Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Copertina di 'I reati in materia di prostituzione. Con CD-ROM'

Ingrandisci immagine


I reati in materia di prostituzione. Con CD-ROM

(La biblioteca del penalista. Collana diretta da Luigi Domenico C)


di

Sorgato Alessia

 

Normalmente disponibile in 20/21 giorni lavorativi
In promozione
Spedizione gratuita (dettagli)
Allegati: Indice

DETTAGLI DI «I reati in materia di prostituzione. Con CD-ROM»

Tipo Libro
Titolo I reati in materia di prostituzione. Con CD-ROM
Autore
Editore

CEDAM


EAN 9788813296056
Pagine XXIV-618
Data 2009
Collana La biblioteca del penalista. Collana diretta da Luigi Domenico C

INDICE DI «I reati in materia di prostituzione. Con CD-ROM»

Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

INDICE


Presentazione .................................................................. pag. XXI
Prefazione ...................................................................... » XXIII
Ringraziamenti ................................................................ » XXIX

Capitolo Primo
LA NORMATIVA SULLA PROSTITUZIONE:
PROFILI STORICI E CONCETTI GENERALI

1.1.1. Introduzione e profili storici ...................................... pag. 1
1.1.2. Il Regolamento Cavour ............................................. » 3
1.1.3. Il Regolamento Crispi .............................................. » 5
1.1.4. Il Regolamento Nicotera e la sua abolizione ................... » 7
1.1.5. La regolamentazione in epoca fascista .......................... » 7
1.1.6. Considerazioni generali conclusive .............................. » 8
1.2.1. La legge Merlin: presentazione ed iter parlamentare ........ » 10
1.2.2. Nozione di prostituzione .......................................... » 12
1.2.3. Oggetto giuridico, persona lesa e soggetto passivo ........... » 15
1.2.4. Ulteriori normative applicabili ................................... » 16
1.3. Casi pratici analizzati dall'Autrice .............................. » 18
1.3.1. Spogliarelli e danze erotiche ...................................... » 19
1.3.2. Casi pratici analizzati dall'Autrice .............................. » 24
1.3.2.1. Procura della Repubblica presso il Tribunale di
Udine, 21 gennaio 2001 (richiesta) e Ufficio del
Giudice per le indagini preliminari, 23 gennaio
2001 (applicazione): misura cautelare personale ... » 24
1.3.2.2. Tribunale di Monza, sentenza 5 dicembre 2006 ... » 25
1.3.3. Prestazioni sessuali via Internet .................................. » 26
1.3.4. Casi pratici analizzati dall'Autrice .............................. » 28
1.3.4.1. Procura della Repubblica presso il Tribunale di
Udine, 13 marzo 2004 (direttive alla P.G.), 25
marzo 2004 (richiesta di autorizzazione alla video-
captazione), 30 marzo 2004 (autorizzazione), 16
maggio 2004 (richiesta di misura cautelare) ed Uf-
ficio del Giudice delle indagini preliminari, 26 no-
vembre 2004, sentenza n. 870 .......................... » 28
VI INDICE


1.3.4.2. Tribunale di Udine, sezione Riesame, ordinanza
23 dicembre 2005. Ricorso del P.M. avverso ordi-
nanza del Tribunale del Riesame, 3 gennaio 2006 . pag. 29


Capitolo Secondo
LA CASA DI PROSTITUZIONE

2.1.1. Premesse. Locali di meretricio e case di prostituzione.
Excursus normativo ................................................. pag. 33
2.1.2. Il delitto di proprietà ed esercizio di casa di prostituzione
(art. 3 n. 1) ............................................................ » 36
2.1.3. Il delitto di locazione di locale per l'esercizio di casa di pro-
stituzione (art. 3 n. 2) ............................................... » 45
2.1.4. Concorso di reati .................................................... » 49
2.1.5. Casistica ............................................................... » 52
2.1.6. Scheda sinottica ...................................................... » 55
2.2. Casi pratici analizzati dall'Autrice .............................. » 56
2.2.1. Tribunale di Verona, sezione penale, sentenza 6 giugno
2002, n. 940, imp. H. L. + altri ................................... » 56
2.2.2. Tribunale di Palermo, V sezione penale, sentenza 11 di-
cembre 2006, n. 3523, imp. M. G. + altri ...................... » 58
2.2.3. Tribunale di Piacenza, sezione unica penale, sentenza 20
febbraio 2007, n. 137, imp. S.S. + 1 ............................. » 60
2.2.4. Tribunale di Modena, sezione penale, sentenza 25 marzo
2003, n. 19, imp. S.M. + altri ..................................... » 62
2.2.5. Corte d'Assise di Perugia, sentenza 23 novembre 2005, n.
4, imp. R.R. + altri ................................................... » 64
2.2.6. Tribunale di Palermo, V sezione penale, sentenza 4 novem-
bre 2004, n. 3802, imp. M.A. + altri ............................. » 65
2.2.7. Tribunale di Modena, sezione penale, sentenza 13 dicem-
bre 2005, n. 80, imp. S.S.R.M. + 1 ............................... » 67


