Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Copertina di 'L' intervento del giudice nell'esercizio della potestà dei genitori'

Ingrandisci immagine


L' intervento del giudice nell'esercizio della potestà dei genitori

(Fatto & diritto)


di

Veronesi Silvia

 

Disponibilità immediata
In promozione
Allegati: Indice

DETTAGLI DI «L' intervento del giudice nell'esercizio della potestà dei genitori»

Tipo Libro
Titolo L' intervento del giudice nell'esercizio della potestà dei genitori
Autore
Editore

Giuffrè


EAN 9788814138461
Pagine XVII-386
Data 2008
Peso 524 grammi
Collana Fatto & diritto

INDICE DI «L' intervento del giudice nell'esercizio della potestà dei genitori»

Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

INDICE SOMMARIO


Prefazione di Cesare Rimini . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . XIII

Introduzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . XV

Elenco delle principali abbreviazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . XVII




Capitolo I
LA POTESTA DEI GENITORI: DEFINIZIONE E CONTENUTI
v

1.1. La nozione di potesta genitoriale. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 1
1.2. Cenni storici: la potestas romana . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4
1.2.1. Segue: il codice napoleonico ed il codice italiano del 1865. . 6
1.2.2. Segue: il codice civile del 1942 e la Costituzione del 1948. . 9
1.2.3. Segue: la riforma del diritto di famiglia del 1975 e l'attuale
concezione della potesta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 14
1.3. L'aspetto 'interno' della potesta: la cura personale della prole. . . .
` 17
1.4. L'aspetto 'esterno': i poteri di amministrazione e di rappresentan-
za . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20
1.5. Titolarita ed esercizio della potesta. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` ` 22
1.5.1. Segue: nell'ambito della famiglia legittima. . . . . . . . . . . . 26
1.5.2. Segue: nell'ambito della famiglia naturale. . . . . . . . . . . . 31
1.6. Il rapporto tra potesta e doveri genitoriali ex art. 147 c.c. . . . . . . .
` 36
1.6.1. Il contenuto dei singoli doveri: il dovere di mantenimento. . 38
1.6.2. Segue: il dovere di istruzione. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 41
1.6.3. Segue: il dovere di educazione. . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43
1.6.4. Potesta dei genitori e liberta del minore. . . . . . . . . . . . .
` ` 45
1.7. Violazione dei doveri genitoriali e risarcibilita del danno esisten-
`
ziale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 50
1.8. Illecito civile del minore e responsabilita dei genitori. . . . . . . . . .
` 55
1.8.1. Segue: l'ambito di operativita dell'art. 2047 c.c. . . . . . . . .
` 56
1.8.2. Segue: l'ambito di operativita dell'art. 2048 c.c. . . . . . . . .
` 57
Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 60




