Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Copertina di 'L'istruzione probatoria nel processo civile. Con CD-ROM'

Ingrandisci immagine


L'istruzione probatoria nel processo civile. Con CD-ROM

(Sapere diritto)


di

Grasselli Giorgio

 

Normalmente disponibile in 7/8 giorni lavorativi
In promozione
Spedizione gratuita (dettagli)
Allegati: Indice

DETTAGLI DI «L'istruzione probatoria nel processo civile. Con CD-ROM»

Tipo Libro
Titolo L'istruzione probatoria nel processo civile. Con CD-ROM
Autore
Editore

CEDAM


EAN 9788813282622
Pagine XVIII-798
Data ottobre 2009
Collana Sapere diritto

INDICE DI «L'istruzione probatoria nel processo civile. Con CD-ROM»

Per visualizzare l'indice clicca qui Nascondi

INDICE SOMMARIO


Prefazione ............................................................................... Pag. V
Elenco delle principali abbreviazioni .............................................. » XVII


PARTE PRIMA
L'ISTRUZIONE IN GENERALE

Capitolo Primo
IL SISTEMA PROBATORIO

1. Il concetto di prova ............................................................. Pag. 3
2. L'istruzione probatoria: norme processuali e sostanziali ............... » 5
3. Tipicità dei mezzi di prova .................................................... » 7
4. L'onere della prova ............................................................. » 8
5. Il principio di acquisizione .................................................... » 14
6. I fatti costitutivi, modificativi ed estintivi di un diritto ................. » 18
6.1. I fatti costitutivi ............................................................ » 18
6.2. Diritti c.d. «eterodeterminati» e «autodeterminati» ................ » 19
6.3. I fatti modificativi, estintivi o impeditivi ............................. » 21
7. Ammissibilità della prova ...................................................... » 24
8. Classificazione delle prove .................................................... » 28
8.1. Prova diretta ............................................................... » 28
8.2. Prova indiretta: le presunzioni ......................................... » 29
8.3. Presunzioni legali ......................................................... » 33
8.4. Presunzioni semplici ...................................................... » 35
8.5. La prova contraria ........................................................ » 38
8.6. Prova piena e prova di verosimiglianza .............................. » 41
8.7. Argomento di prova (rinvio) ............................................ » 41
8.8. Prova precostituita e prova costituenda .............................. » 42
9. L'acquisizione delle prove ed il principio di disponibilità ............. » 42
9.1. Disponibilità delle prove ................................................ » 42
9.2. Deroghe al principio dispositivo ....................................... » 46
9.3. La formulazione della prova per testi disposta dal giudice ...... » 47
10. Il divieto di private informazioni ............................................ » 51
11. Il fatto notorio ................................................................... » 52
12. La valutazione delle prove ed il prudente apprezzamento del giudice . » 56
13. Il limite dell'adeguata motivazione al libero apprezzamento della
prova ............................................................................... » 59
VIII Indice sommario

14. Gli argomenti di prova ......................................................... Pag. 61
15. Presunzione e «fatto noto» nella dottrina e nella giurisprudenza .... » 63


Capitolo Secondo
L'ASSUNZIONE DEI MEZZI DI PROVA

1. L'ammissione dei mezzi di prova ............................................ Pag. 69
1.2. I mezzi di prova disponibili d'ufficio ................................. » 72
2. La prova delegata ................................................................ » 74
3. Preclusioni e decadenze dei mezzi di prova ............................... » 76
3.1. Le novità introdotte dalla l. 26.11.1990, n. 353 e dalla l.
18.6.2009, n. 69 ............................................................ » 76
3.2. Gli interventi attuati dalla riforma di cui alla l. 28.12.2005, n.
263 e successive modificazioni ......................................... » 81
4. Mancata comparizione delle parti e decadenza dall'assunzione del
mezzo di prova (art. 208 c.p.c.) .............................................. » 85
5. Chiusura dell'assunzione (art. 209 c.p.c.) .................................. » 90
6. Riapertura dell'istruttoria ...................................................... » 91
7. Le istanze istruttorie in appello .............................................. » 94