Capitolo Terzo
LA TOLLERANZA ABITUALE

3.1.1. La tolleranza abituale (art. 3 n. 3) ................................ pag. 69
3.1.2. Concorso di reati .................................................... » 75
3.1.3. Casistica ............................................................... » 76
3.1.4. Scheda sinottica ...................................................... » 80
3.2. Casi pratici analizzati dall'Autrice .............................. » 80
3.2.1. Tribunale di Piacenza, sezione penale, sentenza 12 gennaio
2006, n. 4, imp. P.D. + 1 ........................................... » 80
INDICE VII

3.2.2. Tribunale di Palermo, sezione V penale, sentenza 1o otto-
bre 2002, n. 3093, imp. C.R. ..................................... pag. 84
3.2.3. Tribunale di Modena, sezione penale, sentenza 6 novem-
bre 2006, n. 58, imp. G.M. + altri .............................. » 85
3.2.4. Tribunale di Cagliari, Giudice dell'Udienza preliminare,
sentenza 21 luglio 2004, n. 559, imp. O.R. ................... » 87
3.2.5. Tribunale di Piacenza, Sezione unica penale, sentenza 6
ottobre 2006, n. 513, imp. S.S. + altri ......................... » 88
3.2.6. Tribunale di Modena, sezione penale, sentenza 11 aprile
2007, n. 29, imp. G.G. + altri ................................... » 91
3.2.7. Tribunale di Venezia, sezione I penale, sentenza 20 set-
tembre 2007, n. 55, imp. G.L. + 1 .............................. » 94
3.2.8. Tribunale di Torino, sezione V penale, sentenza 11 mag-
gio 2004, n. 2730, imp. H.J. ..................................... » 96
3.2.9. Tribunale di Lecco, sezione unica, sentenza 29 novembre
1996, n. 117, imp. S.P. + 1 ....................................... » 97
3.2.10. Tribunale di Rieti, Ufficio del Giudice per le indagini prelimi-
nari, sentenza 11 novembre 2004, n. 161, imp. S.G. + altri . » 98


Capitolo Quarto
RECLUTAMENTO

4.1.1. Il reclutamento (art. 3 n. 4) ...................................... pag. 101
4.1.2. L'agevolazione ...................................................... » 106
4.1.3. Il dolo specifico .................................................... » 108
4.1.4. Concorso di reati ................................................... » 109
4.1.5. Scheda sinottica .................................................... » 112
4.2. Casi pratici analizzati dall'Autrice ............................. » 113
4.2.1. Tribunale di L'Aquila, sezione penale, sentenza 10 no-
vembre 2006, n. 525, imp. X .................................... » 113
4.2.2. Tribunale di Pavia, sezione penale, Giudice monocratico,
sentenza 4 luglio 2002, n. 491, imp. I.Y. + 1 ................. » 114
4.2.3. Tribunale di Monza, sezione penale, sentenza 13 febbraio
2007, n. 382, imp. O.E.N. + 1 ................................... » 115
4.2.4. Tribunale di Monza, sezione penale, Giudice monocrati-
co, sentenza 2 marzo 2005, n. 597, imp. B.K. + 1 ........... » 116
4.2.5. Tribunale di Modena, sezione penale, sentenza 6 novem-
bre 2006, n. 58 ...................................................... » 116
4.2.6. Tribunale di Pavia, Ufficio del giudice per le indagini pre-
liminari, sentenza 14 luglio 2000, n. 294, imp. A.A. ........ » 118
4.2.7. Tribunale di Bologna, Ufficio del Giudice per le indagini
preliminari, sentenza 6 dicembre 2005, n. 2017, imp.
G.D. + altri .......................................................... » 120
VIII INDICE


4.2.8. Tribunale di Modena, sezione penale, sentenza 15 giugno
2005, n. 47 ........................................................... pag. 121


Capitolo Quinto
INDUZIONE

5.1.1. L'induzione (art. 3 n. 5) ............................................ pag. 125
5.1.2. Il lenocinio ............................................................ » 135
5.1.3. Concorso di reati .................................................... » 144
5.1.4. Scheda sinottica ...................................................... » 145
5.2. Casi pratici analizzati dall'Autrice .............................. » 146
5.2.1. Tribunale di Monza, Ufficio del Giudice dell'udienza preli-
minare, sentenza 28 settembre 2006, n. 534, imp. C. + 2 ... » 146
5.2.2. Tribunale di Sondrio, sezione unica penale, sentenza 29
novembre 2002, n. 347, imp. P.N. + altri ...................... » 148
5.2.3. Tribunale di Ravenna, sezione penale, sentenza 24 giugno
2005, n. 1022, imp. C.E. ........................................... » 150
5.2.4. Tribunale di Piacenza, sezione unica penale, sentenza 23
giugno 2000, n. 1010, imp. C.P. .................................. » 151
5.2.5. Corte d'Assise di Milano, sezione II, sentenza 12 ottobre
2001, n. 17, imp. E.P. ............................................... » 153
5.2.6. Tribunale di Sondrio, sezione unica penale, sentenza 20
febbraio 2004, n. 86, imp. T.A ................................... » 155
5.2.7. Tribunale di Pavia, Giudice dell'udienza preliminare, sen-
tenza 3 febbraio 2004, n. 11, imp. B.C .......................... » 157
5.2.8. Tribunale di Bologna, Giudice per l'udienza preliminare,
sentenza 23 ottobre 2001, n. 1684, imp. G.A. ................. » 158


