Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Copertina di 'Il processo di primo grado e le impugnazioni delle sentenze'

Ingrandisci immagine


Il processo di primo grado e le impugnazioni delle sentenze - [volume 3] Spiegazioni di diritto processuale civile


di

Consolo Claudio

 

DisponibilitÓ immediata
In promozione
Spedizione gratuita (dettagli)
Allegati: Indice

DETTAGLI DI «Il processo di primo grado e le impugnazioni delle sentenze»

Tipo Libro
Titolo Il processo di primo grado e le impugnazioni delle sentenze - [volume 3] Spiegazioni di diritto processuale civile
Autore
Editore

CEDAM


EAN 9788813298555
Pagine VIII-648
Data ottobre 2009

INDICE DI «Il processo di primo grado e le impugnazioni delle sentenze»

Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

INDICE



Presentazione e avvertenza ........................................................................ p. IX

SEZIONE SESTA

IL RITO ORDINARIO DI COGNIZIONE DI PRIMO GRADO

1. L'introduzione della causa ................................................................... p. 3
`
L'atto di citazione. ' Nullita dell'atto di citazione. ' La comparsa di risposta. ' Eccezioni
riservate alle parti. ' Eccezioni rilevabili d'ufficio. ' Esercitazione A: accertamenti inci-
dentali e limiti oggettvi del giudicato (Digressione storica). ' La costituzione delle parti
in giudizio. ' Costituzione dell'attore. ' Costituzione del convenuto. ' La nomina del
giudice istruttore e il rinvio della prima udienza. ' Il processo contumaciale.

2. La trattazione della causa .................................................................... ╗ 45
`
Premessa. ' L'udienza di trattazione. ' Le attivita da compiersi nella prima udienza. ' L'e-
ventuale sdoppiamento della prima udienza. ' L'interrogatorio libero (art. 117). ' Inter-
rogatorio formale e confessione. ' Gli argomenti di prova. ' Rilievo d'ufficio delle questio-
ni. ' Effetti della mancata attivazione del contraddittorio delle parti su una questione ri-
levata d'ufficio sulla sentenza resa al termine del giudizio. ' L'intervento della riforma del
2009; il nuovo co. 2 dell'articolo 101. ' La trattazione scritta e le memorie post udienza di
trattazione (art. 183, co. 6). ' La legittima modifica della domanda. ' La legittima modi-
fica della domanda nelle azioni costitutive. ' Esercitazioni B) e C). ' La rimessione in ter-
mini (ormai) generalizzata dalla riforma del 2009. ' Il c.d. calendario del processo.

3. La fase decisoria .................................................................................. ╗ 87
` `
Premessa. ' Le modalita di decisione collegiale. ' Le modalita di decisione innanzi al
giudice monocratico. ' Le sentenze non definitive. ' Efficacia della sentenza di primo
`
grado. ' Il nuovo art. 614 bis e la possibilita generalizzata di una condanna assistita
da astreintes. ' Correzione della sentenza. ' Condanne sommarie non cautelari: le ordi-
nanze anticipatorie. ' Esercitazione D). ' Il procedimento sommario di cognizione pre-
visto dalla novella.

4. Vicende di svolgimento ''anomale'': l'estinzione del processo e la con-
ciliazione giudiziale ............................................................................. ╗ 127
`
L'estinzione del processo. ' Esercitazione E). ' L'inattivita delle parti. ' Effetti dell'e-
stinzione. ' Esercitazione F). ' La conciliazione giudiziale.

5. Le altre vicende anomale: la sospensione e l'interruzione del processo
pendente .............................................................................................. ╗ 157
`
La sospensione del processo: le ipotesi. ' La pregiudizialita civile, penale e amministra-
tiva. ' L'interruzione del processo.
VI

6. Le prove e l'istruzione probatoria ........................................................ p. 181
Premessa. ' Le prove atipiche. ' Principio dispositivo e onere della prova. Fatti pacifici,
notori e non contestati. ' Fatti impeditivi, estintivi e modificativi. ' Le presunzioni. ' Li-
miti al principio dispositivo: i fatti notori. ' I poteri istruttori del giudice. Principio di ac-
quisizione. ' Principio del libero convincimento del giudice e prove legali. Gli argomenti
`
di prova. ' L'assunzione dei mezzi di prova: giudizi di ammissibilita e di rilevanza. ' Prove
costituende e prove precostituite. ' I tempi e i modi dell'assunzione dei mezzi di prova.