PARTE SECONDA
LE PROVE PRECOSTITUITE

Capitolo Primo
IL DOCUMENTO IN GENERALE

1. Il concetto di documento ...................................................... Pag. 101
2. I diversi tipi di documenti ..................................................... » 103
3. L'estrinseco e l'intrinseco del documento ................................. » 106
4. L'atto scritto ad probationem e ad substantiam ........................... » 108
4.1. La scrittura come requisito sostanziale ............................... » 114
4.2. La scrittura come prova. La transazione ............................. » 115
4.3. La forma scritta come requisito voluto dalle parti ................. » 119
5. Il documento come prova del credito ...................................... » 120
6. La produzione documentale nel processo ................................. » 124
6.1. In generale .................................................................. » 125
6.2. La produzione documentale con l'atto di citazione e la compar-
sa di risposta ............................................................... » 129
6.3. Preclusioni e decadenze ................................................. » 132
6.4. La produzione di documenti «a prova contraria» ................. » 133
6.5. La produzione documentale in appello .............................. » 134
6.6. Nel processo del lavoro .................................................. » 137
6.7. Nel giudizio di cassazione ............................................... » 138
6.8. Nel giudizio di rinvio ..................................................... » 141
7. L'ordine di esibizione del documento ...................................... » 142
7.1. I presupposti dell'ordine di esibizione. La specificazione dei
documenti .................................................................. » 144
7.2. La rilevanza dei documenti ............................................. » 146
7.3. L'istanza di parte .......................................................... » 147
7.4. I limiti all'ammissibilità dell'ordine di esibizione .................. » 148
Indice sommario IX

7.5. L'inottemperanza all'ordine di esibizione ........................... Pag. 151
8. L'esibizione dei libri di commercio ......................................... » 153
9. L'ordine di esibizione alla Pubblica Amministrazione .................. » 154


Capitolo Secondo
IL DOCUMENTO SCRITTO

1. L'atto pubblico .................................................................. Pag. 157
1.1. I requisiti dell'atto pubblico ............................................ » 158
1.2. Gli atti dello stato civile ................................................. » 159
1.3. L'efficacia probatoria dell'atto pubblico ............................. » 160
1.4. Gli atti dei pubblici funzionari ......................................... » 164
1.5. I verbali di polizia giudiziaria secondo un orientamento im-
prontato al principio civilistico ......................................... » 164
1.6. L'intervento delle Sez. Un. con la sent. 25.11.92, n. 12545 ...... » 166
1.7. L'orientamento dominante .............................................. » 169
2. La scrittura privata .............................................................. » 170
2.1. Il concetto di scrittura privata .......................................... » 170
2.2. Gli elementi della scrittura privata .................................... » 172
3. La sottoscrizione del documento ............................................ » 173
3.1. La funzione della sottoscrizione ....................................... » 173
3.2. Il documento non sottoscritto .......................................... » 174
3.3. I requisiti della sottoscrizione .......................................... » 176
3.4. La sottoscrizione a margine o in calce a più fogli .................. » 177
3.5. La sigla ...................................................................... » 178
3.6. La personalità della grafia nella formazione della scrittura ...... » 180
4. La produzione in giudizio come sostitutiva della sottoscrizione ...... » 184
5. L'autenticazione ed il riconoscimento della scrittura privata .......... » 187
5.1. L'efficacia probatoria della scrittura privata ........................ » 187
5.2. Il riconoscimento stragiudiziale ........................................ » 188
5.3. Il riconoscimento nel processo ......................................... » 191
5.4. Il riconoscimento tacito .................................................. » 191
5.5. Gli effetti probatori della scrittura riconosciuta .................... » 193
6. La data della scrittura privata ................................................. » 195
6.1. La data nei rapporti tra le parti ........................................ » 195
6.2. La data nei confronti dei terzi secondo le tipiche fattispecie di
cui all'art. 2704 c.c. ....................................................... » 197
7. Gli altri fatti rilevanti ai fini della certezza della data ................... » 199
7.1. La certezza della data risultante dal timbro postale ............... » 203
7.2. La data nelle scritture sottoscritte dal de cuius. Il testamento
olografo ...................................................................... » 205
8. La c.d. pubblicità di fatto ..................................................... » 208
9. Il concetto di terzo .............................................................. » 208
10. La terzietà del curatore rispetto al creditore del fallito ................. » 210
10.1. La terzietà dei creditori concorrenti rispetto ai creditori poste-
riori, secondo la sentenza delle Sez. Un., del 28.8.90, n. 8879 . » 212
10.2. La difforme opinione di Cass. 23.4.92, n. 4904 ................... » 218
11. Il telegramma ..................................................................... » 223
11.1. Il telegramma inviato a mezzo l'ufficio postale ................... » 223
11.2. Il telegramma inviato per telefono ................................... » 224
11.3. Il telegramma sottoscritto .............................................. » 225
X Indice sommario