Capitolo Sesto
INDUZIONE A RECARSI ALTROVE

6.1.1. L'induzione a recarsi nel territorio di un altro Stato (art. 3
n. 6) ..................................................................... pag. 161
6.1.2. L'intromissione ...................................................... » 167
6.1.3. Concorso di reati .................................................... » 169
6.1.4. Scheda sinottica ...................................................... » 170
6.1.5. La tratta di persone nel diritto internazionale ................. » 171
6.1.6. La tratta di persone di cui agli artt. 601 e 602 c.p. ........... » 174
6.1.7. La tratta nel testo unico delle norme sull'immigrazione .... » 179
6.2. Casi pratici analizzati dall'Autrice .............................. » 186
6.2.1. Tribunale di Livorno, composizione monocratica, sentenza
9 luglio 2003, n. 1012, imp. S.T. + 1 ............................ » 186
INDICE IX

6.2.2. Corte d'Assise di Milano, sezione I, sentenza 23 giugno
2001, n. 14, imp. D.D. .............................................. pag. 187
6.2.3. Corte d'Assise di Genova, sentenza 8 aprile 1998, n. 2,
imp. P.I. + altri ....................................................... » 188
6.2.4. Corte d'Assise di Milano, sezione I, sentenza 18 ottobre
2001, n. 18, imp. B.S. ............................................... » 190
6.2.5. Corte d'Assise di Perugia, sentenza 13 ottobre 2005, n. 3,
imp. A.D. + 1 ......................................................... » 192
6.2.6. Tribunale di Lecce, Ufficio del Giudice per le indagini
preliminari, sentenza 5 luglio 2001, n. 551, imp. R.C. + al-
tri ....................................................................... » 194
6.2.7. Corte d'Assise di Milano, sezione I penale, sentenza 24 no-
vembre 2003, n. 14, imp. L.M. + altri ........................... » 195
6.2.8. Tribunale di Bologna, sezione I penale, sentenza 18 maggio
2006, n. 137, imp. M.I. ............................................. » 198


Capitolo Settimo
ASSOCIAZIONI ED ORGANIZZAZIONI

7.1.1. Le associazioni ed organizzazioni (art. 3 n. 7) ................. pag. 201
7.1.2. Scheda sinottica ...................................................... » 206
7.1.3. Concorso di reati .................................................... » 206
7.2. Casi pratici analizzati dall'Autrice .............................. » 209
7.2.1. Tribunale di Lecce, Ufficio del Giudice per le indagini pre-
liminari, sentenza 11 aprile 2002, n. 332, imp. R.S. .......... » 209
7.2.2. Tribunale di Palermo, Ufficio del Giudice per le indagini
preliminari, sentenza 11 ottobre 2004, n. 881, imp. L.S. +
altri ..................................................................... » 211
7.2.3. Tribunale di Verona, sezione penale, sentenza 26 maggio
2006, n. 1011, imp. B.E. + altri ................................... » 213
7.2.4. Tribunale di Massa, Ufficio del Giudice per le indagini
preliminari, ordinanza di custodia cautelare 25 luglio 2003,
imp. B.F. + altri e Tribunale di Genova, sezione per il rie-
same, ordinanza 5 dicembre 2003 ............................... » 215
7.2.5. Corte d'Assise di Lecce, sentenza 1 aprile 2003, M.P. e
Corte d'Assise d'Appello di Lecce, sentenza 10 febbraio
2005, n. 1, imp. M.P. ............................................... » 216
7.2.6. Tribunale di Verona, sezione penale, sentenza 12 giugno
2002, n. 966, imp. D.A. + altri .................................... » 219
7.2.7. Tribunale di Bologna, Ufficio del Giudice per le indagini pre-
liminari, sentenza 22 dicembre 2000, imp. B.N. + altri ..... » 220
7.2.8. Tribunale di Verona, sezione penale, sentenza 20 marzo
2006, n. 551, imp. P.S.A. + altri .................................. » 223
X INDICE