VII
Indice sommario

Capitolo II
L'INTERVENTO DEL GIUDICE MINORILE
NELL'ESERCIZIO DELLA POTESTA DEI GENITORI
v


Sezione I ' Pro'li sostanziali
2.1. Il ricorso al giudice in caso di contrasto tra i genitori su questioni di
particolare importanza. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 62
2.1.1. Segue: l'unita della famiglia e la convivenza dei coniugi quali
`
presupposti di applicabilita dell'art. 316 c.c. . . . . . . . . . .
` 63
2.1.2. Segue: la posizione della Corte di legittimita. . . . . . . . . .
` 66
2.2. La pronuncia di decadenza dalla potesta dei genitori. . . . . . . . . .
` 69
2.2.1. Segue: effetti e 'nalita della misura. . . . . . . . . . . . . . . .
` 70
2.2.2. Segue: l'elemento soggettivo. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 72
2.2.3. Segue: il comportamento gravemente pregiudizievole per il
minore. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 74
2.2.3.1. Segue: la rilevanza del comportamento omissivo. . 77
2.2.3.2. Segue: l'irrilevanza della volonta del genitore ina-
`
dempiente in ordine alla decisione relativa alla
decadenza dalla potesta. . . . . . . . . . . . . . . . .
` 79
2.2.4. Segue: il nesso di causalita o di relazione tra la condotta del
`
genitore ed il pregiudizio patito dal minore. . . . . . . . . . . 81
2.3. I casi di reintegrazione nella potesta. . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 82
2.4. I provvedimenti di af'evolimento della potesta.. . . . . . . . . . . . .
` 84
2.4.1. Segue: i presupposti.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 86
2.4.2. Segue: contenuto dei provvedimenti adottabili. . . . . . . . . 89
2.4.2.1. Segue: i provvedimenti che limitano la potesta in `
relazione ad una o piu decisioni: il problema delle
`
vaccinazioni obbligatorie. . . . . . . . . . . . . . . . 90
2.4.2.1.1. Segue: l'autorizzazione a sottoporre il minore a
trattamenti sanitari necessari per l'integrita 'sica `
dello stesso. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 94
2.4.2.1.2. Segue: ulteriore casistica. . . . . . . . . . . . . . . . 96
2.4.2.2. Segue: i provvedimenti che « espropriano », in parte
od integralmente, il contenuto della potesta. . . . ` 98
2.4.2.3. Segue: il provvedimento di allontanamento del
minore dalla residenza familiare. . . . . . . . . . . 101
2.5. L'ordine di allontanamento del genitore che maltratta o abusa del
minore ai sensi degli artt. 330 e 333 c.c.. . . . . . . . . . . . . . . . . . 102
2.6. La rimozione del genitore dall'amministrazione del patrimonio del
'glio. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 107
2.7. La situazione di abbandono, presupposto della dichiarazione di adot-
tabilita. Principi ispiratori. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 109
2.7.1. Segue: elementi costitutivi della fattispecie . . . . . . . . . . . 110
2.7.2. Segue: casistica: l'oggettiva inidoneita del genitore a svolgere
`
il ruolo di cura ed educazione del minore. . . . . . . . . . . . 115

VIII
Indice sommario

2.7.3. Segue: gli atteggiamenti gravemente immorali e i disturbi
della personalita del genitore. . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 117
2.7.4. Segue: lo stato di dipendenza da sostanze stupefacenti e le
gravi anomalie caratteriali del genitore. . . . . . . . . . . . . . 118
2.7.5. Segue: ulteriore casistica. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 119
Sezione II ' Pro'li processuali
2.8. La distribuzione delle competenze tra il tribunale per i minorenni ed
il tribunale ordinario. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 123
2.8.1. Segue: il criterio distintivo della diversa « causa petendi » e
del diverso « petitum ». . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 125
2.8.2. Segue: il criterio distintivo dell'esistenza o meno del rapporto
di coniugio tra i due genitori. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 127
2.8.3. Segue: l'inderogabilita della competenza funzionale e l'inap-
`
plicabilita delle norme sulla connessione. . . . . . . . . . . .
` 130
2.9. La competenza per territorio: il criterio della residenza abituale del
minore. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 134
2.9.1. Segue: la nozione di « residenza abituale » nella giuri-
sprudenza in tema di sottrazione internazionale dei minori.. 136
2.10. Il procedimento ex art. 316, 3o co., c.c. . . . . . . . . . . . . . . . . . . 138
2.11. L'art. 336 c.c.: il procedimento camerale . . . . . . . . . . . . . . . . . 141
2.11.1. Segue: le eccezioni di incostituzionalita. In particolare: l'as-
`
serita violazione del principio del giusto processo (ord. Corte
d'appello di Genova, 4 gennaio 2001). . . . . . . . . . . . . . 146
2.11.2. Segue: le eccezioni di incostituzionalita sollevate con l'ordi-
`
nanza della Corte d'appello di Torino del 3 gennaio 2001. . 149
2.11.3. Segue: l'ordinanza della Corte d'appello di Genova dell'11
febbraio 2000. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 152
2.11.4 Segue: le decisioni della Corte Costituzionale . . . . . . . . . 153
2.11.5. Segue: le reazioni della dottrina . . . . . . . . . . . . . . . . . 157
2.12. La disciplina delle impugnazioni: l'inammissibilita del ricorso per
`
Cassazione ex art. 111 Cost. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 159
2.12.1. Segue: la non impugnabilita dei provvedimenti temporanei
`
ed urgenti di cui all'art. 336, 3o co., c.c. . . . . . . . . . . . . . 164
2.12.2. Segue: il regolamento di competenza. . . . . . . . . . . . . . . 165
2.13. L'intervento della Corte Europea dei diritti dell'uomo. . . . . . . . . 166
Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 172