12. Il telex ed il telefax .............................................................. Pag. 226
13. La scrittura informatica ........................................................ » 232
14. Le altre scritture: carte e registri domestici ................................ » 237
14.1. Le fatture .................................................................. » 238
15. Le copie del documento e le riproduzioni meccaniche ................. » 239
16. Gli atti di ricognizione ......................................................... » 242

Capitolo Terzo
LA PROVA TESTIMONIALE E IL DOCUMENTO

1. L'oggetto della prova in generale ............................................ Pag. 249
2. Le limitazioni della prova testimoniale ..................................... » 252
2.1. La prova degli atti ad probationem o ad substantiam .............. » 252
2.2. Nella revocatoria fallimentare .......................................... » 256
2.3. L'eccezione di inammissibilità della prova per testi ............... » 256
2.4. Il limite di lire cinquemila ............................................... » 260
2.5. I patti aggiunti o contrari, anteriori o contemporanei alla for-
mazione del documento ................................................. » 262
3. L'orientamento della giurisprudenza ........................................ » 263
3.1. Si è ritenuta inammissibile la prova per testi ........................ » 263
3.2. La prova testimoniale è stata invece ritenuta ammissibile ........ » 265
3.3. Altre fattispecie ............................................................ » 266
4. La limitazione della prova per testi di cui all'art. 621 c.p.c. ........... » 268
5. Il pagamento e la remissione del debito .................................... » 272
6. Altri atti unilaterali: promessa di pagamento e ricognizione di de-
bito ................................................................................. » 275
7. Eccezioni all'inammissibilità della prova per testi ........................ » 279
7.1. Patti aggiunti o contrari, posteriori alla formazione del docu-
mento ........................................................................ » 279
7.2. L'esistenza di un principio di prova per iscritto ................... » 282
7.3. Quando il contraente sia stato nell'impossibilità morale o mate-
riale di procurarsi una prova scritta ................................... » 287
7.4. Quando il contraente ha perduto senza sua colpa il documento . » 288
7.5. La diligente custodia del documento ................................. » 289
7.6. L'affidamento del documento ad un terzo .......................... » 291
7.7. La non disponibiltà del documento ................................... » 294
7.8. La perdita della copia del documento ................................ » 294
7.9. prova del contratto nel rapporto di mediazione .................... » 295
8. La perdita o la distruzione del testamento olografo ..................... » 296
9. La prova della simulazione .................................................... » 297
9.1. In generale .................................................................. » 297
9.2. Il diverso regime probatorio nella simulazione relativa o assolu-
ta .............................................................................. » 301
10. Prove riconosciute o dichiarate false e impugnazione per revocazione . » 306

Capitolo Quarto
LA VERIFICAZIONE DELLA SCRITTURA PRIVATA

1. Il procedimento di verificazione come accertamento di autenticità
del documento ................................................................... Pag. 312
1.1. Gli effetti della verificazione in generale ............................. » 312
Indice sommario XI