Capitolo Ottavo
FAVOREGGIAMENTO

8.1.1. Favoreggiamento della prostituzione ............................ pag. 226
8.1.2. Concorso di reati e casistica ....................................... » 240
8.1.3. Scheda sinottica ...................................................... » 249
8.2. Casi pratici analizzati dall'Autrice .............................. » 249
8.2.1. L'accompagnamento in auto ...................................... » 250
8.2.1. a) Tribunale di Livorno, Giudice monocratico, sen-
tenza 28 maggio 2003, n. 787, imp. G. alias X.C. . » 250
8.2.1. b) Tribunale di Piacenza, Giudice monocratico, sen-
tenza 13 febbraio 2002, n. 204, imp. B.I. ........... » 251
8.2.1. c) Tribunale di Cagliari, Ufficio del Giudice delle in-
dagini preliminari, sentenza 21 marzo 2007, n.
284, imp. S.P. ............................................. » 252
8.2.1. d) Tribunale di Piacenza, Giudice monocratico, sen-
tenza 16 ottobre 2000, n. 1310, imp. Z.D. .......... » 252
8.2.1. e) Tribunale di Piacenza, sezione unica penale, sen-
tenza 5 febbraio 2002, n. 169, imp. S.A. ............ » 253
8.2.2. Reperimento/locazione/subaffitto di appartamento ......... » 254
8.2.2. a) Tribunale di Ravenna, Giudice monocratico, sen-
tenza 14 aprile 2004, n. 624, imp. D.B.L.L. ........ » 254
8.2.2. b) Tribunale di Cagliari, Ufficio del Giudice per le
indagini preliminari, sentenza 9 maggio 2006, n.
344, imp. G.S. ............................................ » 254
8.2.2. c) Tribunale di Genova, sezione II penale, II^ colle-
gio, sentenza 28 ottobre 2004, n. D3820, imp.
P.O. ......................................................... » 255
8.2.2. d) Tribunale di Ravenna, Ufficio del Giudice per le
indagini preliminari, sentenza 19 settembre 2007,
n. 331, imp. B.G. ......................................... » 255
8.2.2. e) Tribunale di Piacenza, Giudice monocratico, sen-
tenza 26 giugno 2006, n. 420, imp. A.D.F.K.J. .... » 256
8.2.2. f) Tribunale di Padova, sezione penale, sentenza 19
dicembre 2006, n. 2039, imp. N.M. .................. » 256
8.2.3. Alloggio in albergo .................................................. » 257
8.2.3. a) Tribunale di Livorno, in composizione monocra-
tica, sentenza 1o aprile 2005, n. 328, imp. H.G. ... » 257
8.2.3. b) Tribunale di Piacenza, sezione unica penale, sen-
tenza 5 luglio 2002, n. 901, imp. R.A. + 1 .......... » 257
8.2.3. c) Tribunale di Cagliari, Giudice dell'udienza preli-
minare, sentenza 11 giugno 2003, n. 417, imp.
P.F. .......................................................... » 258
INDICE XI

8.2.4. Personale di servizio ................................................ pag. 259
8.2.4. a) Tribunale di Palermo, sezione IV penale, sentenza
18 gennaio 2007, n. 201, imp. A.D. + altri .......... » 260
8.2.4. b) Tribunale di Palermo, sezione IV penale, sentenza
28 maggio 2003, n. 2101, imp. L.M. ................. » 262
8.2.4. c) Tribunale di Palermo, Giudice monocratico, sen-
tenza 11 aprile 2007, n. 1408, imp. L.M. + 1 ....... » 263
8.2.5. Intervento sul luogo di esercizio della prostituzione ......... » 263
8.2.5. a) Tribunale di Piacenza, sezione unica penale, sen-
tenza 28 aprile 2000, n. 768, imp. G.D. ............. » 263
8.2.5. b1) Tribunale di Pisa, sezione penale, sen-
tenza 18 febbraio 2004, n. 176, imp.
B.A. + 1 ...................................... » 264
8.2.5. b2) Corte d'Appello di Firenze, sentenza
1o aprile 2005, n. 966 ...................... » 264
8.2.5. c) Tribunale di Sondrio, Giudice monocratico, sen-
tenza 24 gennaio 2003, n. 26, imp. S.C.A. + 1 ..... » 265
8.2.5. d) Tribunale di Monza, Giudice monocratico, sen-
tenza 12 aprile 2006, n. 1072, imp. C.E. ............ » 265
8.2.5. e) Tribunale di Voghera, sezione penale, sentenza 4
luglio 2003, n. 445, imp. P.A. ......................... » 266
8.2.6. Forniture di oggetti necessari e/o utili all'esercizio del me-
retricio ................................................................. » 267
8.2.6. a) Tribunale di Ravenna, Ufficio del Giudice per
l'udienza preliminare, sentenza 29 settembre
2006, imp. X.P. ........................................... » 267
8.2.6. b) Tribunale di Piacenza, sezione unica penale, sen-
tenza 14 luglio 2000, n. 1138, imp. A.G. + altri ... » 267
8.2.7. Presentazione di clienti ............................................. » 268
8.2.7. a) Tribunale di Sondrio, Giudice monocratico, sen-
tenza 5 dicembre 2000, n. 543, imp. M.R.P. ....... » 268
8.2.7. b1) Tribunale di Piacenza, Giudice mono-
cratico, sentenza 13 giugno 2001, n.
657, imp. R.M. .............................. » 269
8.2.7. b2) Corte d'Appello di Bologna, sentenza,
n. 4930 del 21 novembre 2005 .......... » 269
8.2.7. c) Tribunale di Ravenna, sezione penale, sentenza 24
giugno 2005, n. 1024, imp. P.Z. + altri .............. » 269
8.2.8. Aiuto generico ....................................................... » 269
8.2.8. a) Tribunale di Ravenna, sezione penale, sentenza 10
maggio 2005, n. 746, imp. G.D.O. ................... » 269
8.2.8. b) Tribunale di Verona, sezione penale, sentenza 6
aprile 2004, n. 798, imp. L.N. ......................... » 270
XII INDICE


Capitolo Nono
SFRUTTAMENTO

9.1.1. Sfruttamento della prostituzione ............................... pag. 273
9.1.2. Differenze e concorso di reati ................................... » 289
9.1.3. Casistica .............................................................. » 290
9.1.4. Scheda sinottica .................................................... » 293
9.2. Casi pratici analizzati dall'Autrice ............................. » 293
9.2.1. Tribunale di Milano, sezione V penale, sentenza 14 otto-
bre 2005, n. 10324, imp. C.L. + 1 .............................. » 293
9.2.2. Tribunale di Ravenna, sezione penale, sentenza 8 febbraio
2005, n. 188, imp. M.T. + altri .................................. » 295
9.2.3. Tribunale di Piacenza, sezione unica penale, sentenza 30
giugno 2005, n. 564, imp. F.T. + altri ......................... » 296
9.2.4. Corte d'Assise di Monza, sentenza 28 settembre 1999, n.
3, imp. Q.D. + altri ................................................ » 298
9.2.5. Tribunale di Verona, sezione penale, sentenza 18 maggio
2002, n. 1335, imp. T.S. e 21 aprile 2006 n. 760, imp.
M.C. .................................................................. » 299
9.2.6. Tribunale di Verona, sezione penale, sentenza 19 maggio
2005, n. 1191, imp. R.R. .......................................... » 299


