Spedizioni Pagamenti Aiuto | Contatti
    
Tipologie di prodotti: Altro:
Brocardo del giorno

Brocardo del giorno

Tot sunt gradus quot generationes, dempto stipite

Tanti sono i gradi quante sono le generazioni, escluso lo stipite

È la regola che viene usata per il computo dei gradi di parentela. Per la parentela in linea retta (che unisce coloro che discendono l'uno dall'altro) si computano tanti gradi quante sono le generazioni, escluso lo stipite; così, ad esempio, il grado di parentela tra madre e figlia e il primo, perché esse rappresentano due generazioni a cui va sottratto lo stipite (la madre). Nella linea collaterale (che unisce i soggetti che discendono da un capostipite comune) i gradi si computano dalle generazioni, risalendo da uno dei parenti fino allo stipite comune e da questo discendendo ad un altro parente, sempre escluso lo stipite: ad esempio, tra due sorelle il grado di parentela e il secondo perché si considera una sorella, quindi il genitore comune, poi l'altra sorella e si sottrae il capostipite.

Articoli

  • Art. 76 Codice civile - Computo dei gradi

Ricevilo anche tu

Inserisci qui sotto la tua mail per ricevere ogni giorno un brocardo:


Vuoi leggere aforismi su legge, tribunali avvocati e magistrati? Visita FrasiCelebri.it


Brocardi dei giorni passati

martedì 7 aprile 2020

Fructus bonae fidei possessores reddere cogendi non sunt (Non si possono costringere i possessori in buona fede a restituire i frutti)


Invia ad un amico


lunedì 6 aprile 2020

Stricto sensu (In senso stretto)


Invia ad un amico


domenica 5 aprile 2020

In rem propriam (Nel proprio interesse)


Invia ad un amico


sabato 4 aprile 2020

Non semper videtur dolo facere qui reposcenti non reddit (Non sempre appare agire dolosamente chi non restituisce all'avente diritto che reclama)


Invia ad un amico


venerdì 3 aprile 2020

Praedium medium non impedit servitutem (Un fondo intermedio non impedisce la servitù)


Invia ad un amico


giovedì 2 aprile 2020

Cum quaeritur in stipulatione quid acti sit, ambiguitas contra stipulatorem est (Quando vi sia controversia, in una contrattazione, su cosa sia stato stabilito con una clausola, l'ambiguità si ritorce contro l'autore della clausola stessa)


Invia ad un amico


mercoledì 1 aprile 2020

Iurisprudentia (Giurisprudenza)


Invia ad un amico


martedì 31 marzo 2020

Mala fides superveniens non nocet (La mala fede sopravvenuta non nuoce)


Invia ad un amico


lunedì 30 marzo 2020

Stare conventis (Osservare i patti)


Invia ad un amico


domenica 29 marzo 2020

Inscientia (Non conoscenza )


Invia ad un amico



12 3 4 5 6 7 8 9 ... 268 successiva