7. I singoli mezzi di prova ....................................................................... ╗ 209
Premessa. ' L'ispezione. ' L'esibizione. La richiesta di informazioni alla pubblica ammi-
nistrazione. ' La prova documentale. ' L'atto pubblico. ' La scrittura privata. ' La data
della scrittura privata nei confronti dei terzi. ' Gli altri documenti. ' Il documento in-
`
formatico. ' La confessione. ' L'interrogatorio formale. ' La verita e il sapere della parte
in sede di audizione. ' Esercitazione G). ' Il giuramento. ' Esercitazione H). ' La prova
testimoniale. ' La testimonianza scritta. ' La consulenza tecnica.

8. Rapida comparazione finale sul diverso svolgimento del processo di
cognizione ove retto dal rito del lavoro .............................................. ╗ 255
Premessa. ' Ambito di applicazione del rito del lavoro e principali tipologie di contro-
`
versie. ' Attivita necessariamente prodromiche all'instaurazione del giudizio. Il tentativo
di conciliazione. ' La competenza. ' L'incompetenza del tribunale adito. ' L'errata in-
dividuazione del rito. ' Il ricorso e il decreto di fissazione dell'udienza. I vizi del ricorso
' Segue: la costituzione del convenuto. ' Brevi cenni sullo svolgimento del processo.
L'udienza di discussione. ' La fase istruttoria. ' I poteri officiosi del giudice in materia
di prove. ' Le ordinanze per il pagamento di somme. ' La fase decisoria. ' Riassunto
delle principali differenze intercorrenti tra il rito del lavoro e il rito ordinario.

9. Brevi cenni sul rito societario (in articulo mortis) ................................ ╗ 275
Premessa. ' La fase di trattazione. Introduzione generale. ' Lo scambio degli atti intro-
duttivi. ' Lo scambio delle memorie di replica. ' La contumacia delle parti e la costi-
tuzione tardiva: effetti ed intervento della Corte Costituzionale. ' L'istanza di fissazione
dell'udienza. ' L'intervento del giudice. Il decreto di fissazione dell'udienza. ' L'udienza
di discussione innanzi al Collegio.

10. Il giudizio innanzi al giudice di pace (brevi cenni) ............................ ╗ 283
Premessa. ' L'introduzione della causa. ' La trattazione e la fase decisoria. ' La conci-
liazione in sede non contenziosa.

11. Il domani e il c.d. ''processo telematico'' ............................................ ╗ 287
Premessa. ' La firma elettronica: genus e species. ' I vantaggi del processo telematico. '
L'utilizzo della firma digitale nel processo: la procura alle liti e la costituzione in giudizio.
' Le notifiche e le comunicazioni degli atti e dei provvedimenti. ' Il fascicolo informatico. '
Il sistema informatico civile.
VII

Svolgimento del processo ordinario di primo grado, attraverso i suoi atti
(dalla citazione alla sentenza) ............................................................. p. 301

Sezione settima
LE IMPUGNAZIONI DELLE SENTENZE E DEI LODI

1. La disciplina generale delle impugnazioni .......................................... p. 349
Definizioni generali e natura. ' Impugnazioni ordinarie e straordinarie. ' La correzione
della sentenza. ' Concorso di impugnazioni. ' Impugnazioni e diversi vizi della sentenza.
' Lineamenti evolutivi e storici. ' Rilevanza della distinzione fra errores in procedendo e in
iudicando. ' Varie qualificazioni delle impugnazioni. ' Le condizioni per impugnare: legit-
timazione ad impugnare. ' Interesse ad impugnare: la soccombenza. ' Impugnazione delle
sentenze non definitive. ' Termine di impugnazione. ' L'acquiescenza. ' Gli effetti della
riforma o della cassazione parziale della sentenza. ' L'estinzione dei procedimenti di im-
pugnazione. ' L'introduzione del procedimento di impugnazione. ' Inammissibilita e Im- `
` `
procedibilita dell'impugnazione. ' La notificazione dell'impugnazione. ' Pluralita di im-
pugnazioni contro la stessa sentenza. ' Soccombenza parziale reciproca ed impugnazione
incidentale. ' L'art. 337, co. 2 e la problematica interpretazione del concetto di autorita `
della sentenza. ' L'impugnazione incidentale ed i suoi limiti oggettivi e soggettivi.