Capitolo Decimo
AGGRAVANTI

10.1.1. Aggravante della violenza, minaccia, inganno (art. 4 n. 1
L. Merlin) ............................................................ pag. 303
10.1.2. Minore età, infermità e minorazione psichica ................ » 309
10.1.3. Rapporti di parentela ............................................. » 314
10.1.4. Affidamento ......................................................... » 316
10.1.5. Rapporto di servizio domestico o impiego ................... » 317
10.1.6. Fatto commesso dal pubblico ufficiale ........................ » 318
10.1.7. Pluralità di soggetti lesi ........................................... » 319
10.1.7.bis Fatto commesso in danno di persona tossicodipenden-
te ................................................................... » 323
10.1.8. Regole generali ..................................................... » 324
10.2. Casi pratici analizzati dall'Autrice ............................. » 329
10.2.1. Tribunale di Bologna, sezione II penale, sentenza 22 otto-
bre 2003, imp. C.D. ............................................... » 329
10.2.2. Tribunale di Padova, sentenza 22 aprile 2003, n. 523,
imp. O.M. ........................................................... » 330
10.2.3. Tribunale di Cagliari, Giudice dell'udienza preliminare,
sentenza 23 novembre 2000, n. 954, imp. F.L. + 1 ......... » 332
INDICE XIII

10.2.4. Tribunale di Piacenza, sezione unica penale, sentenza 31
maggio 2002, n. 770, imp. L.F. ................................ pag. 333
10.2.5. Tribunale di Monza, sezione unica penale, sentenza 19
giugno 1997, n. 265, imp. M.I. + altri ........................ » 333
10.2.6. Tribunale di Padova, sezione penale, sentenza 22 feb-
braio 2002, n. 244, imp. E.M. ................................. » 336
10.2.7. Tribunale di Cagliari, Giudice dell'udienza preliminare,
sentenza 2 ottobre 2001, n. 501, imp. B.F. .................. » 337
10.2.8. Tribunale di Verona, sezione penale, sentenza 24 no-
vembre 2005, n. 2527, imp. P.N. ............................. » 338
10.2.9. Corte d'Assise di Milano, sezione V, sentenza 17 luglio
2000, n. 24, imp. D.M. + 1 ..................................... » 339
10.2.10. Tribunale di Piacenza, sezione unica penale, sentenza 8
giugno 1999, imp. A.P. .......................................... » 341
10.2.11. Tribunale di Cagliari, giudice monocratico, sentenza 9
giugno 2006, n. 451, imp. S.P.G. ............................. » 342


Capitolo Undicesimo
LIBERTINAGGIO

11.1.1. La fattispecie di libertinaggio .................................. pag. 343


Capitolo Dodicesimo
PENE ACCESSORIE, MISURE DI SICUREZZA,
MISURE DI PREVENZIONE

12.1.1. Pene accessorie ................................................... pag. 351
12.1.2. Misure di sicurezza ............................................... » 355
12.1.3. Misure di prevenzione ........................................... » 359
12.1.4. La confisca ......................................................... » 360
12.1.5. Altre disposizioni generali comuni ........................... » 365


Capitolo Tredicesimo
LA PROSTITUZIONE MINORILE

13.1.1. Le norme italiane ................................................. pag. 367
13.1.2. Atti sessuali con minore tra i 14 e i 16 anni di età ......... » 378
13.1.3. Circostanze e pene accessorie ................................. » 382
13.1.4. Tratta di minori ................................................... » 383
13.1.5. Turismo sessuale ................................................. » 384
13.1.6. Fatto commesso all'estero ...................................... » 388
XIV INDICE


