Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Copertina di 'Contratto di assicurazione e prestazione di sicurezza'

Ingrandisci immagine


Contratto di assicurazione e prestazione di sicurezza

(Univ.Macerata-Dip.dir.privato e del lav.)


di

Damiani Enrico

 

Disponibile dopo il 24/08 causa chiusura estiva di editori e distributori
In promozione
Allegati: Indice

DETTAGLI DI «Contratto di assicurazione e prestazione di sicurezza»

Tipo Libro
Titolo Contratto di assicurazione e prestazione di sicurezza
Autore
Editore

Giuffrè


EAN 9788814142505
Pagine IX-196
Data 2008
Peso 315 grammi
Collana Univ.Macerata-Dip.dir.privato e del lav.

INDICE DI «Contratto di assicurazione e prestazione di sicurezza»

Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

INDICE-SOMMARIO

Introduzione......................................................................................................... 1


CAPITOLO PRIMO
L'ALEATORIETÀ NEI CONTRATTI
1. Alea: etimologia del termine. L'alea ed il periculum. Il diritto romano ed
il ri'uto dei contratti aleatori. L'avvento del cattolicesimo, la nascita del
principio di proporzionalità e l'inevitabile scontro con la realtà dei traf'ci
che richiede spesso una contrattazione squilibrata. Il rischio come possibile
elemento del contratto. L'opera di Pothier ed il battesimo legislativo del
contratto aleatorio. L'inserimento della categoria nel Code Napoleon e nel
codice civile italiano del 1865....................................................................... 7
2. Il legislatore del 1942 ed il ri'uto della categorizzazione dei contratti. Le
previsioni sui contratti cosiddetti aleatori nel codice................................... 17
3. Il problema del metodo. Alea e rischio. Rischio economico e rischio giu-
ridico. Rischio esterno e rischio interno. Alea convenzionale e contratti
aleatori per volontà delle parti. .................................................................... 21
4. L'alea normale. La sua con'gurazione economica e la sua esclusiva in'uen-
za sul valore delle prestazioni e non sulla loro esistenza. Mutevolezza della
soglia di normalità dell'alea. Teorizzazione della categoria dei contratti in
cui opera presunzione assoluta di insuperabilità della soglia dell'alea nor-
male. I contratti ad alea normale illimitata. L'esempio dei contratti di borsa
a premio detti 'dont'.................................................................................... 31
5. Il concetto di contratto aleatorio. Il contratto aleatorio per volontà delle
parti. Le teorie c.d. strutturali. Insuf'cienza del criterio meramente strut-
turale. ........................................................................................................... 41
6. La teoria c.d. funzionale. Critica. Le teorie miste. Critica. Impossibilità di
rinvenire una funzione unitaria per tutti i tipi della categoria. .................... 50
7. L'alea come presupposto del tipo. ............................................................... 58


CAPITOLO SECONDO
ORIGINE E FUNZIONE DEL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE
1. Il contratto di assicurazione: origini storiche. Cenni................................... 63
2. Segue: le origini dell'assicurazione sulla vita. L'evoluzione legislativa. ............. 71
VIII Indice-sommario

3. L'operazione economica assicurativa. Prime considerazioni sul discusso
problema della unitarietà del contratto di assicurazione. La funzione del
contratto. La dicotomia tra ramo danni e ramo vita. Le teorie che indivi-
duano un'unitaria funzione indennitaria per entrambi i rami. La c.d. teoria
del bisogno eventuale. .................................................................................. 75
4. Segue: la teoria della neutralizzazione del rischio. La disciplina codicistica
del rischio. Necessità di indagare la struttura del rapporto assicurativo. ..... 86


CAPITOLO TERZO
LA STRUTTURA DEL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE: LA
PRESTAZIONE DELL'ASSICURATORE
1. Dall'oggetto del contratto in generale all'oggetto del contratto di assicura-
zione in particolare. La teoria dell'obbligazione condizionata o a termine.
Ri'essi sul sinallagma. Critica. ..................................................................... 95
2. Segue: la teoria dell'obbligazione di pati. Critica. La teoria dell'obbligazione
di responsabilità o garanzia. Critica. La teoria della soggezione. Critica. .... 103
3. Segue: gli indici normativi del comportamento dovuto dall'assicuratore pri-
ma dell'evento. La teoria dell'impresa. Sua confutazione. ........................... 108
4. La prestazione dell'assicuratore come prestazione di sicurezza: sua ricondu-
cibilità alle obbligazioni di risultato............................................................. 121
5. Gli argomenti a favore della teoria della prestazione di sicurezza. Corrispet-
tività del contratto di assicurazione. Sua inclusione tra i contratti di durata.
Inconsistenza degli argomenti addotti contro la teoria. ................................ 124
6. Il concetto di aleatorietà, la teoria dell'unilateralità dell'alea del contratto
di assicurazione e la teoria dell'impresa che esclude del tutto il carattere
aleatorio. Critica. L'indispensabile presenza di un rischio giuridico ai 'ni
della con'gurazione del contratto aleatorio. La prestazione dell'assicura-
tore intesa quale prestazione di sicurezza, scaturente contestualmente alla
conclusione del contratto, mette in discussione il carattere aleatorio dell'as-
sicurazione. ................................................................................................. 133


CAPITOLO QUARTO
LE ALTRE PRESTAZIONI DI SICUREZZA. DALLA CAUSA CAVENDI
ALLA CAUSA ASSICURATIVA: LE NUOVE FRONTIERE DELLA
PRESTAZIONE DI SICUREZZA
1. I contratti di assistenza. ............................................................................... 145
2. La promessa del fatto del terzo. La teoria dell'obbligazione di indennizzo
sospensivamente condizionata. Critica. La teoria dell'obbligazione di mez-
zi. Critica. La teoria dell'obbligazione di risultato. Critica. La teoria del du-
plice effetto obbligatorio. Critica. La teoria dell'obbligazione di garanzia.
Critica. L'obbligazione del fatto del terzo come obbligazione di sicurezza. 150
3. L'identità tra obbligazioni di sicurezza e obbligazioni di garanzia. Critica.
Il concetto di garanzia. ................................................................................. 160
Indice-sommario IX

4. Segue: la nozione di accessorietà. La concezione secondo cui l'assenza
dell'accessorietà non contraddice il concetto di garanzia. Critica. La causa
cavendi non può prescindere dalla stretta relazione tra l'obbligazione di
garanzia e l'obbligazione principale. Esistenza di 'gure negoziali che rea-
lizzano indirettamente una funzione di garanzia grazie alla presenza di una
prestazione di sicurezza. .............................................................................. 166
5. Segue: la distinzione tra 'deiussione e contratto autonomo di garanzia: l'as-
senza dell'accessorietà e la funzione di sicurezza della fattispecie. L'obbligo
assunto dal garante di tenere indenne il creditore dai rischi atipici connessi
ad una determinata operazione fa perdere al contratto autonomo i conno-
tati della garanzia. Fattispecie e natura dei contratti autonomi di garanzia.
La causa di sicurezza delle garanzie autonome............................................. 169

COMMENTI DEI LETTORI A «Contratto di assicurazione e prestazione di sicurezza»

Non ci sono commenti per questo volume.

LIBRI AFFINI A «Contratto di assicurazione e prestazione di sicurezza»

ALTRI LIBRI DI «Damiani Enrico»

ALTRI SUGGERIMENTI

REPARTI IN CUI È CONTENUTO «Contratto di assicurazione e prestazione di sicurezza»