Capitolo III
I PROVVEDIMENTI DEL GIUDICE RELATIVI ALLA PROLE NELLE
IPOTESI DI SEPARAZIONE E DIVORZIO: LA NUOVA DISCIPLINA
A CONFRONTO CON QUELLA PREVIGENTE
Sezione I ' Pro'li sostanziali
3.1. I provvedimenti riguardo ai 'gli nella separazione e nel divorzio. Le
innovazioni introdotte dalla novella del 2006. . . . . . . . . . . . . . . 178

IX
Indice sommario

3.2. Af'damento condiviso e af'damento congiunto. Comparazione tra
vecchio e nuovo regime. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 182
3.3. Le concrete modalita di esercizio della potesta genitoriale e la
` `
possibilita dell'intervento del giudice . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 188
3.4. L'af'damento del minore ad uno solo dei genitori. . . . . . . . . . . . 193
3.5. L'opposizione del genitore all'af'damento condiviso . . . . . . . . . 198
3.6. Gli ulteriori provvedimenti del giudice inerenti la prole. . . . . . . . 200
3.7. La frequentazione tra il 'glio minore ed il genitore non af'datario o
non convivente con lo stesso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 205
3.8. Il rapporto tra i nonni e i nipoti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 211
3.9. La rilevanza dell'autonomia dei coniugi, riguardo ai 'gli, nel proce-
dimento contenzioso e nella separazione consensuale. . . . . . . . . . 216
3.10. L'audizione del minore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 219
3.11. Il tentativo di mediazione familiare. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 222
3.12. Il cambiamento di residenza del minore. . . . . . . . . . . . . . . . . . 224
3.12.1. Segue: conclusioni sulla possibile interpretazione dell'attuale
normativa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 230
3.13. La modi'ca dei provvedimenti inerenti l'af'damento e l'esercizio
della potesta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 233
3.14. La responsabilita del genitore ai sensi dell'art. 709-ter c.p.c. . . . . .
` 235
3.15. Il parametro dell'interesse morale e materiale del minore nella scelta
della formula piu idonea di af'damento. . . . . . . . . . . . . . . . . .
` 238
3.16. Pregi e difetti della normativa sull'af'damento condiviso. . . . . . . 241
3.17. La regolamentazione dell'af'damento dei 'gli minori in caso
di delibazione della sentenza ecclesiastica di nullita del matrimonio .
` 247
Sezione II ' Pro'li processuali
3.18. Le innovazioni processuali introdotte dalla legge 14 maggio 2005, n.
80. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 249
3.18.1. Segue: i nuovi criteri di competenza territoriale . . . . . . . . 253
3.18.2. Segue: il contenuto del ricorso, della memoria difensiva, della
memoria integrativa e della comparsa di costituzione in
giudizio. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 255
3.18.3. Segue: la necessaria presenza dei difensori all'udienza presi-
denziale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 259
3.19. Le innovazioni processuali introdotte dalla legge 8 febbraio 2006, n.
54: rinvio. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 261
3.19.1. Segue: la reclamabilita dei provvedimenti presidenziali. . . .
` 262
3.19.2. Segue: la competenza del giudice del procedimento in corso
ad assumere i provvedimenti di cui all'art. 709-ter c.p.c. . . . 268
3.20. La impugnabilita dei provvedimenti relativi alla prole assunti in sede
`
di revisione delle condizioni di separazione e divorzio . . . . . . . . . 270
Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 272