13.1.7. Disposizioni processuali ........................................ pag. 389
13.1.8. Richiami comparatistici ......................................... » 391
13.1.9. Scheda sinottica .................................................. » 393
13.2. Casi pratici analizzati dall'Autrice ........................... » 394
13.2.1. Tribunale di Monza, sezione unica penale, sentenza 19
giugno 1997, n. 265, imp. M.I. + altri ........................ » 394
13.2.2. Corte d'Assise di Brindisi, sentenza 5 novembre 2001,
imp. R.G. + altri .................................................. » 395
13.2.3. Corte d'Assise di Bari, sentenza 22 aprile 2004, n. 6,
imp. V.A. ........................................................... » 397
13.2.4. Tribunale di Verona, sezione penale, sentenza 7 marzo
2002, n. 369, imp. S.B. + 1 ..................................... » 399
13.2.5. Tribunale di Piacenza, sezione unica penale, sentenza 9
febbraio 2001, n. 133, imp. K.A. .............................. » 401
13.2.6. Corte d'Assise di Venezia, sentenza 12 luglio 2004, n. 2,
imp. S.N. + altri .................................................. » 402
13.2.7. Tribunale di Padova, sezione penale, sentenza 7 dicem-
bre 2004, n. 1950, imp. H.V. + 1 ............................. » 403
13.2.8. Corte d'Assise di Rovigo, sentenza 25 luglio 2006, n. 1,
imp. O.M. + 1 ..................................................... » 404
13.2.9. Tribunale di Verona, sezione penale, sentenza 17 no-
vembre 2006, n. 1869, imp. G.V. + altri ..................... » 406
13.2.10. Tribunale di Piacenza, sezione unica penale, sentenza 8
gennaio 2004, n. 14, imp. V.M. e sentenza 15 luglio
2003, n. 798, imp. K.L. .......................................... » 407
13.2.11. Corte d'Assise di Milano, sentenza 13 aprile 2000, n. 16,
imp. C.T. + 1 ...................................................... » 408
13.2.12. Tribunale di Venezia, sezione II penale, sentenza 12 di-
cembre 2005, n. 84, imp. F.A. ................................. » 410
13.2.13. Corte d'Assise di Bari, sentenza 11 dicembre 2003, n. 2,
imp. G.A. + altri .................................................. » 411
13.2.14. Tribunale di Padova, sezione penale, sentenza 16 luglio
2004, imp. T.D. ................................................... » 412


Capitolo Quattordicesimo
RIDUZIONE IN SCHIAVITÚ

14.1.1. Premesse ........................................................... pag. 415
14.1.2. Il delitto di riduzione in schiavitù. Norme ed elaborazio-
ne dottrinale ....................................................... » 418
14.1.3. L'interpretazione giurisprudenziale .......................... » 424
14.1.4. Regime giuridico della prostituzione coatta ................ » 429
14.1.5. Scheda sinottica .................................................. » 440
INDICE XV

14.2. Casi pratici analizzati dall'Autrice ............................. pag. 440
14.2.1. Corte d'Assise di Milano, sentenza 28 giugno 1988, n. 49,
imp. I.Z. + 1 ......................................................... » 440
14.2.2. Corte d'Assise di Milano, sezione III, sentenza 15 novem-
bre 2000, n. 29, imp. R.A. + altri ............................... » 443
14.2.3. Corte d'Assise di Venezia, sentenza 13 marzo 2006, n. 1,
imp. O.H. + 2 ....................................................... » 445
14.2.4. Tribunale di Cagliari, Giudice dell'udienza preliminare,
sentenza 14 febbraio 2007, n. 147, imp. O.K. + altri ....... » 446
14.2.5. Corte d'Assise di Verona, sentenza 16 luglio 2001, n. 2,
imp. B.A + 1 ........................................................ » 450
14.2.6. Corte d'Assise di Milano, sezione V, sentenza 21 luglio
2000, n. 12, imp. T.A. + 2 ........................................ » 453
14.3. Le sentenze di assoluzione dal delitto di riduzione in
schiavitù ............................................................. » 456
14.3.1. Corte d'Assise di Milano, sezione I, sentenza 28 novem-
bre 2006, n. 12, imp. S.P. + altri ................................ » 456
14.3.2. Corte d'Assise di Milano, sezione II, sentenza 10 marzo
2005, n. 2, imp. O.L. .............................................. » 456
14.3.3. Corte d'Assise di Roma, sezione I, sentenza 29 maggio
2007, n. 11, imp. M.I. + 2 ........................................ » 457
14.3.4. Corte d'Assise di Genova, sentenza 17 marzo 2000, n. 2,
imp. sedicente A.T + 1 ............................................ » 458
14.3.5. Corte d'Assise di Perugia, sentenza 20 aprile 2007, n. 2,
imp. B.B. ............................................................. » 458


Capitolo Quindicesimo
CONCORSO DI REATI

15.1.1. Premesse ............................................................. pag. 461
15.1.2. Concorso tra ipotesi di cui all'art. 3 L. Merlin: casa, loca-
zione e tolleranza .................................................. » 462
15.1.3. Segue: Concorso tra ipotesi di cui all'art. 3. Reclutamento,
agevolazione, induzione .......................................... » 465
15.1.4. Termina: Concorso tra ipotesi di cui all'art. 3. Associazio-
ne, favoreggiamento, sfruttamento ............................. » 469
15.1.5. Concorso con il delitto di violenza sessuale .................. » 471
15.2. Casi pratici analizzati dall'Autrice di concorso con l'art.
609 bis c.p. .......................................................... » 473
15.2.1. Tribunale di Ravenna, sezione penale, sentenza 16 aprile
2004, n. 639, imp. M.G. .......................................... » 473
15.2.2. Tribunale di Verona, sezione penale, sentenza 10 gennaio
2006, n. 8, imp. G.D. + 2 ......................................... » 474
XVI INDICE


