina
intertemporale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 160
XVI INDICE


CAPITOLO VI
LE PROSPETTIVE EUROPEE
1. I rapporti di valutazione della Commissione Europea . . . . . . . . . . . . . 163
2. Le pronunce delle Corti costituzionali. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 168
3. Il principio di interpretazione conforme nella giurisprudenza della House of
Lords. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 174
4. Il ruolo di Eurojust nell'esecuzione del m.a.e . . . . . . . . . . . . . . . . . . 178
5. 'Legittimità comunitaria' del mandato d'arresto europeo e legalità penale
nell'interpretazione della Corte di Giustizia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 180
5.1. Segue. La congruità del ricorso allo strumento normativo della
decisione quadro ex art. 34, par. 2, T.U.E . . . . . . . . . . . . . . . . 182
5.2. Segue. La conformità del mandato d'arresto europeo ai principi di
legalità e di uguaglianza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 188
Postfazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 197

COMMENTI DEI LETTORI A «Guida al mandato d'arresto europeo»

Non ci sono commenti per questo volume.

LIBRI AFFINI A «Guida al mandato d'arresto europeo»

REPARTI IN CUI È CONTENUTO «Guida al mandato d'arresto europeo»