1.2. Le scritture non sottoscritte .............................................. Pag. 313
1.3. Il documento bilaterale sottoscritto da una sola parte ............. » 314
1.4. Il documento sottoscritto dalla sola parte che lo produce ......... » 315
1.5. La scrittura indirizzata ad un terzo ..................................... » 316
1.6. La scrittura autografa non sottoscritta ................................. » 317
2. Il disconoscimento ................................................................ » 319
2.1. Generalità .................................................................... » 319
2.2. Modalità e termini del disconoscimento ............................... » 321
2.3. Il disconoscimento nei processi sommari .............................. » 325
2.4. La scrittura del rappresentante della parte ............................ » 325
2.5. La contestazione della data ............................................... » 326
2.6. Le copie fotografiche ...................................................... » 327
2.7. Il disconoscimento inveritiero ........................................... » 327
3. La scrittura proveniente dal terzo ............................................. » 328
3.1. In generale ................................................................... » 328
3.2. Lo scritto proveniente dal terzo come argomento di prova ....... » 328
3.3. Il mancato disconoscimento della scrittura proveniente dal terzo . » 329
3.4. La contestazione dell'autenticità della scrittura proveniente dal
terzo ........................................................................... » 331
3.5. La prova dell'autenticità della scrittura del terzo .................... » 333
4. Gli eredi e aventi causa dell'autore dello scritto ........................... » 334
4.1. In generale ................................................................... » 334
4.2. Gli eredi e il testamento olografo ....................................... » 335
4.3. La querela di falso come alternativa al disconoscimento: applica-
bilità nei confronti del testamento olografo ........................... » 338
4.4. Gli aventi causa ............................................................. » 339
4.5. Aventi causa e terzi ......................................................... » 341
5. L'atto scritto formato dal rappresentante legale di un ente collettivo . » 344
5.1. In generale ................................................................... » 344
5.2. La scrittura prodotta nei confronti di una società ................... » 346
5.3. La scrittura formata dal funzionario di banca ........................ » 347
5.4. La scrittura dell'amministratore decaduto dalla carica ............. » 350
6. L'atto scritto formato dal rappresentante di una persona fisica ........ » 351
6.1. In generale ................................................................... » 351
6.2. Un orientamento della giurisprudenza: necessità dell'eccezione
di falso ........................................................................ » 352
6.3. Un orientamento contrario: l'eccezione di falso non è necessa-
ria .............................................................................. » 353
6.4. Considerazioni conclusive ................................................ » 357
7. La copia fotostatica della scrittura ............................................ » 358
7.1. In generale ................................................................... » 358
7.2. Gli effetti del disconoscimento della copia fotostatica della scrit-
tura ............................................................................. » 359
7.3. L'ammissibilità di altri mezzi di prova sostitutivi della scrittura
disconosciuta ................................................................ » 360
7.4. La contestazione della sottoscrizione come equivalente alla con-
testazione di conformità della copia .................................... » 362
7.5. I termini per il disconoscimento della conformità della copia del
documento ................................................................... » 368
8. Il procedimento di verificazione ............................................... » 373
8.1. I presupposti e le finalità .................................................. » 373
8.2. I termini per la proposizione dell'istanza di verificazione ......... » 375
XII Indice sommario

9. Il procedimento di verificazione in via incidentale ...................... Pag. 378
9.1. Premesse e natura del procedimento ................................. » 379
9.2. I mezzi di prova deducibili .............................................. » 381
9.3. Il giudice competente .................................................... » 384
10. Il procedimento di verificazione in via principale ........................ » 387
11. La trascrizione della scrittura verificata .................................... » 390
12. La decisione sull'autenticità della scrittura verificata .................... » 393
12.1. In genere ................................................................... » 393
12.2. Il giudizio di rilevanza del documento .............................. » 395
12.3. L'efficacia della sentenza ............................................... » 395