X
Indice sommario

Capitolo IV
I PROVVEDIMENTI DEL GIUDICE A TUTELA DELLA PROLE
IN CASO DI CESSAZIONE DELLA CONVIVENZA
TRA GENITORI NON CONIUGATI
Sezione I ' Pro'li sostanziali
4.1. L'applicabilita ai « procedimenti relativi ai 'gli di genitori non co-
`
niugati » della disciplina dettata dalla legge 8 febbraio 2006, n. 54.
Rinvio. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 275
4.1.1. Segue: verso l'uni'cazione degli status di 'glio. . . . . . . . . 277
4.2. La disciplina relativa all'af'damento e all'esercizio della potesta nel `
caso in cui le parti non si rivolgano al Giudice (art. 317-bis, c.c.). . . 281
Sezione II ' Pro'li processuali
4.3. La concentrazione delle competenze in capo al giudice specializ-
zato. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 285
4.3.1. Segue: il problema del rito applicabile. . . . . . . . . . . . . . 289
4.4. L'« omologa » da parte del tribunale per i minorenni dell'accordo tra
i genitori non coniugati. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 292
Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 297


Capitolo V
I POTERI DI VIGILANZA DEL GIUDICE TUTELARE
Sezione I ' Pro'li sostanziali
5.1. Il ricorso al giudice tutelare in caso di allontanamento del 'glio
minore dalla casa familiare. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 301
5.2. Il potere di vigilanza del Giudice tutelare ai sensi dell'art. 337 c.c. . 305
5.3. L'autorizzazione al rilascio dei documenti del minore validi per
l'espatrio. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 309
5.4. L'autorizzazione al compimento di atti eccedenti l'ordinaria ammi-
nistrazione. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 312
5.4.1. Segue: la distinzione tra atti di ordinaria amministrazione ed
atti di straordinaria amministrazione. . . . . . . . . . . . . . . 314
5.4.2. Segue: le singole applicazioni. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 317
5.5. La nomina del curatore speciale nell'interesse del minore in caso di
con'itto di interessi con il genitore. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 319
Sezione II ' Pro'li processuali
5.6. L'individuazione del giudice competente a decidere sul reclamo. . . 322
5.7. L'inammissibilita del ricorso per cassazione. . . . . . . . . . . . . . . .
` 326
Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 328



XI
Indice sommario

Capitolo VI
LA LEGGE N. 154/2001: GLI ORDINI DI PROTEZIONE
CONTRO GLI ABUSI FAMILIARI
Sezione I ' Pro'li sostanziali
6.1. Gli ordini di protezione contro gli abusi familiari. . . . . . . . . . . . 331
6.2. I presupposti delle misure di protezione. . . . . . . . . . . . . . . . . . 334
6.2.1. Segue: il « grave pregiudizio all'integrita 'sica o morale ov-
`
vero alla liberta dell'altro coniuge o convivente ». . . . . . .
` 340
6.3. Il contenuto delle misure di protezione. . . . . . . . . . . . . . . . . . 345
Sezione II ' Pro'li processuali
6.4. Il procedimento. In particolare: la legittimazione ad agire e la pro-
posizione della domanda. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 349
6.4.1. Segue: il giudice competente. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 351
6.4.2. Segue: la condizione di ammissibilita. . . . . . . . . . . . . . .
` 353
6.4.3. Segue: la fase istruttoria. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 355
6.4.4. Segue: la durata e l'attuazione del provvedimento. . . . . . . 357
6.5. I mezzi di impugnazione. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 361
6.6. La natura del procedimento. In particolare: i rapporti con il proce-
dimento cautelare . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 363
Conclusioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 366

Indice bibliogra'co . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 369
Indice cronologico delle pronunce . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 377
Indice analitico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 385




XII

COMMENTI DEI LETTORI A «L' intervento del giudice nell'esercizio della potestà dei genitori»

Non ci sono commenti per questo volume.

LIBRI AFFINI A «L' intervento del giudice nell'esercizio della potestà dei genitori»

REPARTI IN CUI È CONTENUTO «L' intervento del giudice nell'esercizio della potestà dei genitori»