15.2.3. Corte d'Assise di Milano, sezione III, sentenza 7 febbraio
2000, n. 6, imp. M.N. ............................................. pag. 475
15.2.4. Tribunale di Modena, sezione penale, sentenza 16 gen-
naio 2007, n. 2, imp. I.C. ......................................... » 476
15.2.5. Concorso con il delitto di estorsione, sequestro e seque-
stro a scopo di estorsione ........................................ » 477
15.3. Casi pratici analizzati dall'Autrice di concorso con l'art.
629 e/o l'art. 605 c.p. ............................................. » 480
15.3.1. Tribunale di Cagliari, Giudice dell'udienza preliminare,
sentenza 19 aprile 2001 n. 231, imp. A.P. + 1 ............... » 480
15.3.2. Tribunale di Verona, sezione penale, sentenza 9 maggio
2006, n. 861, imp. M.I.C. ........................................ » 481
15.3.3. Tribunale di Verona, sezione penale, sentenza 5 maggio
2005, n. 1034, imp. O.H.I. ....................................... » 481
15.3.4. Tribunale di Genova, sezione III penale, sentenza 19 gen-
naio 2006, n. 197, imp. O.M. + 2 ............................... » 482
15.3.5. Tribunale di Torino, sezione IV penale, sentenza 14 giu-
gno 2004, n. 3401, imp. I.F. ..................................... » 483
15.3.6. Tribunale di Padova, sezione penale, sentenza 6 febbraio
2007, n. 235, imp. R.C.E. + 1 ................................... » 483
15.3.7. Corte d'Assise di Perugia, sentenza 27 gennaio 2003, n. 1,
imp. G.E. ............................................................ » 484
15.4. Concorso con altri reati ........................................... » 485
15.4.1. Lesioni personali ................................................... » 485
15.4.2. Omicidio ............................................................. » 486
15.4.3. Maltrattamenti ...................................................... » 487
15.4.4. Violenza privata .................................................... » 488
15.4.5. Appropriazione indebita ......................................... » 489
15.4.6. Bigamia .............................................................. » 490
15.4.7. Minacce .............................................................. » 491
15.5. Miscellanee .......................................................... » 491
15.5.1. Tribunale di Modena, sentenza 14 aprile 2005, n. 31 ...... » 491
15.5.2. Tribunale di Bologna, sezione I penale, sentenza 6 aprile
2006, n. 95, imp. I.E. + 2 ......................................... » 492


Capitolo Sedicesimo
QUESTIONI PROCESSUALI:
ATTENDIBILITÀ DELLA PARTE LESA

16.1.1. Premesse ............................................................. pag. 495
16.1.2. Attendibilità della persona offesa .............................. » 496
16.1.3. Principali ragioni di inattendibilità della persona offesa, o
comunque sospetto di essa: intenti vendicativi .............. » 501
INDICE XVII

16.1.4. Clandestinità e permesso di soggiorno per ragioni di giu-
stizia ................................................................. pag. 505
16.2. Casi pratici analizzati dall'Autrice a proposito di atten-
dibilità .............................................................. » 512
16.2.1. Corte d'Assise di Milano, sezione I, sentenza 18 luglio
2002, n. 16, imp. X.I. + altri ................................... » 512
16.2.2. Tribunale di Cagliari, Giudice dell'udienza preliminare,
sentenza 8 luglio 2002, n. 514, imp. D.M.G. ............... » 512
16.2.3. Corte d'Assise di Roma, sezione I, sentenza 17 gennaio
2005, n. 1, imp. R.M. ............................................ » 513
16.2.4. Tribunale di Ravenna, Ufficio del Giudice delle indagini
preliminari, sentenza 26 ottobre 2005, n. 463, imp. D.P.D. » 514
16.2.5. Tribunale di Sondrio, sezione unica, sentenza 14 giugno
2002, n. 271, imp. M.G. ........................................ » 514
16.2.6. Tribunale di Napoli, sezione VII penale, sentenza 20
giugno 2003, n. 5323, imp. B.G. .............................. » 515
16.2.7. Corte d'Assise di Padova, sentenza 2 luglio 2003, n. 5,
imp. C.D. ........................................................... » 515
16.2.8. Corte d'Assise di Milano, sezione I, sentenza 13 maggio
2002, n. 9, imp. L.K. + altri .................................... » 516
16.2.9. Tribunale di Modena, sentenza 18 novembre 2002, n.
72, imp. P.P. + 1 .................................................. » 517
16.2.10. Tribunale di Verona, Giudice monocratico, sentenza 16
giugno 2004, n. 1326, imp. G.T. .............................. » 518
16.2.11. Tribunale di Verona, sezione penale, sentenza 16 marzo
2007, n. 530, imp. I.I. ........................................... » 519
16.2.12. Tribunale di Pavia, Giudice dell'udienza preliminare,
sentenza 9 maggio 2006, n. 73, imp. N.S. ................... » 520
16.2.13. Tribunale di Venezia, sezione I penale, sentenza 20 set-
tembre 2007, n. 53, imp. I.A.A. + 1 .......................... » 520


Capitolo Diciassettesimo
QUESTIONI PROCESSUALI:
REPERIBILITÀ DEL TESTE D'ACCUSA

17.1.1. Irripetibilità di atti processuali ................................ pag. 523
17.1.2. Irripetibilità sopravvenuta di dichiarazioni: l'art. 512
c.p.p. ................................................................ » 527
17.1.3. Una soluzione superata: l'art. 195 c.p.p. .................... » 531
17.2. Casi pratici analizzati dall'Autrice a proposito di irrepe-
ribilità sopravvenuta della propalante ....................... » 533
17.2.1. Tribunale penale di Voghera, sentenza 5 dicembre 2003,
n. 747, imp. G.G. ................................................. » 533
XVIII INDICE