Capitolo Quinto
LA QUERELA DI FALSO

1. L'oggetto della querela di falso ............................................... Pag. 397
1.1. In genere .................................................................... » 397
1.2. La querela di falso come rimedio nei confronti della scrittura
privata riconosciuta ....................................................... » 401
1.3. La scrittura privata non autenticata né riconosciuta .............. » 403
1.4. Le critiche della dottrina ................................................ » 405
1.5. L'orientamento della giurisprudenza ................................. » 406
2. Le singole ipotesi di falso ...................................................... » 408
2.1. La falsità nell'estrinseco e nell'intrinseco del documento ........ » 408
2.2. Falso materiale e falso ideologico nella scrittura privata ......... » 409
2.3. Falso materiale e falso ideologico nell'atto pubblico .............. » 413
3. Il c.d. abuso di foglio in bianco .............................................. » 417
3.1. La scrittura «contra pacta» e «absque pactis» ........................ » 417
3.2. I mezzi di prova alternativi alla querela di falso nei confronti
della scrittura privata riconosciuta formata «contra pacta» ...... » 421
4. Giudizio civile e giudizio penale di falso ................................... » 422
5. Il procedimento di falso in generale ......................................... » 424
5.1. La competenza per materia e territorio .............................. » 424
5.2. La sospensione del giudizio ............................................. » 427
5.3. L'intervento obbligatorio del P.M. .................................... » 430
6. La querela in via principale ................................................... » 431
6.1. Sottoscrizione della querela e procura ................................ » 431
6.2. L'interesse ad agire ....................................................... » 432
6.3. Le attività preliminari .................................................... » 434
6.4. I termini feriali ............................................................. » 437
7. La querela in via incidentale .................................................. » 438
7.1. La proposizione della querela .......................................... » 438
7.2. L'indicazione dei mezzi di prova ...................................... » 439
7.3. Termini e preclusioni per la proposizione della querela .......... » 442
7.4. La proponibilità della querela in appello ............................ » 446
7.5. La querela nel giudizio di Cassazione ................................ » 447
7.6. La querela nel giudizio di rinvio ....................................... » 449
7.7. L'interpello della parte ................................................... » 450
7.8. L'autorizzazione alla presentazione della querela .................. » 452
7.9. La presentazione della querela ......................................... » 455
8. Proposizione e presentazione della querela come attività prodromi-
che di due distinte fasi del giudizio di falso ............................... » 456
Indice sommario XIII

8.1. Le varie opinioni della dottrina ........................................ Pag. 456
8.2. I contrastanti orientamenti della giurisprudenza ................... » 459
8.3. La fase istruttoria del giudizio di falso ............................... » 462
8.4. Il deposito e il sequestro del documento ............................ » 463
9. La transazione nel procedimento di falso .................................. » 464
10. La sentenza di accertamento della falsità .................................. » 465
10.1. La pronuncia del collegio .............................................. » 465
10.2. L'appello avverso la sentenza che ha deciso sul falso ............ » 468
10.3. Gli effetti della sentenza che accerta la falsità ..................... » 470


PARTE TERZA
I MEZZI DI PROVA E LE PROVE COSTITUENDE

Capitolo Primo
IL CONSULENTE TECNICO

1. In generale ........................................................................ Pag. 475
2. La nomina del consulente ..................................................... » 478
2.1. Presupposti e modalità ................................................... » 478
2.2. La ricusazione del consulente tecnico ................................ » 482
3. Il consulente tecnico di parte ................................................. » 483
3.1. Le funzioni ................................................................. » 483
3.2. Il rilievo della consulenza di parte ..................................... » 485
3.3. Il termine per la nomina del consulente di parte ................... » 491
4. L'attività del consulente ........................................................ » 492
5. I chiarimenti richiesti alle parti e le informazioni raccolte da terzi ... » 494
6. L'acquisizione dei fatti nella consulenza tecnica e l'onere della prova . » 496
7. L'esame di documenti .......................................................... » 500
8. Il consulente tecnico nel rito del lavoro .................................... » 503
9. L'attività suppletiva del consulente nel processo ordinario ............ » 505
10. Il compimento di attività che esulano dall'incarico ...................... » 506
10.1. Il richiamo al principio di acquisizione delle prove .............. » 506
10.2. L'obbligo di motivazione del giudice ............................... » 508
11. L'efficacia probatoria degli accertamenti del consulente tecnico ..... » 512
12. L'obbligo di comunicazione alle parti ...................................... » 514
13. La conciliazione avanti il consulente tecnico .............................. » 517
14. La rinnovazione della consulenza ............................................ » 519
14.1. Le censure all'operato del consulente ............................... » 519
15. L'esame contabile ............................................................... » 521
16. La liquidazione del compenso ................................................ » 524
16.1. L'opposizione al decreto di liquidazione ........................... » 526