2. Il giudizio di appello ........................................................................... ╗ 403
`
La collocazione nel sistema e la centralita del giudizio di appello. ' Alcuni presupposti
dell'appello. ' Introduzione e oggetto del giudizio di appello. ' Forma e contenuto del-
l'atto di appello. ' Il ruolo dei motivi. ' Questioni rilevabili d'ufficio fuori dei motivi
d'appello. ' L'onere di riproposizione delle allegazioni attrici o delle eccezioni non ac-
colte. ' L'effetto devolutivo temperato dell'appello. ' L'appello incidentale. ' I Nova (ec-
cezioni e prove) in appello. ' Le ipotesi tassative di appello rescindente. ' Il procedimen-
to di appello. ' La sospensione dell'efficacia esecutiva della sentenza di condanna. ' L'ap-
pello nel rito societario e in quello del lavoro.

3. Il ricorso per cassazione ...................................................................... ╗ 473
Note storico-sistematiche sull'istituto e sull'organo della Cassazione. ' Struttura e ogget-
to del giudizio di cassazione: Azione di impugnativa o terzo grado' ' Le sentenze im-
`
pugnabili e i motivi deducibili ex art. 360. ' Il nuovo ''filtro'' di ammissibilita nomo-
filattica del ricorso ex 360 bis. ' Gli atti introduttivi del procedimento di cassazione e i
nuovi requisiti di forma-contenuto del ricorso. ' Il controricorso e il ricorso incidentale.
' Le pronunce che la S.C. rende: cassazione senza rinvio e contestuale decisione nel me-
`
rito. ' cassazione senza rinvio per ragioni di rito. ' Il procedimento: le novita della ri-
forma del 2009. ' Il rito ordinario. ' ... E quello c.d. camerale ' La pronuncia a sezioni
unite. ' Estinzione del giudizio di cassazione (solo) per rinuncia.

4. Il giudizio di rinvio dopo la cassazione .............................................. ╗ 541
L'ipotesi classica del rinvio c.d. prosecutorio. ' L'estinzione del rinvio ''prosecutorio''
estingue ''l'intero processo''. ' Il rinvio c.d. ''restitutorio''. ' Cassazione per ragioni di
VIII

giurisdizione o di competenza ex art. 382. Traslatio iudicii e giurisdizione. L'intervento
della riforma del 2009. ' Le impugnazioni dopo il rinvio. ' Rinvio e giudicato parziale.

5. La revocazione .................................................................................... p. 563
Funzione e struttura della revocazione. ' Provvedimenti revocabili. ' Termine. ' Motivi
di revocazione e vizi della sentenza. ' Illustrazione dei singoli motivi. ' Il procedimento
di revocazione. ' I rapporti tra revocazione e cassazione. ' La revocazione delle decisioni
della Cassazione.

6. Le opposizioni di terzo alle sentenze .................................................. ╗ 587
La funzione dell'opposizione di terzo ordinaria: le due opposizioni e la loro differente
natura. ' I soggetti legittimati all'opposizione ordinaria. ' Effetti variabili della sentenza
resa sull'opposizione. ' L'opposizione di terzo revocatoria. ' Soggetti legittimati. ' Il
procedimento di opposizione e il concorso con altre impugnazioni. ' L'opposizione di
terzo avverso le sentenze della Cassazione.

7. Le impugnazioni avverso i lodi arbitrali rituali .................................... ╗ 607
Il dibattito dottrinale e giurisprudenziale sulla natura del lodo rituale e le sue ricadute
sul relativo sistema impugnatorio. Le recenti evoluzioni (d.lgs. n. 40 del 2006) della di-
`
sciplina codicistica. 'L'impugnazione per nullita del lodo rituale: struttura e funzione. '
Casi d'inefficacia del lodo. ' La fase rescissoria conseguente all'accoglimento dell'impu-
` `
gnazione. ' L'improcedibilita del giudizio di impugnazione per nullita del lodo. ' Casi
in cui manca la fase rescissoria. ' Notifica della impugnazione. ' I motivi di impugna-
`
zione per nullita del lodo. ' Gli errores in procedendo deducibili. ' Gli errori di diritto
sostanziale. ' Conclusione: natura giurisdizionale dell'arbitrato rituale. ' Gli altri due
gravami esperibili avverso il lodo rituale: La revocazione dei lodi. ' Le opposizioni di
terzo. ' Il nuovo art. 808-ter e l'azione d'impugnativa del lodo irrituale.

COMMENTI DEI LETTORI A «Il processo di primo grado e le impugnazioni delle sentenze»

Non ci sono commenti per questo volume.

LIBRI AFFINI A «Il processo di primo grado e le impugnazioni delle sentenze»

ALTRI LIBRI DI «Consolo Claudio»

ALTRI SUGGERIMENTI

REPARTI IN CUI È CONTENUTO «Il processo di primo grado e le impugnazioni delle sentenze»