17.2.2. Tribunale di Ravenna, Giudice monocratico, sentenza
18 novembre 2003, n. 1753, imp. D.K. ...................... pag. 535
17.2.3. Tribunale di Perugia, sezione penale, sentenza 15 aprile
1999, n. 71, imp. S.Z. ............................................ » 535
17.2.4. Tribunale di Genova, composizione monocratica, sen-
tenza 28 ottobre 2005, n. D-3455, imp. L.P. ............... » 536
17.2.5. Tribunale di Genova, composizione monocratica, sen-
tenza 20 dicembre 2004, n. D-3274, imp. S.S. ............. » 536
17.2.6. Corte d'Assise di Venezia, sentenza 7 aprile 2004, n. 1,
imp. Q.A. + 1 ..................................................... » 537
17.2.7. Corte d'Assise di Brindisi, sentenza 3 gennaio 2001, n. 1,
imp. M.S. + altri .................................................. » 539
17.2.8. Corte d'Assise di Milano, sezione II, sentenza 18 feb-
braio 2003, n. 4, imp. G.T.V. + altri ......................... » 540
17.2.9. Tribunale di S. Maria Capua Vetere, Ufficio del Giudice
delle indagini preliminari, sentenza 4 marzo 2004, imp.
L.G. ................................................................. » 541
17.2.10. Corte d'Assise di Milano, sezione V, sentenza 17 ottobre
1997, n. 30, imp. P.E. ........................................... » 542
17.2.11. Corte d'Assise di Perugia, sentenza 28 maggio 2005, n. 1,
imp. O.E.S. e Corte d'Assise di Perugia, verbale di udien-
za 3 febbraio 2006, p.p. n. 9/05 RG C. d'A. imp. D.J. ... » 543


Capitolo Diciottesimo
ALTRE QUESTIONI PROCESSUALI

18.1.1. Costituzione di parte civile e risarcimento del danno .... pag. 545
18.2. Casi pratici analizzati dall'Autrice ........................... » 550
18.2.1. Tribunale di Padova, sentenza 5 marzo 2003, n. 359,
imp. B.P.C.R. + altri ............................................. » 550
18.2.2. Corte d'Assise di Perugia, sentenza 28 maggio 2005, n.
1, imp. O.E.S. ..................................................... » 550
18.3. Competenza territoriale ......................................... » 553
18.4. Casi pratici analizzati dall'Autrice ........................... » 556
18.4.1. Corte d'Assise di Milano, sezione III, sentenza 7 luglio
1999, n. 21, imp. T.A. + altri ................................... » 556
18.4.2. Corte d'Assise di Bergamo, sentenza 28 marzo 2003, n.
1, imp. N.G. + altri .............................................. » 557
18.4.3. Tribunale di Lecce, sezione dei Giudici per le indagini
preliminari, sentenza 26 marzo 2003, n. 250, imp. J.G. .. » 559
18.4.4. Corte d'Assise di Milano, sezione I, sentenza 11 aprile
2001, n. 9, imp. L.R. + altri .................................... » 559
18.5. Altre questioni miscellanee ..................................... » 560
INDICE XIX

Capitolo Diciannovesimo
LE NUOVE PROPOSTE DI LEGGE

19.1.1. Premesse generali .................................................. pag. 567
19.1.2. I modelli legislativi di riforma ................................... » 568
19.2. I progetti c.d. proibizionisti ..................................... » 570
19.2.1. Proposta di Legge, d'iniziativa del deputato Tommaso
Foti, presentata il 29 aprile 2008, intitolata Norme contro
la pratica e lo sfruttamento della prostituzione (PDL 156
Camera dei Deputati, XVI Legislatura) ....................... » 570
19.2.2. Proposta di Legge, d'iniziativa del deputato Naccarato,
presentata il 5 giugno 2008, intitolata Nuove norme per
contrastare la prostituzione (PDL 1251 Camera dei De-
putati, XVI Legislatura) .......................................... » 572
19.2.3. Proposta di Legge, d'iniziativa del deputato Silvana Mu-
ra, presentata il 12 giugno 2008, intitolata Norme per il
contrasto della prostituzione (PDL 1292 Camera dei De-
putati, XVI Legislatura) .......................................... » 573
19.3. I provvedimenti regolamentaristi ............................... » 574
19.4. Le proposte Della Monica e altri e Carfagna-Alfano-Ma-
roni .................................................................... » 581
19.4.1. Il disegno di legge Carfagna-Alfano-Maroni ................. » 582
19.4.2. Il disegno di legge Della Monica, Ceccanti, Incostante,
Lumia ed Adamo .................................................. » 583
19.5. I poteri delle autorità locali ...................................... » 585

Indice delle sentenze allegate e trattate nei Casi pratici ............... » 591
Sentenze allegate e citate .................................................... » 601
Bibliografia .................................................................... » 607
Indice analitico ................................................................ » 615

COMMENTI DEI LETTORI A «I reati in materia di prostituzione. Con CD-ROM»

Non ci sono commenti per questo volume.

LIBRI AFFINI A «I reati in materia di prostituzione. Con CD-ROM»

ALTRI LIBRI DI «Sorgato Alessia»

ALTRI SUGGERIMENTI

REPARTI IN CUI È CONTENUTO «I reati in materia di prostituzione. Con CD-ROM»