Capitolo Secondo
L'INTERROGATORIO E LA CONFESSIONE

1. La confessione in generale ..................................................... Pag. 529
2. L'oggetto della confessione ................................................... » 533
2.1. Confessione e riconoscimento .......................................... » 535
2.2. L'ammissione ............................................................... » 537
XIV Indice sommario

2.3. La «non contestazione» .................................................. Pag. 538
3. Natura della confessione ....................................................... » 540
4. Il requisito della capacità di disporre del diritto ......................... » 542
5. L'animus confitendi ............................................................. » 546
6. La confessione giudiziale ...................................................... » 550
6.1. La confessione giudiziale spontanea scritta ......................... » 550
6.2. Il valore confessorio degli atti del difensore ......................... » 551
6.3. Il contrario orientamento di una parte della giurisprudenza .... » 553
7. L'interrogatorio libero e la confessione giudiziale spontanea orale .. » 558
7.1. L'efficacia probatoria delle dichiarazioni spontanee .............. » 559
7.2. Le contrastanti decisioni della Cassazione ........................... » 560
7.3. La valutazione delle dichiarazioni spontanee secondo il pru-
dente apprezzamento del giudice ...................................... » 564
7.4. Considerazioni conclusive ............................................... » 567
7.5. La mancata comparizione della parte ................................. » 569
8. La confessione giudiziale provocata e l'interrogatorio formale ....... » 570
8.1. Definizione e presupposti di ammissibilità .......................... » 570
8.2. L'efficacia dell'interrogatorio nei processi con più parti ......... » 573
8.3. L'interrogatorio in grado di appello .................................. » 575
9. La confessione resa dal rappresentante ..................................... » 576
10. La confessione stragiudiziale fatta alla parte o a chi la rappresenta .. » 579
11. La confessione stragiudiziale fatta ad un terzo ............................ » 583
12. Le dichiarazioni aggiunte alla confessione ................................. » 586
13. La revoca della confessione ................................................... » 591
13.1. In generale ................................................................ » 591
13.2. L'orientamento della giurisprudenza ................................ » 593
14. Il contenuto confessorio della quietanza ................................... » 594
15. Confessione, atto scritto ad substantiam e prova della simulazione .. » 598
16. La confessione nel caso di litisconsorzio necessario ..................... » 600
17. Mancata risposta all'interrogatorio .......................................... » 603


Capitolo Terzo
IL GIURAMENTO

1. Definizione del giuramento e sua efficacia probatoria .................. Pag. 607
2. Il giuramento decisorio ........................................................ » 609
3. Il giuramento «de veritate», «de scientia» e «de notitia» ................ » 612
4. Il deferimento del giuramento decisorio ................................... » 619
4.1. Il giuramento decisorio nel giudizio d'appello ..................... » 620
4.2. Il giuramento nel processo con il rito del lavoro ................... » 621
4.3. Il giuramento decisorio nel giudizio di Cassazione ................ » 623
5. L'ammissibilità del giuramento ............................................... » 624
6. La risoluzione delle questioni sull'ammissibilità del giuramento ..... » 625
7. Le modalità del deferimento .................................................. » 627
7.1. La formula .................................................................. » 627
7.2. La prestazione del giuramento: eventuali modifiche o aggiunte . » 631
8. Il riferimento ..................................................................... » 632
9. La revoca del giuramento ...................................................... » 634
9.1. In generale .................................................................. » 634
9.2. La modifica della formula da parte del giudice .................... » 635
10. I casi di esclusione del giuramento .......................................... » 637
Indice sommario XV

11. Il giuramento suppletorio ..................................................... Pag. 640
11.1. Carattere e oggetto ...................................................... » 640
11.2. Il deferimento del giuramento suppletorio ........................ » 643
12. La mancata prestazione del giuramento .................................... » 646
13. L'efficacia probatoria del giuramento ...................................... » 649
14. Il giuramento del litisconsorte necessario .................................. » 650
15. Il giuramento nelle obbligazioni solidali ................................... » 653
16. Il giuramento estimatorio ...................................................... » 654


Capitolo Quarto
LA PROVA TESTIMONIALE

1. In generale ........................................................................ Pag. 657
2. Deduzione della prova per testimoni ....................................... » 658
3. L'indicazione specifica dei fatti .............................................. » 664
3.1. Le testimonianze «de relato» ........................................... » 664
4. Il provvedimento di ammissione ............................................. » 665
4.1. L'assunzione dei testimoni .............................................. » 667
4.2. La testimonianza scritta (art. 257-bis c.p.c.) ......................... » 670
5. Il regime delle prove avanti il giudice unico ............................... » 673
5.1. La disponibilità d'ufficio della prova testimoniale: l'art. 281-ter
c.p.c. ......................................................................... » 674
6. La proponibilità in appello .................................................... » 680
6.1. Nel giudizio di rinvio ..................................................... » 683
7. L'incapacità a testimoniare .................................................... » 684
7.1. Il presupposto dell'interesse. Le diverse teorie ..................... » 684
7.2. L'interesse dell'interveniente adesivo secondo la dottrina e la
giurisprudenza ............................................................. » 688
7.3. L'interesse legittimo e interesse di fatto .............................. » 691
7.4. Orientamenti giurisprudenziali ........................................ » 696
7.5. L'eccezione di incapacità ................................................ » 702
8. L'inattendibilità del testimone ................................................ » 702
9. Intimazione ai testimoni e decadenza dall'assunzione ................... » 704
9.1. L'intimazione ai testimoni ............................................... » 704
9.2. La decadenza dall'assunzione .......................................... » 705
10. Facoltà di astensione e rifiuto di deporre .................................. » 707


Capitolo Quinto
L'ISPEZIONE GIUDIZIALE

1. L'ispezione in generale ......................................................... Pag. 709
2. I presupposti ..................................................................... » 710
3. Ispezione ed esibizione delle scritture contabili .......................... » 713
4. Il rifiuto all'ispezione ........................................................... » 715


Capitolo Sesto
IL RENDIMENTO DEI CONTI

1. In generale ........................................................................ Pag. 717
XVI Indice sommario

2. Le fattispecie legali di rendiconto ............................................. Pag. 719
3. Il rendiconto come obbligo contrattuale .................................... » 720
4. Il rendiconto come mezzo istruttorio residuale ............................ » 722
5. La competenza .................................................................... » 725
6. Accettazione o contestazione del conto ...................................... » 730
7. L'omessa presentazione del conto ............................................. » 733


Capitolo Settimo
I PROCEDIMENTI DI ISTRUZIONE PREVENTIVA

1. In generale .......................................................................... Pag. 735
1.1. La competenza .............................................................. » 737
1.2. I presupposti di ammissibilità. La connessione con il giudizio di
merito ......................................................................... » 741
1.3. Il pericolo nel ritardo ...................................................... » 743
1.4. Questioni di giurisdizione ................................................ » 743
1.5. Il provvedimento di ammissione ........................................ » 744
1.6. L'impugnazione dell'ordinanza: questioni di competenza ......... » 745
2. L'assunzione di testimoni a futura memoria ................................ » 752
2.1. Le modalità di assunzione della prova ................................. » 753
3. L'accertamento tecnico preventivo ........................................... » 754
4. Il processo di merito ............................................................. » 760
5. La consulenza tecnica con funzione conciliativa ........................... » 761
5.1. Novità e funzione dell'istituto ........................................... » 761
5.2. I presupposti dell'istanza .................................................. » 763
5.3. L'oggetto della consulenza conciliativa ................................ » 765
5.4. La procedura ................................................................ » 767
5.5. La conciliazione delle parti ............................................... » 768

Indice bibliografico .................................................................... Pag. 771
Indice della giurisprudenza presente per esteso nel CD-Rom ................. » 777
Indice analitico ......................................................................... » 793

COMMENTI DEI LETTORI A «L'istruzione probatoria nel processo civile. Con CD-ROM»

Non ci sono commenti per questo volume.

LIBRI AFFINI A «L'istruzione probatoria nel processo civile. Con CD-ROM»

ALTRI LIBRI DI «Grasselli Giorgio»

ALTRI SUGGERIMENTI

REPARTI IN CUI È CONTENUTO «L'istruzione probatoria nel processo civile. Con CD-ROM»